14 alimenti che aiutano la vostra Mente

14 alimenti che aiutano la vostra Mente

Migliorare le capacità della del cervello con il Cibo

Cibi per la mente. Nel 1990, i ricercatori hanno pubblicato uno studio che ha evidenziato che quando gli adulti ascoltano la musica del genio classico del 18 ° secolo Wolfgang Amadeus Mozart, svolgono meglio le prove di intelligenza. Numerosi studi da allora sono stati fatti sugli alimenti che aumentano le capacità della mente come fa la musica di Mozart. 

 

 

Ecco 14 dei più potenti cibi che mettono il cervello al top delle proprie capacità. 

 

  • 1. Pesce azzurro - (salmone selvatico, sgombro, sardine) - Più della metà della massa del cervello è costituito da lipidi, e oltre il 65% di questi sono gli acidi grassi che appartengono alla ben nota famiglia Omega. Questi grassi sono essenziali per la produzione e lo sviluppo delle cellule cerebrali, mantenendo la fluidità della membrana cellulare. Essi svolgono anche un ruolo enorme nella attività dei neuroni. Pesci ricchi di grassi come il salmone selvaggio, tonno fresco e sardine contengono acidi grassi Omega 3 che aiutano le cellule del cervello ad interrelazionare tra di loro. Come regola generale, cercate di mangiare almeno due porzioni di pesce ricchi di grasso a settimana. Nota: mentre il pesce fresco contiene acidi grassi Omega 3, quelli in scatola ne contengono meno. Inoltre, il pesce contiene fosforo e iodio-due elementi importanti per il lavoro del cervello. 

 

  • 2. Latticini (latte, formaggio) -  Gli scienziati americani e australiani hanno misurato il QI di 972 volontari e sono giunti alla conclusione che i partecipanti alla sperimentazione, che quotidianamente hanno utilizzato i prodotti lattiero-caseari, quando sono stati testati sul pensiero logico e la memoria, hanno ottenuto molto più successo, di quelli che hanno trascurato latte, yogurt e formaggio. I latticini grassi sono particolarmente utili in quanto più della metà del nostro cervello è costituito da grassi. La mancanza di grassi essenziali può diventare il motivo di varie malattie sgradevoli, per esempio la sclerosi multipla. Per di più, proteine, calcio, vitamina D e magnesio presente nei latticini, hanno un ruolo molto importante nella stimolazione dell'attività cerebrale. 

 

  • 3. Fegato (pollo, vitello, manzo) - Per il cervello viene impiegato circa il 25% del fabbisogno di ossigeno del corpo. Il ferro è necessario per far ottenere ossigeno al cervello mediante l'emoglobina del sangue. Il fegato è uno degli alimenti della dieta migliori per contenuto di questo metallo. Inoltre, il fegato è una delle più importanti fonti di vitamina B. Dalla metà degli anni 1990, è noto che queste vitamine, soprattutto B1, B6, B9 e B12, migliorano la funzione cognitiva ed i risultati dei test di intelligenza. 

 

  • 4. Cereali integrali - Cereali integrali ricchi di fibre sono parte integrante della dieta mediterranea. Le fibre sono contenute anche nelle verdure, frutta, semi e noci. La ricerca mostra che l'uso di questi ingredienti nella dieta può essere collegato ad un minor rischio di decadimento cognitivo lieve, che può progredire a malattie degenerative. Questo tipo di dieta può ridurre lo stress ossidativo, infiammazione e altri fattori di rischio vascolari quali ipertensione. Ad esempio i carboidrati dell'avena vengono rilasciati molto lentamente e questo aiuta a darvi le energie per lunghe ore.

 

  • 5. Carne rossa magra - Uno studio pubblicato nel 2011 ha rilevato che le donne con sani livelli di ferro hanno ottenuto risultati migliori in alcuni compiti mentali e li hanno completati più velocemente rispetto a quelli con uno stato basso di ferro. Questo metallo aiuta il trasporto di ossigeno in tutto il corpo e al cervello. Preferite tagli magri di manzo nutriti con erba. Per funzionare al meglio, il cervello ha bisogno di un approvvigionamento ottimale di ossigeno. Una mancanza di ferro nella dieta può ridurre la capacità del sangue di trasportare ossigeno, diminuendo la quantità erogata al cervello. Carenze di ferro possono causare problemi come la mancanza di energia, scarsa concentrazione e stanchezza. La carne magra è un'ottima fonte di ferro. Esso contiene ferro e zinco che sono minerali importanti per le funzioni cognitive del cervello. Questi elementi partecipano alla mitosi delle cellule cerebrali e in reazioni di sintesi del DNA. 

 

  • 6. Uova - Una buona fonte vegetale di ferro si trova nel tuorlo d'uovo. Le uova contengono fosfolipidi e lecitina, solidali per costruire la membrana delle cellule cerebrali in termini di stimolazione dell'intelletto. Il loro valore risiede principalmente nelle proteine contenute. Le uova sono ricche di aminoacidi, fondamentale nella produzione dei principali neurotrasmettitori. Una sintesi a base di serina e metionina viene utilizzata nel processo di memorizzazione, dove la noradrenalina stimola l'apprendimento, la sua produzione si basa sulla presenza di tirosina e fenilalanina, che sono di nuovo presenti nelle proteine dell'uovo. 

 

  • 7. Spinaci - Ricordate il consiglio delle mamme di mangiare gli spinaci? Gli studi dimostrano che le persone che assumono più vitamina C hanno un rendimento migliore nei test per l'attenzione e memoria. Gli esperti suggeriscono di mangiare almeno 5 porzioni di verdura e / o frutta al giorno, ma la chiave è quella di mangiare più varietà. Tutte le verdure a foglia condividono la ricchezza in vitamina B9 o folati, che svolge un ruolo attivo nello sviluppo del tessuto nervoso del feto e anche nel rinnovamento delle cellule del sangue. Se gli spinaci non sono di vostro gradimento, andate per la valeriana, broccoli, lattuga iceberg o diversi tipi di erbe. Il rosmarino è degno di nota in quanto ha alcuni flavonoidi in particolare l'apigenina che ha proprietà stimolanti che agiscono sulla memoria e la concentrazione aiutando il flusso sanguigno cerebrale. 

 

  • 8. Legumi (lenticchie, ceci, ecc.) - Per mantenere i livelli di zucchero nel sangue stabili e il cervello sempre con il carburante, dobbiamo mangiare almeno due porzioni di legumi al giorno. Il cervello è dipendente dal livello di glucosio. Significa che il cervello usa solo il glucosio per il carburante. Il nostro cervello consuma più di cinque grammi all'ora, ma non sa come conservarlo. Ecco perché il cervello deve essere fornito regolarmente da glucosio attraverso il sistema circolatorio. Il compito più difficile per le prestazioni intellettuali sulla capacità di memorizzare dipende dal livello di glucosio nel sangue. Gli zuccheri complessi e quelli che hanno un basso indice glicemico, sono fondamentali ed ottimi. I legumi sono pieni di questi carboidrati complessi, ed (nella maggior parte) il loro indice glicemico è molto basso. Permettono la regolazione del glucosio nel sangue fornendolo al cervello senza creare una reazione di iperglicemia.

 

  • 9. Crostacei - Il cibo che mangiamo influisce direttamente sulle prestazioni del cervello. Mangiando frutti di mare sarete in grado di migliorare il vostro umore e tenere la mente attiva. I crostacei sono ricchi di proteine ​​e vitamina B12 è per lo più gli oligo-elementi presenti nei crostacei e frutti di mare sono ottimi per la funzione cerebrale. Questi elementi sono fondamentali per combattere e prevenire lo stress ed i suoi inconvenienti. Gli oligo elementi possono essere considerati come armi terapeutiche in quanto aiutano contro la fatica mentale, ansia e debolezza nervosa. Rame, manganese, zinco, litio e iodio hanno lo stesso effetto e sono contenuti nel pesce. 

 

  • 10. Bacche rosse Mirtilli - Le bacche rosse sono la scelta perfetta. Gli studi di ricerca sul consumo di mirtilli suggeriscono che una gran parte dei benefici cognitivi è probabilmente dovuta alla protezione delle cellule nervose dai danni d'ossigeno da un'ampia gamma di nutrienti antiossidanti presenti nelle bacche. Le cellule nervose hanno un naturale alto rischio di danno d'ossigeno e hanno bisogno di una protezione antiossidante speciale in ogni momento della vita. La loro capacità di inviare impulsi in tutto il corpo dipende da un metabolismo dell'ossigeno equilibrato, e questo equilibrio non può essere raggiunto senza senza il vantaggio dei nutrienti antiossidanti. Oltre a diminuire il rischio di stress ossidativo nelle cellule nervose, i mirtilli aiutano a mantenere la funzione cognitiva sana e le cellule nervose uniformemente attive. Tutte le bacche commestibili sono vere e proprie miniere di vitamina C (ribes nero contiene tre volte la concentrazione di vitamina C dei kiwi, e due volte quella degli agrumi). Micronutrienti antiossidanti compongono il loro colore. Insieme, essi non solo rafforzano i capillari sanguigni e migliorano la circolazione, consentendo una migliore ossigenazione del cervello, ma lottano anche contro i radicali liberi che possono influenzare le cellule nervose, in particolare le cellule cerebrali. 

 

  • 11. Banane - Perfettamente dolce con polpa soda e cremosa, la banana è disponibile tutto l'anno. Ricca di magnesio, minerale essenziale nella trasmissione degli impulsi nervosi, le banane sono una fonte di vitamina B6 (uno contiene praticamente un quarto della dose giornaliera raccomandata). Vitamina B6 è non solo coinvolta nella assimilazione di magnesio, ma anche nel metabolismo degli amminoacidi e il funzionamento del sistema nervoso attraverso la produzione di alcuni neurotrasmettitori, segnatamente gamma amino butirrico e serotonina. Entrambi creano il giusto stato d'animo per assumere un comportamento prudente, calmo e misurato.

 

  • 12. Avocado - L'avocado è quasi come il mirtillo nell'aiutare la salute del cervello. È vero che l'avocado è un frutto grasso, ma, è un grasso monoinsaturo che contribuisce ad una buona circolazione sanguigna. Un sano flusso di sangue comporta ad un cervello sano. L'avocado può anche abbassare la pressione sanguigna e poiché l'ipertensione è un fattore di rischio per il declino delle capacità cognitive, una pressione sanguigna più bassa aiuterà a mantenere il cervello sano. L'avocado è sorprendentemente ricco di vitamina E. Questa vitamina è uno degli antiossidanti più potenti e protegge i tessuti grassi del cervello dall'invecchiamento. Recenti ricerche hanno dimostrato che l'assorbimento di due antiossidanti carotenoidi chiave, beta-carotene e licopene, aumentano in modo significativo quando si l'avocado o l'olio di avocado fresco a qualsiasi insalata priva di avocado. Tuttavia, l'avocado è ricco di calorie, così gli esperti suggeriscono l'aggiunta di solo 1/2 o 1/4 di avocado per pasto giornaliero come contorno o comunque di contemplarlo nel conteggio dei nutrienti e calorie della propria dieta alimentare. 

 

  • 13. Caffè e tè - Le presenze di molecole di caffeina danno al tè ed al caffè il loro vero valore come tonico e stimolante. Il caffè ed il tè vi terranno più svegli la mattina. Studi hanno dimostrato che queste bevande calde possono migliorare la funzione cognitiva e prevenire la malattia di Alzheimer. Uno studio del 2011 legato alla malattia di Alzheimer ha scoperto che quando i ricercatori hanno dato caffè con caffeina a topi geneticamente ingegnerizzati a sviluppare questa malattia, la malattia è rallentata o non si è sviluppata. I ricercatori hanno su questa constatazione, hanno ritenuto che il caffè potrebbe essere utilizzato come un trattamento terapeutico per le persone con malattia di Alzheimer. Il tè ha mostrato effetti protettivi sul cervello. Oltre al ben noto elevato contenuto di antiossidanti che aiutano a combattere i radicali liberi e aumentare l'attività del cervello, i bevitori di tè vanno meglio nei test sulla memoria e di elaborazione delle informazioni, rispetto a quelli che raramente lo bevono, secondo uno studio condotto nel 2012 su 816 adulti cinesi di cui oltre 50 erano anziani. 

 

  • 14 . Noci e semi -  Noci e semi sono buone fonti di vitamina E. Diversi studi suggeriscono che un adeguato apporto di vitamina E può aiutare a prevenire la degenerazione cognitiva, soprattutto nei primi anni di età. Aggiungete qualche grammo al giorno di noci, nocciole, noci del Brasile, anacardi, mandorle, arachidi, semi di sesamo, semi di girasole, semi di lino e burro di noci non idrogenati come il burro di mandorle o burro di arachidi. Solo una manciata di semi di zucca al giorno, è tutto ciò che serve per ottenere la vostra dose giornaliera raccomandata di zinco, fondamentale per migliorare la capacità di pensiero e la memoria. La ricerca mostra che il consumo regolare di alimenti ricchi di niacina come gli arachidi, fornisce una protezione contro la degenerazione cognitiva correlata all'età e la malattia di Alzheimer. Le persone che assumono 20 mg al giorno di niacina contenuta nelle arachidi, hanno il 74% in meno di probabilità di sviluppare la malattia di Alzheimer rispetto a quelle che ne consumano circa 12 mg al giorno, e il loro tasso di degenerazione cognitiva correlata all'età è significativamente inferiore. Un modo semplice per aumentare l'assunzione di niacina è quello di mangiare una manciata di arachidi per spuntino (solo 30 grammi forniscono circa un quinto della dose giornaliera raccomandata di niacina, che è di 18 mg al giorno). L'arachide è una fonte di vitamina E, che è un antiossidante che protegge le membrane nervose nel cervello. Oltre a questo, la vitamina E impedisce la formazione di coaguli di sangue, e favorisce una migliore respirazione delle cellule cerebrali.
Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati