Cosa Succede al Grasso Quando si Perde Peso

Cosa Succede al Grasso Quando si Perde Peso

Uno studio rivela un aspetto nuovo sul grasso cosumato

Alcuni tipi di funzioni corporee sono facili da capire. Quando esercitiamo energia; sudiamo. Quando beviamo i liquidi; la espelliamo attraverso l'urina. Quando mangiamo cibo solido; beh, il resto lo sapete. Qualcosa invece che è un po' più un mistero è la destinazione del tessuto adiposo dopo la perdita di peso. In altre parole, da dove va a finire il grasso corporeo dopo che si sono spese ore a correre a piedi o in bicicletta o comunque in attività fisica?

 

Quando si tratta di perdere peso, a volte siamo così concentrati solo sulle cifre della bilancia da non pensare ad altro. Il lungo dibattito sulla questione del destino delle cellule adipose, ha recentemente guadagnato una certa attenzione - e forse alcune risposte – si trovano in un articolo apparso sul British Medical Journal, scritto da due ricercatori australiani. Dopo aver perso quasi 14 chili, l'autore principale Ruben Meerman, un fisico e professore candidato all'University of New South Wales a Sydney, Australia, ha cominciato a riflettere su dove quei chili erano effettivamente andati a finire. Se fossero evaporati nel nulla o se fossero venuti fuori come rifiuti.

 

Sfatare l'errore più comune sulla Perdita di Peso

 

La cosa più sorprendente è che questo tipo di ricerca "per qualche motivo, non era mai stata fatta," ha riferito Meerman. L'idea che consumiamo solidi e liquidi e espelliamo gas è un'idea insolita per molti, ha detto. "Non possiamo vedere CO2, quindi è difficile pensare ad essa come una sostanza".

 

Anche gli esperti sono a conoscenza di questo, ha detto, citando un sondaggio che ha mostrato che la maggior parte dei medici e dietologi ritengono che espelliamo grasso attraverso il calore o energia. Tale nozione è un errore comune, ha detto, e che crede che potrebbe avere un impatto negativo sulla perdita di peso di qualcuno che sta cercando questo obiettivo. "Penso che sia dannoso questo equivoco per le persone a cui stanno cercando di far perdere peso – il mistero di dove va a finire", ha detto Meerman. "Penso che sia un ostacolo per il successo delle persone che devono perdere peso."

 

Così nel 2013, ha cercato di calcolare la quantità di grasso che è diventato biossido di carbonio e quella che è diventata acqua per rispondere alla domanda: E' possibile che espiriamo grasso?

 

Rintracciare il Grasso che si Perde

 

Vediamo ora un po' di chimica: Il corpo umano è costituito da atomi di carbonio, idrogeno e ossigeno, così il grasso logicamente dovrebbe essere costituito da una combinazione di questi atomi, ha detto. 
Quindi, se ci limitiamo a fare più respiri, potremo perdere peso? Non esattamente. Semplicemente respirando di più non farà perdere più peso, ha detto.

 

"Per sbarazzarsi di 10 chilogrammi di grasso, avresti dovuto inspirare 29 chilogrammi di ossigeno perché questa reazione chimica accadesse", ha spiegato Meerman. Una volta inalato, ha detto Meerman, che il processo metabolico produce 28 chilogrammi di biossido di carbonio e 11 chilogrammi di acqua. "Non puoi farlo in un sol fiato, c'è bisogno di tempo", ha detto.

 

Da questi dati, Meerman voleva sapere quanto di quei 10 chilogrammi di grasso sarebbe stato espulso attraverso i polmoni e quanto sarebbe diventato acqua. I suoi calcoli hanno indicato che l'84 percento di grasso diventa biossido di carbonio e l'altro 16 percento diventa acqua. Ha anche stabilito la formula chimica precisa per il grasso - C (55) H (104) O (6). Quindi sì, "espira l'84 per cento del grasso che si perde", ha detto Meerman.

 

Meerman aveva voluto fare una storia su sua scoperta per uno show televisivo chiamato "Catalyst" in Australia, ma un fisico con un background in ingegneria laser non era esattamente considerato un esperto in biochimica. Aveva bisogno di un biochimico per convalidare quello che ha trovato.

 

Inizialmente si rivolse al professor Andrew Brown, direttore della Scuola di Biotecnologie e Scienze Biomolecolari dell'Università del New South Wales, ma Brown era in Finlandia per un anno sabbatico.

 

Solo un anno dopo, nel 2014, Brown e Meerman finalmente si sono collegati dopo che il ricercatore Claire Smith ha avvicinato Brown per un intervista per la ABC (Australian Broadcast Company) in uno show scientifico sulla perdita di peso. "Il nuovo approccio di Ruben per la biochimica della perdita di peso è stato quello di tracciare ogni atomo del grasso che si perdeva, e, per quanto ne so, i suoi risultati sono completamente nuovi per il campo", ha detto Brown. "Ha anche esposto un buco nero del tutto inaspettato nella comprensione della perdita di peso tra i professionisti della salute della salute."

 

Il giorno dopo hanno girato il cortometraggio, Brown ha chiesto Meerman di essere coautore di un articolo scientifico su ciò che Meerman aveva rilevato. Il British Medical Journal ha pubblicato i risultati nel mese di dicembre. "C'è sorprendente ignoranza e confusione circa il processo metabolico di perdita di peso,"ha detto Brown.

 

Quindi, perché respirare è così importante? Meerman risponde con una risata «Perché se non lo fai muori". "La parte ' espirazione ' è in definitiva l'ultimo step. La perdita di peso non è causata dalla respirazione, è solo l'ultimo passo. "

 

Cosa significa questo per voi? Beh, per prima cosa, non significa che si dovrebbe investire tanto tempo in tecniche di respirazione folli, pensando ti espellere più grasso. Ma si dovrebbe essere incoraggiati a respirare bene, quando si è in palestra per una sessione di lavoro intenso.

 

L'aumento della frequenza respiratoria durante una lezione di Spinning o di un allenamento di sollevamento pesi non solo significa che si sta lavorando duro, si stanno bruciando calorie e incrementando la resistenza e la forza, significa anche che si sta aiutando il corpo a liberarsi di quel grasso che si sta bruciando.

 

Riferimenti:

BMJ 2014;349:g7257

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati