Disturbi Alimentari negli Uomini

Disturbi Alimentari negli Uomini

Anche se si pensa che le donne siano le più colpite, gli uomini stanno subendo un aumento esponenziale

GLI UOMINI E I DISTURBI ALIMENTARI
Nell’immaginario comune, si tende ad associare i Disturbi del Comportamento Alimentare alla popolazione femminile. In realtà, si sta assistendo ad un viraggio importante, con un aumento esponenziale dell’incidenza dei disturbi anoressici e bulimici nella popolazione maschile e la diffusione di nuovi disturbi che interessano in particolare gli uomini.

 

Anche per gli uomini il corpo è divenuto un tempio da venerare attraverso trattamenti estetici ed allenamenti fisici, ma anche un potenziale ricettacolo di sentimenti di inadeguatezza e di disagio. Infatti, al positivo e sano amore verso il proprio corpo si contrappone, in alcuni casi, una ricerca esasperata della perfezione che si manifesta attraverso sedute estenuanti in palestra, training inadeguati e massacranti e diete estremamente sbilanciate (caratterizzate dall’alternanza di digiuni/restrizioni e abbuffate compulsive), oltre alla sempre più diffusa abitudine di assumere integratori e sostanze dopanti, spesso in modo improprio e pericoloso per la propria salute.


Gli uomini, quindi, non appaiono più immuni ai disturbi alimentari “classici”, come l’anoressia, la bulimia e il Binge Eating Disorder (Disturbo da Alimentazione Incontrollata), ma sembrano anzi essere colpiti sempre più da nuove forme patogene di rapporto col cibo, come l’Ortoressia, e da modalità distorte di percepire la propria immagine corporea, come la Bigoressia.

 

  • L’Ortoressia (dal greco “ inoltre, orto” che vuol dire dritto e “orexia” che vuol dire appetito) è un disturbo che riguarda un’ossessione per il cibo sano e “pulito” (inteso come non contaminato) ed è paragonata ad una dipendenza patologica anche a causa della perdita di tempo che tale ossessione comporta. 

La ricerca di un’alimentazione sana è di per sé auspicabile, ma negli ortoressici si manifesta come ossessione; inoltre, hanno il terrore di contrarre malattie organiche attraverso l’alimentazione e, a causa di questo terrore, controllano e selezionano minuziosamente il cibo.

 

  • La Bigoressia (termine che deriva dall’inglese “big”, ossia grande, grosso) è una condizione caratterizzata dalla preoccupazione eccessiva ed irreale di essere troppo magri e poco prestanti in persone (in particolare uomini) che, invece, sono vistosamente muscolose.


Il timore di non essere mai abbastanza muscolosi spinge questi ragazzi ad estenuanti sedute in palestra e, spesso, a nascondere la propria corporatura con indumenti extra-large, per la vergogna di essere considerati esili.


Le attività lavorative e ricreative spesso sono trascurate per lasciare spazio ai lunghi allenamenti e per non trasgredire al rigido regime alimentare.

Inoltre, è molto frequente l’utilizzo di steroidi anabolizzanti per ridurre la massa grassa e per accrescere la massa muscolare, mettendo a serio rischio la salute fisica e psichica.


Esistono, quindi, delle caratteristiche peculiari del modo in cui i Disturbi Alimentari possono manifestarsi negli uomini, tra cui:

 

  • 1. Una preoccupazione focalizzata sulla muscolarità e sulla prestanza fisica;
  • 2. Una percentuale elevata di Disturbo da Alimentazione Incontrollata;
  • 3. l’iperattività fisica come condotta di eliminazione più utilizzata (rispetto alle diete e ai digiuni, maggiormente utilizzati dalle donne);
  • 4. una minore inclinazione a chiedere aiuto agli specialisti dovuto alla convinzione che siano problematiche esclusivamente femminili.


E’ importante, quindi, prestare particolare attenzione alla prevenzione. Nello specifico, sarebbe utile preparare e formare, dal punto di vista psicologico, tutto il personale appartenente al mondo dello sport (Istruttori di sala, Personal Trainer,  allenatori ecc.), per insegnargli a riconoscere i segnali di un potenziale Disturbo del Comportamento Alimentare.
Dr.ssa Monica Torone

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati