Come Evitare Il Mal Di Schiena In Gravidanza

Come Evitare Il Mal Di Schiena In Gravidanza

Consigli e accorgimenti per evitare di soffrire di mal di schiena in gravidanza

In particolare per le donne che già soffrono di problemi alla schiena, gli ultimi mesi di gravidanza sono critici; In ogni caso anche chi non ha mai sofferto di mal di schiena potrebbe cominciare ad avvertire dolore, specialmente nella regione lombare, molto spesso dopo essere rimaste a lungo in piedi.

Ma perché in gravidanza è facile che sorgano problemi alla schiena?

La relassina è l'ormone prodotto dal corpo umano in preparazione al parto, e proprio l'azione di questo ormone è il primo responsabile del mal di schiena in gravidanza. Questo ormone rilassa i legamenti che sostengono l'articolazione sacroiliaca (all'altezza della quale la colonna si congiunge con il bacino), per allargare il canale del parto attraverso cui il bambino dovrà passare durante il travaglio. Purtroppo questo ormone agisce anche su altri legamenti, con la conseguenza che le rotazioni e le flessioni non vengono più supportate o contenute normalmente. Di solito questo provoca solamente dolore o indolenzimento, ma a volte c'è la possibilità che venga danneggiata la parte bassa della colonna vertebrale, specialmente nelle donne che già in precedenza soffrivano di mal di schiena.


I PRIMI PROBLEMI A METÀ GRAVIDANZA

Già nei mesi centrali della gravidanza, quando si effettuano movimenti di torsione della colonna, per esempio piegandovi all'indietro per afferrare qualcosa, potreste avvertire un forte dolore nella parte inferiore della schiena, talvolta anche all'inguine. Questo succede perché la rotazione della colonna fa aprire e chiudere leggermente l'articolazione sacroiliaca, i cui legamenti sono già stati rilassati dalla relassina, provocando quindi dolore. Un rimedio è quello di stare attente a non effettuare questo genere di movimenti, e non bisogna preoccuparsi che il problema si cronicizzi. Dopo il sesto mese infatti questo problema dovrebbe scomparire, e questo avviene nel momento in cui il peso del bambino si sposta maggiormente in avanti.


Nel corso degli ultimi mesi di gravidanza la donna sostiene nella parte anteriore del proprio corpo un peso molto superiore alla norma che sposta il suo baricentro in avanti, con la conseguenza che i muscoli dorsali devono faticare maggiormente per mantenere la posizione eretta. In risposta a questo avanzamento, il bacino tende a spostarsi all'indietro, accentuando esageratamente la curva della colonna a livello lombare. Questo porta ad un disassamento delle vertebre che, a sua volta, causa una eccessiva sollecitazione sulle faccette articolari; infine, tale sollecitazione provoca una maggiore tensione dei legamenti, già indeboliti. Il risultato può essere semplicemente un dolore fastidioso e costante, oppure una sciatalgia o un'infiammazione.

Per ridurre la possibilità di avere problemi di mal di schiena in gravidanza cercate di osservare alcuni accorgimenti:

  • Modificate i piani di lavoro a vostro vantaggio, cercando nel limite del possibile di non piegarvi troppo, e troppo spesso
  • Specialmente in questo periodo delicato, non portate scarpe con i tacchi alti, che sbilanciano il corpo e accentuano la curva lombare, indipendentemente dalla gravidanza, che costituisce comunque già di per sé una minaccia in quella zona del corpo
  • Sollevate i pesi in modo corretto, piegandovi con le ginocchia
  • Evitate di rimanere nella stessa posizione troppo a lungo; facendo ciò rischiate di allungare eccessivamente i legamenti, già rilassati per effetto della relassina
  • Esercitatevi per mantenere i muscoli forti e flessibili, per garantirvi così il massimo sostegno per la colonna, questo vi consentirà di sostenere poi il peso del vostro bambino in grembo
  • In generale fate particolare attenzione alla vostra postura, mantenetela nel modo più corretto possibile
  • Bisogna fare attenzione, se il dolore nella zona della schiena compare all'improvviso quando siete agli ultimi giorni di gravidanza potrebbe essere il primo segno dell'inizio del travaglio e non un malessere legato alla struttura e quindi alla colonna.


UN ESERCIZIO UTILE

C'è un esercizio di "scaricamento del bacino" che dovete imparare, per poi ripeterlo ogni volta che potete, che vi aiuterà a stare meglio e ne trarrà grande beneficio la vostra schiena.

  1. Stendetevi sulla schiena e piegate le ginocchia verso l'alto, tenendo i piedi ben appoggiati a terra
  2. Inarcate la schiena all'altezza dei reni, poi spingete forte verso il basso riportandola a terra; assicuratevi che la cassa toracica rimanga ferma mentre sollevate e abbassate la vita
  3. Ripetete 3 volte l'esercizio e terminate riportando la schiena nella posizione iniziale; aumentate gradualmente, fino a dieci volte dopo i primi due giorni.
Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati