Omeopatia

Omeopatia

A cura della Dott.ssa M. Serenari

Cosa è l'omeopatia e perchè utilizzarla?


L'omeopatia è una tecnica terapeutica relativamente recente, ha circa 200 anni, ed è stata fondata da S. Hahnemann. Questo medico tedesco studiò in maniera approfondita come, i farmaci che erano disponibili in quell'epoca storica, agivano sulle persone sane, al contrario di quello che succede normalmente nella medicina convenzionale dove si sperimentano i farmaci su soggetti malati.


Durante questi studi egli notò che le persone sane, come conseguenza della somministrazione del farmaco, sviluppavano sintomi molto simili a quelli dei malati per cui il farmaco sarebbe stato indicato e quindi, queste sostanze, potevano causare una malattia artificiale.


Dal momento che due malattie simili nello stesso organismo non possono coesistere (vince sempre quella più grave), se io fornisco una malattia artificiale che presenta gli stessi sintomi (farmaco omeopatico) ma è di breve durata e molto potente, sposto il meccanismo di difesa verso quest'ultimo e l'organismo guarisce dalla patologia primaria. Da qui l'intuizione che probabilmente le sostanze potevano in qualche modo stimolare il meccanismo di difesa nei malati sempre che ci sia accordo tra i sintomi del malato e quelli che le stesse sostanze causano sul soggetto sano.


Hahnemann effettuò numerosi “prooving” (sperimentazione su soggetti sani) di tantissime sostanze appartenenti al regno animale, minerale e vegetale, annotando i sintomi che i soggetti sani sviluppavano. Poi iniziò a curare diminuendo sempre la dose per evitare effetti tossici e introducendo la “dinamizzazione” cioè soccussioni della soluzione per aumentarne l'efficacia.

 

  • Cosa importante e intuitiva è quindi quella che debba esserci la sintomatologia in accordo tra il malato e il rimedio.

 

  • L'omeopatia è una medicina energetica, come energia è la vita di tutti gli organismi viventi.


Tante persone scelgono l'omeopatia per curarsi e per curare i loro animali, è una scelta intelligente, non costosa e non dannosa.
I detrattori della medicina omeopatica stentano ad accettare questa forma terapeutica ma spesso non la conoscono e non la saprebbero utilizzare.

 

 

 

Essere medico invece significa “curare” cioè utilizzare tutte le armi disponibili per raggiungere lo scopo più alto e supremo cioè la guarigione del paziente, non significa negare l'esistenza di altre forme di pensiero, di altre terapie.

 

La terapia deve essere vestita sul paziente e le armi vanno utilizzate tutte senza chiusure mentali.

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati