Quanto Peso Bisogna Perdere o Guadagnare Per Apparire Più Attraenti?

Quanto Peso Bisogna Perdere o Guadagnare Per Apparire Più Attraenti?

Precedenti studi hanno dimostrato che le cosiddette persone attraenti guadagnano salari più alti, ottengono risultati più favorevoli in tribunale e hanno maggiori probabilità di vincere le elezioni politiche. Ma che cosa è questo nuovo indice di attrattività? Un nuovo studio ha esaminato la percezione sociale di attrattività in termini quantitativi e suggerisce una specifica quantità di peso di cui le persone hanno bisogno di guadagnare o perdere prima che altri indici, o la comunicazione, li possano far considerare più attraenti.

QUANTA PERDITA O GUADAGNO DI PESO RENDE UNA PERSONA PIÙ ATTRAENTE PER GLI ALTRI?

I ricercatori guidati dal Prof. Nicholas Rule, dell 'Università di Toronto in Canada, hanno pubblicato i loro risultati sulla rivista Social Psychological & Personality Science.

Lui e il Dr. Daniel Re, studiando specificamente l'adiposità facciale, hanno trovato con precisione l'indice di massa corporea di una persona (BMI).

"Si tratta di un indicatore affidabile della propria salute", dice il Prof. Rule. "L'aumento di adiposità facciale è associato con un sistema immunitario compromesso, scarsa funzione cardiovascolare, infezioni respiratorie frequenti e mortalità."

Egli aggiunge che "anche una piccola diminuzione può migliorare la propria salute".

Come tale, i ricercatori hanno creato una collezione di foto digitali, che comprendeva volti maschili e femminili di persone con età compresa tra 20-40 anni.

Ognuna delle foto contenute aveva soggetti con espressioni neutre, con capelli tirati indietro e nessun ornamento del viso.

LE DONNE HANNO BISOGNO DI PERDERE UN PO' MENO PESO RISPETTO AGLI UOMINI PER APPARIRE PIÙ ATTRAENTI

Dopo aver modificato le immagine per creare una serie di foto che mostrassero un graduale aumento di peso, i ricercatori hanno chiesto ai partecipanti allo studio di confrontare in modo casuale le coppie di facce create e di selezionare quelle che sembravano per loro più pesanti.

Dai loro risultati, il team ha scoperto che un cambiamento di BMI di circa 1,33 kg / m 2 (2.93 lbs / m 2) è risultato il numero magico in cui i cambiamenti sono evidenti.

Il Dr. Re spiega di conteggiare le soglie di variazione di peso in relazione al BMI, piuttosto che in chilogrammi o libbre, "così le persone di diverso peso e altezza, possono applicarlo a se stessi in base alla loro statura individuale."

Dopo la loro prima indagine, i ricercatori hanno poi esaminato la soglia in cui le alterazioni di adiposità del viso di una persona innescasse un cambiamento nella percezione di attrattiva.

Essi hanno scoperto che la diminuzione di peso in cui i volti apparivano più attraenti per i partecipanti allo studio era 2,38 kg / m 2 (5,24 lbs / m 2) per le donne e 2,59 kg / m 2 (5,7 lbs / m 2) per gli uomini.

Per le donne e gli uomini di altezza media, questo si traduce in circa 6,3 e 8,2 kg (13,9 e 18.1 libbre), rispettivamente.

Commentando i loro risultati, il Prof. Rule dice:

"Le donne e gli uomini di altezza media hanno bisogno di guadagnare o perdere circa 3,5 e 4 kg, o circa 8 e 9 libbre, rispettivamente, per chiunque li guardi in faccia, ma hanno bisogno di perdere circa due volte tanto perché qualcuno li possa trovare più attraenti."

Dice che questa differenza tra uomini e donne, indica che l'attrattiva del viso delle donne può essere più sensibile alle variazioni di peso, il che significa che "le donne cercano di perdere peso, hanno bisogno di perdere un numero leggermente inferiore di chili rispetto agli uomini, affinché le persone li possano trovare più attraenti".

I ricercatori concludono il loro studio facendo notare che le loro scoperte "contribuiscono ad una maggiore comprensione di base della precisione e limiti della percezione sociale e possono fornire informazioni di valore per medici e persone che cercano di gestire i cambiamenti di peso."

Riferimenti:

The relationship between just noticeable differences in perceptions of facial adiposity and facial attractiveness, Daniel E. Re and Nicholas O. Rule, Social Psychological & Personality Science, doi: 10.1177/1948550615599829, published August 2015.

University of Toronto news release, accessed 4 December 2015 via EurekAlert.

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati