Esercizio Di Rilassamento Totale

Esercizio Di Rilassamento Totale

Un Metodo Efficace Di Autorilassamento

Dopo una sessione di esercizi, oppure dopo una corsa, rilassarsi è molto importante.

Il tempo dedicato al rilassamento anche se breve, riduce il livello di stress e migliora lo stato generale di salute. Per il rilassamento si assume la posizione che nello yoga si chiama "del cadavere". Ricordate, che se è inverno, nel corso del rilassamento la temperatura corporea si abbassa perciò prendete una coperta oppure indossate uno strato in più di vestiti, in particolare nei piedi.

 

Provate a seguire punto per punto questo esercizio di rilassamento, facendovelo leggere da qualcuno mentre voi lo eseguite.

 

LA SEQUENZA DI RILASSAMENTO

  • Sdraiatevi sul pavimento con la colonna vertebrale distesa e le braccia lungo i fianchi, con i palmi rivolti verso l'alto (tenendo i palmi verso l'alto la parte superiore della schiena e le spalle rimangono abbassate e rilassate, e tutta la schiena di conseguenza appoggia a terra più comodamente)
  • Chiudete gli occhi e concentratevi per alcuni istanti, prendendo coscenza del peso del corpo, che adesso è morbido, disteso con abbandono sul pavimento dopo gli sforzi precedenti della vostra attività sportiva
  • Ruotate la testa da un lato e dall'altro in modo da sciogliere qualunque tensione del collo
  • A partire dalle dita dei piedi, cominciate a sentire la piacevole sensazione del rilassamento che si diffonde nel corpo e risale a ondate attraversandolo completamente (soffermatevi su ogni singola parte, dedicandole per qualche minuto tutta la vostra attenzione; prima le dita, poi i piedi e infine le caviglie)
  • Sentite l'onda che sale su per le gambe, attraversa gli stinchi, i polpacci, poi le ginocchia e le cosce.
  • Senza opporre resistenza lasciate ruotare le gambe verso l'esterno, totalmente sciolte e rilassate
  • Lasciate andare i fianchi e i glutei, che spesso accumulano un'incredibile quantità di tensione
  • Tutto il corpo si ammorbidisce mentre l'onda rilassante ora raggiunge l'addome che, completamente abbandonato, si avvicina ancor di più alla schiena (anche la parte inferiore della colonna vertebrale si rilassa appoggiandosi sempre di più sul pavimento)
  • Stomaco, vita e costole si espandono perdendo tensione, ora il respiro è piuttosto leggero. Quando l'ondata di rilassamento raggiunge il busto e la schiena avrete la sensazione di affondare sempre di più nel pavimento.
  • Il rilassamento procede verso le spalle e il collo, si espande nelle braccia e arriva fino alla punta delle dita
  • La nuca è quasi appiattita contro il terreno, la testa si ammorbidisce come se si staccasse dalle ossa del cranio e tutta la faccia (la mandibola, il mento, la bocca e le guance) è sul punto di sciogliersi e di scivolare via
  • Le labbra si socchiudono e la lingua si appoggia dolcemente ai denti inferiori
  • Gli occhi lentamente si rovesciano all'indietro e le tempie e la fronte si spianano

 

Ora intensificate la respirazione: i respiri divengono profondi, la cassa toracica si dilata e i polmoni si riempiono. Tutto il corpo è a riposo, beatevi di questa sensazione e imparate a riconoscerla. Annullate ogni pensiero, concentratevi solo sul vostro corpo. Dopo tre respiri, le dita dei piedi e delle mani riprendono vita, muovetele gradualmente. Mantenendo ancora gli occhi chiusi, portate le braccia sopra la testa e stirate braccia e gambe allungandole. Quando vi sentite pronti giratevi su un fianco e aprite gli occhi. Ora vi potete alzare.

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati