Una Soluzione Naturale Contro i Dolori Muscolari da Infortunio

Una Soluzione Naturale Contro i Dolori Muscolari da Infortunio

Se siete atleti di sport da combattimento, oppure se giocate a rugby, a calcio o a basket, vi capiterà spesso di procurarvi lividi, strappi muscolari o infortuni simili.

Spesso si ricorre a pomate medicinali, quando invece vi sono dei rimedi naturali alquanto efficaci e che non fanno male.

Se vi preparate da soli questa soluzione naturale, ogni volta che vi stirate un muscolo, che vi procurate un livido o semplicemete una botta ad un dito, avete già pronta la vostra miscela da spalmarvi sopra accelerando così la guarigione.

LE PIANTE

Un estratto alcolico di due comuni fiori costituisce uno dei migliori trattamenti locali di pronto intervento per questo genere di infortuni, nel caso specifico di ematomi, lividi e strappi muscolari.

Uno è la "calendula" (calendula officinalis), pianta dal fiore arancione o giallo denso simile a un crisantemo.

L'altro fiore è quello del "iperico" (Hipericum perforatum), una pianta che può avere vari nomi, che viene spesso considerata infestante e che, come tale, compare spesso nei luoghi più inaspettati.

I fiori sono piccoli, gialli e a forma di stella, annessi a uno stelo legnoso alto dai 50 cm in su.

LA PREPARAZIONE

A parte la pianta, l'unica cosa che vi occorre è l'alcol, che deve fungere da solvente.

Dato che serve a fare un linimento da mettere sulla pelle, si potrebbe utilizzare anche dell'alcol denaturato, ma spesso viene sconsigliato perchè se utilizzato nel modo sbagliato può essere velenoso.

Quindi si può usare il Brandy per esempio, così anche nel caso qualcuno pensi che sia per uso interno non succederebbe niente.

Il brandy ha circa il 40% di alcol e quindi è abbastanza forte per riuscire a estrarre il meglio dai fiori e al contempo fare da conservante, ma in alternativa vanno bene anche il gin e il rum.

Prendete una tazza circa di fiori e metteteli in un piccolo recipiente di vetro, aggiungete il brandy fino a sommergere i fiori e tappate ermeticamente.

Dopo circa una settimana filtrate i fiori e versate la soluzione in bottigliette col contagocce.

Si conserverà per anni.

La tintura di calendula e quella di iperico si possono comprare anche in erboristeria, ma è difficile che sia migliore di quello che vi siete preparati da soli in casa.

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati