6 Fattori di Rischio che Caratterizzano l'Osteoartrite

6 Fattori di Rischio che Caratterizzano l'Osteoartrite

Sport ed Osteoartrite alias Osteoartrosi

OSTEOARTRITE - OSTEOARTROSI

 

La si può chiamare osteoartrosi oppure semplicemente artrosi, e si tratta in sostanza della degenerazione delle cartilagini e delle ossa che rientra nel naturale processo di invecchiamento. Colpisce le articolazioni, quelle sottoposte più di frequente ad usura, come:

  • ginocchia
  • vertebre, in particolare quelle lombari, e ne soffre più della metà delle persone oltre la sessantina.
 
LO SPORT COME CAUSA E CURA
 
I ballerini, i calciatori, chi fa sport da combattimento e altri tipi di attività a livello professionistico e che quindi esercitano un'attività fisica faticosa, rischiano un'insorgenza precoce dell'osteoartrite.
 
Benché in parte sia inevitabile anche per l'avanzare dell'età, l'osteoartrite può essere rallentata, o almeno tenuta sotto controllo, seguendo un programma di ginnastica leggera ed evitando i fattori di rischio.
 
Fare gli esercizi per la flessibilità e lo stretching, cercando di effettuare tutti i lavori possibili per la colonna vertebrale in maniera costante, tipo tre volte alla settimana, può solo che giovare al nostro benessere ed evitare tali dolori alla schiena che ci impediscono poi di svolgere anche i più banali movimenti quotidiani. Particolarmente indicata come disciplina, per prevenire questa "patologia" è la pratica dello yoga.
 
IL PROCESSO DEGENERATIVO
 
Le estremità delle articolazioni ossee sono ricoperte di una cartilagine spessa e morbida.
 
Nell'osteoartrite le zone di maggior contatto si usurano gradualmente; di conseguenza altre aree diventano fragili e frammentate, cosicché quando si fa un movimento, le ossa si schiacciano una sopra l'altra logorando ulteriormente la cartilagine.
 
Ma quasi sicuramente il danno era già iniziato, spesso a causa di sollecitazioni e tensioni minori, che possono passare inosservate.
 
Uno scatto o una brusca torsione possono lacerare parte dei tessuti che circondano le articolazioni vertebrali e causare piccole emorragie.
 
A mano a mano che guariscono, queste lacerazioni formano delle cicatrici che determinano una minore elasticità, per cui la successiva brusca torsione va a lacerare altre fibre e così via.
 
I piccoli muscoli vicini si contraggono in atteggiamento protettivo per limitare l movimento e tenere bene unita l'articolazione, ma ciò fa aumentare l'attrito sulla cartilagine. Il processo degenerativo è cominciato.
 
 
I FATTORI DI RISCHIO
 
ATTIVITÀ FISICA INSUFFICIENTE
La cartilagine delle articolazioni viene lubrificata da un liquido; ma se non si muovono adeguatamente le articolazioni, la produzione di questo liquido diminuisce e l'attrito aumenta.
 
ATTIVITÀ FISICA ECCESSIVA
L'uso smodato, eccessivo e ripetuto delle articolazioni accelera il logoramento delle cartilagini.
 
OBESITÀ
Il peso in eccesso aumenta le sollecitazioni sulla colonna e riduce la capacità dei muscoli addominali di sostenerla.
 
SCORRETTO SOLLEVAMENTO PESI
Sollevare pesi scorrettamente provoca danni ai tessuti che a loro volta ridistribuiscono sollecitazioni e tensioni determinando un aumento dell'attrito.
 
PRECEDENTI FRATTURE OSSEE
Anche in questo caso si ha una modificazione delle sollecitazioni con conseguente aumento dell'attrito.
 
POSTURA SCORRETTA
Le sollecitazioni innaturali delle articolazioni e la carenza di sostegno muscolare causate dalla postura scorretta fanno aumentare l'attrito e il logoramento articolare.
 
Buon allenamento da ABC
Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati