​Problemi Intestinali? La Nuova Tecnologia Può Avere Le Soluzioni

​Problemi Intestinali? La Nuova Tecnologia Può Avere Le Soluzioni

Le intolleranze alimentari, allergie e problemi gastrointestinali sono alcuni dei problemi più diffusi dell'alimentazione che dobbiamo affrontare oggi. Mentre sappiamo molto di più ora rispetto a dieci anni fa, c'è ancora molto lavoro da fare. In particolare, c'è ancora molto che non sappiamo su ciò che provoca questi problemi.

Prendiamo la sindrome dell'intestino irritabile o IBS, come esempio. Secondo la Mayo Clinic, la definizione di IBS è la seguente:

"Disturbo comune che colpisce l'intestino crasso (colon). La sindrome dell'intestino irritabile comunemente causa crampi, dolore addominale, gonfiore, gas, diarrea e costipazione. L'IBS è una condizione cronica che necessita di una cura a lungo termine".

Prendere atto che la definizione non identifica una causa. Essa afferma semplicemente che si avrà a che fare con i sintomi per un lungo periodo di tempo. Per la maggior parte dei problemi gastrointestinali, la soluzione dell'alimentazione è stata una dieta ad eliminazione. FODMAP (Fermentable Oligosaccharides, Disaccharides, Monosaccharides and Polyols ), glutine, alcuni vegetali come peperoni e pomodori, e vari altri alimenti sono stati eliminati ed hanno mostrato risultati incoraggianti. I probiotici sono stati di aiuto come misura aggiuntiva per aiutare ad alleviare i sintomi.

Sappiamo di più su alcune altre condizioni, quali il morbo di Crohn, ed esami del sangue per intolleranze alimentari che stanno diventando sempre più accurati. Ma non dicono tutto, essi non hanno la possibilità di dirci esattamente dov'è il problema nell'intestino. Altri test, come un'endoscopia, possono essere invasivi.

E se potessimo identificare esattamente dov'è il problema nell'intestino e che cosa esattamente lo sta causando - tutto senza rimuovere eventuali liquidi corporei o tessuto? Beh, la tecnologia è molto vicina.

DETTAGLI DELLA RICERCA

Un recente articolo ha delineato un proof of concept per una pillola che è in grado di misurare la quantità di gas che viene prodotta durante la digestione. In altre parole, si può mangiare un pasto, prendere una pillola, e monitorare ciò che accade quando il pasto viene digerito. Il tratto digestivo produce naturalmente gas diversi. Quando mangiamo qualcosa che non è tollerata, l'apparato digerente produce più di quei gas, o un rapporto diverso. Ciò potrebbe indicare uno spettro alterato di batteri nell'intestino, troppo o troppo poco fibra, cattiva digestione, un assorbimento alterato, o qualche altra anomalia nel corpo. Questa tecnologia può seguire esattamente il tipo di problema causato dal cibo e dove sta accadendo nel processo della digestione.

I ricercatori della RMIT University di Melbourne, Australia, hanno sviluppato una tecnologia abbastanza piccola da entrare in una pillola. La capsula in sé è digeribile, quindi passa solo attraverso il corpo. Ha piccole membrane che possono immettere gas dentro e fuori. Le informazioni sul tipo e la quantità di gas possono essere caricate su un computer in tempo reale. Può anche inviare messaggi sul cibo per dare aggiornamenti su quello che sta succedendo.

La squadra ha dimostrato la sua utilità e la sicurezza su un esperimento con i maiali. Hanno scelto i maiali perché il loro apparato digerente è simile agli esseri umani. I maiali in questione, venivano alimentati sia con alto che povero contenuto di fibre, e i gas sono stati misurati utilizzando le capsule. Per dimostrare la sua accuratezza, i risultati sono stati confrontati con i dati precedenti ottenuti con strumenti di misura più invasivi, ma precisi. Le diverse quantità di fibre sono note sugli effetti dei gas prodotti; Pertanto, era facile confrontare l'accuratezza delle capsule. Il test ha dimostrato di essere affidabile e senza che effetti negativi fossero notati.

Limitazioni E Direzioni Future

Questa tecnologia potrebbe rivoluzionare lo studio della digestione umana e contribuire ad aprire la strada a nuovi e più efficaci strumenti per combattere la sindrome dell'intestino irritabile e condizioni simili, evitando così di assumere ciecamente alcuni farmaci, ma sapendo esattamente con cosa trattare il problema.

Questa eccitante tecnologia è ancora in fase preliminare. La pillola necessita anche di un modo per monitorare la sua posizione nel corpo in ogni momento, forse tramite sensori GPS o di temperatura.

Forse a breve potremmo essere sul punto di eliminare il problema delle intolleranze alimentari e dei disturbi digestivi. I medici saranno in grado di dirci con precisione qual'è esattamente la causa e come trattarla. Chi lo sa – potrebbe anche diventare un app per il telefono.

Il documento di riferimento è uno studio proof-of-concept. Questa informazione consentirà di svolgere nuovi studi e iniziare il processo per immettere la tecnologia sul mercato.

Riferimenti:

1. Kourosh Kalantar-Zadeh, Chu K. Yao, Kyle J. Berean, Nam Ha, Jian Zhen Ou, Stephanie A. Ward, Naresh Pillai, Julian Hill, Jeremy J. Cottrell, Frank R. Dunshea, Chris Mcsweeney, Jane G. Muir, and Peter R. Gibson. "Intestinal Gas Capsules: A Proof-of-Concept Demonstration," Gastroenterology 150 (2016): 37-39.

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati