Yoga come l'Esercizio Fisico

Yoga come l'Esercizio Fisico

Praticare yoga ha gli stessi effetti dell'attività fisica

Lo Yoga paragonabile a piedi, in bicicletta per migliorare rischio cardiovascolare

Promettente nuove prove, pubblicate dal Journal of Preventive Cardiology, ritengono che lo yoga può fornire gli stessi benefici di riduzione dei fattori di rischio di malattie cardiovascolari, come le attività fisiche tradizionali.


Lo yoga può essere efficace come esercizio tradizionale per ridurre i fattori di rischio cardiovascolari, dicono i ricercatori.
Lo yoga ha radici antiche come una pratica mente-corpo che incorpora elementi fisici, mentali e spirituali. Originario dell'India, lo yoga si è dimostrato efficace in numerosi studi per migliorare i fattori di rischio cardiovascolare, con una riduzione del rischio di attacchi di cuore e ictus.

 

Che cosa è lo yoga?


Yoga è diventato popolare come una forma di esercizio fisico basato sulla asana (pose fisiche) per promuovere il benessere o il controllo mentale e del corpo.

 

Scopriamo i benefici per la salute apportati dallo yoga
I ricercatori degli Stati Uniti e Paesi Bassi, hanno condotto una revisione sistematica di 37 studi randomizzati e controllati, che comprendeva 2.768 soggetti. Lo scopo dell'analisi è stato quello di esaminare se lo yoga fosse utile nella gestione e nel miglioramento dei fattori di rischio di malattie cardiovascolari e se potesse essere una terapia efficace per la salute cardiovascolare.

 

I ricercatori hanno riferito che la metanalisi è stata effettuata per valutare gli elementi di prova in corso e fornire una stima realistica dell'efficacia dello yoga misurato contro l'esercizio fisico e senza esercizio.

 

I risultati hanno mostrato che i fattori di rischio per malattie cardiovascolari sono migliorati più in coloro che praticavano yoga che in quegli individui che non effettuavano esercizio. Lo yoga ha avuto un effetto sui fattori di rischio paragonabile all'esercizio fisico.

 

Quando confrontato con nessun esercizio, lo yoga è stato associato ad un significativo miglioramento in ciascuno dei fattori di rischio principali misurati:

 

  • Indice di massa corporea ( BMI ), ridotto di 0,77 kg / m 2 (misurata come una "differenza media")
  • Pressione sanguigna Sistolica ridotta di 5,21 millimetri Hg
  • Riduzione del colesterolo a bassa densità (cattivo) lipoproteine di 12.14 mg / dl
  • Aumento del colesterolo ad alta densità (buono) lipoproteine di 3.20 mg / dl.

 

Cambiamenti significativi sono stati osservati anche in altri punti secondari:

 

  • Il peso corporeo è diminuito di 2,32 kg
  • La pressione arteriosa diastolica ridotta del 4,9 mm Hg
  • Il colesterolo totale ridotto di 18.48 mg / dl
  • La frequenza cardiaca è scesa di 5,27 battiti / min.
  • Non sono stati trovati alcuni miglioramenti nei parametri del diabete (glicemia a digiuno e di emoglobina glicosilata).

 

I miglioramenti cardiovascolari, fattore di rischio di malattia di BMI, livelli di pressione arteriosa e lipidi erano sostanziali quando lo yoga è stato praticato in aggiunta ai farmaci. Nel frattempo, in pazienti con preesistente malattia coronarica , lo yoga ha fatto visualizzare un beneficio statisticamente significativo nel ridurre il colesterolo LDL quando aggiunto a statine e farmaci ipolipemizzanti.

 

Gli individui in grado di svolgere l'esercizio aerobico possono ottenere benefici cardiovascolari.

 

A seguito della revisione degli studi, i ricercatori hanno scoperto che lo yoga può fornire gli stessi benefici di riduzione dei fattori di rischio come l'esercizio fisico, come camminare a ritmo sostenuto o in bicicletta.

 

"Questa scoperta è significativa, in quanto le persone che non possono o preferiscono non eseguire l'esercizio aerobico tradizionale potrebbero ottenere benefici simili (ai cardiovascolari) con riduzione del rischio", dicono gli autori.

 

Le prove indicano che lo yoga ha effetti sui fattori di rischio comparabili all'esercizio aerobico. Tuttavia, i ricercatori osservano che questo potrebbe potenzialmente essere dovuto all'impatto dello yoga sulla riduzione dello sforzo, "portando ad effetti positivi sullo stato neuroendocrini, metabolico e sulla funzione cardio vagale."

 

"La somiglianza dello yoga e l'effetto di esercizio sui fattori di rischio cardiovascolari suggeriscono che ci potrebbero essere meccanismi di lavoro comparabili, con alcuni possibili benefici aerobici fisiologici che si verificano con la pratica dello yoga e qualche effetto di rilassamento di riduzione dello stress che si verificano con l'esercizio aerobico," dicono i ricercatori.

 

Il Prof. Myriam Hunink, dell'Erasmus University Medical Center in Olanda e Harvard School of Public Health in Boston, MA, dice:

 

"Anche se l'evidenza degli effetti benefici dello yoga sulla salute cardiovascolare è in crescita, una spiegazione fisiologica per questo effetto rimane poco chiaro. Chiara però, è la relazione dose-risposta e dei costi dei benefici dello yoga relativi se paragonato all'esercizio fisico o ai farmaci. Tuttavia, questi risultati indicano che lo yoga è potenzialmente molto utile e vale la pena perseguirlo come una pratica di miglioramento di queste cause o del rischio. "

 

Gli autori del documento di ricerca sostengono la prova che l'accettabilità dello yoga per i pazienti con condizioni cardiache preesistenti, tolleranza fisica minore, gli anziani o quelli con dolore articolare o muscoloscheletrico.

 

Lo yoga ha il potenziale per essere un trattamento per la prevenzione e di strategia economica dato il suo basso costo, la mancanza di attrezzature costose o della tecnologia e per ottenere una maggiore aderenza per sostenere la salute connessa alla qualità di miglioramento della vita con possibilità di accessibilità ai più grandi segmenti della popolazione," concludono gli autori.

 

Riferimenti:

The effectiveness of yoga in modifying risk factors for cardiovascular disease and metabolic syndrome: A systematic review and meta-analysis of randomized controlled trials, published online before print December 15, 2014, doi: 10.1177/2047487314562741 European Journal of Preventive Cardiology

ESC news release, accessed 15 December 2014, via AlphaGalileo.

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati