Oligoterapia

Oligoterapia

Purificare l’organismo con la teoria del “poco”

Il termine oligoterapia deriva dal greco "oligos" (poco) e indica un metodo terapeutico fondato sulla prescrizione in piccolissime dosi di elementi minerali (oligoelementi) presenti nel nostro organismo in piccole quantità.

 

Questi minerali sono indispensabili per lo svolgersi delle diverse reazioni chimiche che avvengono nell'organismo.

Gli oligoelementi, infatti, attivano i catalizzatori, sostanze che accelerano migliaia di volte tutti i processi biologici sui quali si basa la vita:

  1. assimilazione delle sostanze nutritive
  2. trasformazione delle sostanze nutritive in elementi utili al nostro organismo
  3. eliminazione delle scorie
  4. produzione di anticorpi

 

È quindi facile comprendere che la carenza di questo o quell'elemento può ostacolare una o più reazioni chimiche e quindi anche le corrispondenti funzioni di un organo o apparato.

 

 

GABRIEL BERTRANDT

Fu Gabriel Bertrandt, nel 1894, che per primo rese evidente l'importanza di piccole quantità di elementi minerali, fino ad allora considerati nient'altro che impurità, per la vita animale e vegetale.

Esso infatti affermava che l'organismo appare come una sorta di oligarchia nella quale masse enormi di elementi passivi sono dominati da un piccolo numero di elementi catalitici.

 

LE CAUSE DELLA CARENZA DI OLIGOELEMENTI

Le caratteristiche dell'alimentazione moderna rappresentano sicuramente una delle principali cause della carenza di oligoelementi.

 

Lo scadimento della qualità biologica e nutrizionale dei cibi è all'origine di questo problema.

 

L'impiego sistematico di concimi chimici, l'uso indiscriminato dei diserbanti e di pesticidi, le tecniche di estrazione, concentrazione e raffinazione dei cibi, la sterilizzazione termica e mediante irradiazione con raggi gamma rompono l'equilibrio tra le varie componenti nutrizionali e comportano la diminuzione dei fattori vitali come le vitamine, gli oligoelementi, gli aminoacidi essenziali, gli acidi grassi ecc.

La presenza pressoché sistematica negli alimenti di conservanti, coloranti, aromatizzanti, sterilizzanti e altri addittivi chimici determina complessi fenomeni metabolici.

Uno dei principali consiste in un vero e proprio sequestro degli oligoelementi, che perdono la capacità di attivare gli enzimi e le reazioni metaboliche che da essi dipendono.

L'oligoterapia tende proprio a rimuovere questi blocchi, una volta che si siano verificati.

 

COME ASSUMERE GLI OLIGOELEMENTI

  • Gli oligoelementi sono proposti in commercio solitamente in fiale bevibili e non contengono alcool.
  • Per una migliore e più rapida assimilazione, il contenuto della fiala (non diluito), va trattenuto in bocca per 1-2 minuti prima di inghiottirlo.
  • È opportuno assumere i preparati almeno 15 minuti prima dei pasti.

 

Buon allenamento da ABC

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati