Quali sono i Rimedi Naturali per Contrastare il Freddo Invernale?

Quali sono i Rimedi Naturali per Contrastare il Freddo Invernale?

Partendo dal presupposto che è la debolezza interna del nostro organismo che può renderci indifesi da agenti esterni come il freddo, è facile capire che non ci si deve difendere da esso, perché per questo sono sufficienti una casa riscaldata e vestiti pesanti, ma è necessario essere molto adattabili e flessibili ad affrontare gli stress dovuti all'alternarsi delle stagioni e per fare questo serve un organismo sano. In sostanza il rimedio è quello di prevenire e tutto sarà più facile.

LA PREVENZIONE

Tutti sappiamo che l'inverno è freddo e in natura il cibo scarseggia, questo significa che la natura, la prevenzione la fa nelle stagioni più calde, inondandoci di alimenti vitali, nutritivi e di benefici raggi solari. Ma noi umani siamo avvezzi a comportarci come la cicala della favola e quindi, in estate, cantiamo e balliamo tra un cocktail con ghiaccio e l'altro e infine ci ritroviamo al freddo inverno cercando "il rimedio dell'ultimo minuto", imbottendoci di:

  • propoli
  • echinacea
  • estratto di pompelmo
  • super bacche
  • oli essenziali e chi più ne ha, più ne metta.

Tutto ciò per soddisfare il nostro ego salutista.

La salute non si costruisce con il consumismo, non è rincorsa al rimedio momentaneo. La salute si costruisce semplicemente vivendo una vita a prova di malattia. Il nostro stile di vita, intendiamoci, non è riferito soltanto al nostro tempo libero, ma alla totalità delle nostre azioni:
  • dormire
  • lavorare
  • mangiare
  • pensare
  • reagire agli eventi
  • relazionarci ecc.
Tutto questa premessa è per farvi capire che il perché di tante malattie non sono dovute alla sfortuna, ma alla nostra epoca che non pone i suoi principi sulla salute.

"L'Italia è una nazione fondata sul lavoro"

  • Quindi è più importante il lavoro dell'uomo?
  • È più importante il denaro o sono più importanti le persone?
  • Viene prima la malattia o la salute?
  • La scuola ci insegna la storia ma non ci educa al benessere.
  • La scienza fa la ricerca sulle malattie, ma non investe sulla salute.

Quello che possiamo fare "da soli" è cercare di adattarci agli eventi nel miglior modo possibile, quindi se sta arrivando l'inverno cercheremo di fare un po' di prevenzione. Già in agosto o primi di settembre sarebbe utile partite con i gemmoderivati: i gemmoderivati sono ottenuti dalla lavorazione di tessuti embrionali vegetali freschi:

  • Gemme
  • radichette
  • germogli
  • linfa
  • semi

Sono raccolti allo stato spontaneo in territori ecologicamente non degradati o provenienti da coltivazioni biologiche, sostengono ed aiutano gli organi durante lo "sforzo" di disintossicazione, che ci aiuteranno a rendere più efficace il potere nutritivo del cibo, per meglio assimilare minerali e vitamine, e sono molto efficaci nella "pulizia" corporea dato che potenziano l'attività nell'eliminazione delle tossine dalle singole cellule.


Se le nostre cellule sono pulite, tutto è molto più fluido ad iniziare dai processi di difesa per arrivare alla diffusione dei rimedi che assumeremo nel momento del bisogno, se sarà necessario. Questo tipo di prevenzione può durare un paio di mesi, ma tutto dipende da individuo ad individuo come anche la scelta dei gemmoderivati. L'essere in salute equivale ad avere le batterie cariche, questo è un processo profondo e pertanto necessita di tempo.


  • Nel frattempo possiamo avere delle precauzioni come quella di avere cura in ciò che mangiamo e di ricaricarci dormendo le giuste ore; sonno e riposo sono da noi sottovalutati, se si va in vacanza, bisogna riposarsi, le vacanze non devono essere un ulteriore dispendio di energie.
  • Se ci ammaliamo, dobbiamo assolutamente recuperare, altrimenti ritorneremo alla vita di tutti i giorni con la batteria carica a metà, per cui saremo meno produttivi e più distratti.
  • Propendere per i cibi di stagione, biologici, integrali e vitali, abbondare con frutta, verdura e piante aromatiche con le giuste combinazioni per ottenere il meglio dal cibo.
  • La cultura sul cibo è molto importante per il nostro benessere.
  • Dopo esserci rafforzati con la prevenzione, il freddo non ci spaventerà più, ma lo stress quotidiano potrebbe essere un problema perché consuma le nostre energie e potemmo essere più fragili.
  • In questo caso il rimedio della echinacea potrà dare il suo apporto 10/15 giorni di assunzione sono sufficienti per allontanare lo stato di fragilità
Un sostegno blando, dopo la prevenzione dei gemmoderivati, può essere il miele di melata biologico che è ricco di enzimi e minerali abbinato alla propoli, protettrice delle via respiratorie e unito alla rosa canina ricchissima di vitamina C, questi 3 ingredienti aumenteranno le vostre difese immunitarie e saranno un buon "rimedio contro il freddo".



  • Vi ricordo che il miele è un grandioso elisir purché biologico e non venga scaldato troppo, cioè non usatelo come dolcificante per tisane bollenti perché perderà le sue proprietà benefiche.
  • Quando "sentite" che state per ammalarvi un buon rimedio è:
  • prendere 2 tazze bollenti di tisana di zenzero (deve bollire 5 minuti),
  • copritevi con 2/3 maglioni andate a letto sotto 2 imbottite e attendete una sana e copiosa sudata per espellere il malessere, il più delle volte il giorno dopo tutto è passato!
  • Si può affermare che più siamo sani e più le manifestazioni saranno acute, piuttosto siamo intossicati, più la guarigione sarà lenta e si tenderà alla cronicità.

SE SIAMO AMMALATI, COSA FARE?


  • Innanzi tutto non cercate di abbassare la febbre (se non è troppo alta), perché sarebbe come remare contro alla nostra reattività e perciò alla nostra salute.
  • Bisogna bere molto (poco alla volta ma spesso), digiunate, bevete estratti di frutta.
  • Queste poche azioni sono importanti per fare in modo che il nostro organismo sia concentrato solo su un'azione e cioè quella di superare la fase acuta e tornare in salute.
  • Le fasi acute ci spaventano e purtroppo ci siamo "adattati" scegliendo soluzioni farmaceutiche ed erboristiche a scapito della nostra reattività, portandoci a problemi cronici.
  • Per questo motivo è meglio evitare di ripetere le "solite ricette" di rimedi naturali, perché sono pressoché inutili se non si è prima rafforzato l'organismo conducendo una vita sana (che NON è sinonimo di brutta e noiosa), ascoltandosi e imparando dall'esperienza.
Scritto da: Si-Je Elena Landini

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati