I Numeri dell'Acqua

I Numeri dell'Acqua

L'acqua è indispensabile, l'uomo stesso è composto principalmente di acqua; è introdotta con gli alimenti e le bevande, ed è il solvente delle reazioni metaboliche: regola infatti il volume cellulare e la temperatura corporea e permette il trasporto di nutrienti e la rimozione delle scorie. Il fabbisogno di acqua varia molto da individuo ad individuo, e dipende dal clima, dal genere di attività fisica che svolgiamo e dalla composizione della dieta che stiamo seguendo.

L'acqua che beviamo favorisce i processi digestivi, è fonte di sali minerali e svolge un ruolo importante anche come diluente delle sostanze ingerite; insomma non possiamo davvero farne a meno.

Vediamo allora l'acqua attraverso i numeri:

  • 60%, è la percentuale di acqua di cui è composto il nostro organismo; questa percentuale sale al 77% nel caso dei neonati. La donna invece, avendo una maggiore percentuale di tessuto adiposo, cioè povero di acqua, ha percentualmente una minore quantità di acqua rispetto all'uomo
  • 500-700 ml, è la quantità di acqua che introduciamo mediamente attraverso gli alimenti in un giorno
  • 800-1500 ml, quella invece che introduciamo attraverso le bevande
  • 350 ml quella prodotta dall'organismo durante i processi metabolici soprattutto durante la digestione dei carboidrati
  • 1250 ml al giorno, è invece l'acqua che espelliamo dal nostro organismo con la respirazione
  • 800-1500 ml è l'urina che produciamo
  • 100-150 ml sono invece le feci
  • 1 ml al minuto circa è la quantità di acqua eliminata attraverso il sudore in condizioni normali o di riposo, con una temperatura media ambientale di 18-20°C
  • 14-17 ml, è la quantità di acqua eliminata sempre con la sudorazione che arriviamo ad espellere durante l'attività fisica e con un aumento della temperatura ambientale sostanziale
  • 1,5 l è la quantità minima di acqua che dobbiamo ingerire nell'arco della giornata per stare bene
  • 4 litri e più invece la quantità di acqua che deve bere uno sportivo medio

QUALCHE FALSA CREDENZA....

Qualche male informato pensa erroneamente che bere molta acqua provochi maggiore ritenzione idrica; non è vero, infatti la ritenzione idrica dipende per di più dal sale e da altre sostanze contenute nei cibi che consumiamo che dalla quantità di acqua che ingeriamo

Anche pensare che le saune facciano dimagrire è sbagliato; Le saune fanno semplicemente sudare, e lo stesso organismo provvederà prontamente ad integrare le perdite, cosicché nell'arco di qualche ora il peso sarà sempre quello di prima

Molti pensano che l'acqua gassata faccia male, anche questo è un errore.

Né l'acqua naturalmente gassata né quella addizionata con gas creano problemi alla salute, anzi l'anidride carbonica migliora la conservabilità del prodotto. Solo chi ha già problemi gastrici o intestinali può avere qualche problema bevendo acque molto gassate

Falsa anche la credenza che il calcio presente nell'acqua favorisca la formazione dei calcoli renali;

Le persone predisposte a formare calcoli renali devono bere abbondantemente e ripetutamente nell'arco della giornata, senza temere che il calcio contenuto nell'acqua possa favorire la formazione dei calcoli stessi. Anzi, è stato dimostrato che anche le acque minerali ricche di calcio possono costituire un fattore protettivo

Non è vero anche che il calcio presente nell'acqua non sia assorbito dal nostro organismo,

anzi studi in merito hanno dimostrato esattamente il contrario. La capacità dell'intestino umano di assorbire il calcio contenuto nelle acque è considerata addirittura simile a quella relativa al calcio contenuto nel latte

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati