La riflessoterapia

La riflessoterapia

Che cos'è e che benefici può dare questo particolare trattamento terapeutico

La riflessoterapia, è un pratica il massaggio delle zone riflesse, una manipolazione di ispirazione orientale praticata a livello delle terminazioni nervose delle mani e dei piedi.

Questo particolare trattamento consente di:

  • indurre il rilassamento
  • favorire i processi di guarigione
  • rafforzare le difese immunitarie dell'organismo
  • migliorare l'irrorazione sanguigna delle cosidette zone riflesse e degli organi corrispondenti
  • La riflessoterapia infatti suddivide il corpo nel senso della lunghezza in 10 zone, dette appunto zone riflesse o canali di energia, che sfociano nelle mani e nei piedi; ognuna di esse si proietta così in una parte appunto del piede o della mano.

    Tutti gli organi localizzati nella stessa zona hanno quindi una corrispondenza, detta zona riflessa, alle estremità delle nostre braccia e delle nostre gambe.

    COME AGISCE LA RIFLESSOTERAPIA

    Ancora c'è tanto da scoprire su questo tipo di terapia. Tuttavia è dimostrato che può dare risultati utili nella cura di alcuni disturbi psicologici o psicosomatici localizzati nelle parti del corpo a cui corrispondono le zone riflesse (cefalee, stipsi, sciatalgie, coliti, gastriti, ecc.).

    Non si può comunque sostituire con questi massaggi la terapia prescritta da uno specialista del settore, questo è importante.

    COME SI EFFETTUA

    Il successo di questa pratica dipende molto dalla preparazione del soggetto, che deve essere assolutamente disteso.

    Prima di tutto si devono osservare le sue mani e i suoi piedi, poiché gonfiori, occhi di pernice, micosi, ischemie e anomalie di altro tipo possono essere il segnale di un problema nelle zone corrispondenti dell'organismo.

    Il massaggio in sé dura una ventina di minuti, e le zone vengono massaggiate più o meno energicamente a seconda dell'effetto che si deve ottenere.

    Esistono vari tipi di massaggi, a seconda che si utilizzi il pollice, le dita, si eserciti pressione o si compia un movimento circolare.

    In genere il massaggio lento distende mentre quello rapido stimola.

    Il massaggiatore deve comunque avere esperienza in modo da manipolare al ritmo giusto.

    Il massaggio delle zone riflesse provoca una sensazione di calore, in caso contrario deve essere interrotto immediatamente, e la stessa cosa se si prova dolore durante il trattamento.

    In questi casi, la zona interessata deve essere lasciata a riposo per diversi giorni.

    Questo genere di terapia è controindicata alle donne in stato di gravidanza e a persone con disturbi cardiaci.

    CHI PUÒ PRATICARE LA RIFLESSOTERAPIA

    Fate sempre attenzione e informatevi sulla formazione di chi vi pratica questo tipo di massaggio.

    Solamente i fisioterapisti specializzati in questa terapia sono in grado di praticare il massaggio delle zone riflesse; è perciò preferibile evitare di farsi fare questo genere di trattamento da chi non possiede la formazione e la tecnica necessarie.

    Scritto da: ABC Staff

    Potrebbe interessarti anche

    Ultimi post pubblicati