Yoga, esercizi di rilassamento fisico e mentale

Yoga, esercizi di rilassamento fisico e mentale

6 esercizi di rilassamento yogi contro lo stress mentale e muscolare

Difficilmente ci si rende conto che molti tic nervosi, molte contrazioni muscolari involontarie, molti sforzi fisici prolungati, sono dovuti a una situazione di stress mentale, e allo stesso modo, alcuni stati mentali sono dovuti alla trascuratezza fisica e ad abitudini ben poco salutari.

Avete mai fatto caso che quando siete arrabbiati tendete a stringere i pugni?

Oppure che siete talmente abituati ad avere un aspetto esteriore severo e autoritario che finite per esserlo veramente?

Tutto ciò è piuttosto comune ai nostri giorni, in cui si è costretti a muoversi, lavorare e mangiare a ritmi spesso insostenibili, ma ciò non significa che debba essere accettato passivamente.

Una continua situazione di stress mentale procura una grande dispersione di Prana e quindi un progressivo indebolimento fisico, che può essere combattuto soltanto concedendosi lunghe pause di riposo, quando non addirittura coltivando un'attitudine mentale alla calma e alla serenità.

LA SERENITÀ È NECESSARIA

Un individuo che vive perennemente teso, tra crisi di collera e una costante inquietudine, non può far che male a se stesso.

Imparate quindi a rimuovere le cause primarie dello stress e poi lasciarvi andare.

Solo sforzandovi ad allentare la tensione, psichica e fisica, recupererete salute e gioia di vivere.

Ecco allora un esercizio di Yoga che vi aiuterà a rilassarvi:

  • sdraiatevi sulla schiena e cercate di rilasciare tutti i muscoli, di abbandonarvi totalmente
  • ora immaginate di uscire dal corpo e di sistemarvi di fronte a voi stessi
  • percorrete con lo sguardo della mente il vostro corpo, dalla testa ai piedi, lentamente
  • probabilmente vi renderete conto di non essere ancora completamente rilassati e che alcuni muscoli sono ancora tesi e contratti, quindi rilassate anche questi
  • ora potete cominciare a respirare in modo completo e profondo e a godere della calma che pervade il vostro essere
  • se ve la sentite potete girarvi su un fianco e ripetere l'esercizio dall'inizio, per poi effettuarlo nuovamente sul fianco opposto
  • Non aspettatevi che sia così semplice come sembra, in realtà è un esercizio complesso che richiede tempo e pratica, ma che col tempo dà sicuri risultati.

    Un altro buon metodo per rilassarsi completamente consiste nell'immaginare di avere gli arti e ogni parte del corpo pesantissimi.

  • provate a sollevare un braccio e convincetevi che esso sia divenuto estremamente pesante
  • lasciate quindi che l'energia pranica defluisca dall'arto, dopodiché abbandonatelo, il braccio ricadrà mollemente al vostro fianco, inerte e del tutto rilassato
  • Di solito si incontra qualche difficoltà con questa pratica, poiché si è così abituati a contrarre i muscoli anche senza accorgersene, che non si lascerebbe mai cadere un braccio come se fosse "morto".

    Dovete però imparare a farlo però, così che possiate ripetere lo stesso esercizio con le gambe e la testa.

    A questo punto sarete in grado di abbandonare anche il resto del corpo sul materasso, senza più tentare di sostenervi contraendo qualche muscolo.

    Un altro metodo di rilassamento, forse un po’ più complicato, ma ugualmente efficace, consiste nel tendere ogni muscolo caricandolo di energia pranica.

    A prima vista potrà apparirvi contradditorio tutto ciò ma gli Yogi, che da sempre praticano questi esercizi, non hanno dubbi sul loro grande potere di rilassamento.

  • quindi sdraiatevi come negli esercizi precedenti, e invece di rilassare ogni muscolo, cercate di tenderlo e contrarlo
  • partite dal basso, dai piedi e dalle gambe, e quindi risalite contraendo addome, braccia, petto e testa
  • muovetevi leggermente, ruotate gli arti e le caviglie e cercate di stirarvi, di allungarvi, concentrando la mente sul fatto che vi state rilassando
  • infine rilasciatevi totalmente, all'improvviso, e una forte sensazione di calma e di distensione occuperà il vostro corpo
  • Potete sperimentare anche questi due esercizi da in piedi:

    ESERCIZIO 1

  • mettetevi in piedi, con le braccia tese sopra la testa e le gambe leggermente divaricate
  • ora sollevatevi sulle punte dei piedi e tendetevi verso l'alto, come se doveste toccare il soffitto con le dita
  • quando vi rilascerete vi sentirete subito meglio


  • ESERCIZIO 2

  • sempre restando in piedi, rilassate tutto il corpo
  • a questo punto scuotetevi fortissimo ma senza contrarre alcun muscolo, imitando il gesto dei cani quando escono dall'acqua e desiderano scrollarsi di dosso tutte le gocce, con l'unica differenza che voi dovete cercare di eliminare la tensione
  • RILASSAMENTO MENTALE

    Ma passiamo ora a un esercizio di rilassamento mentale, che non mancherà comunque di influire beneficamente anche a livello fisico.

  • sedetevi comodamente e rilassate i muscoli
  • chiudete gli occhi e cercate di dimenticare la realtà quotidiana, la vita pratica, i problemi
  • dimenticate oggetti, luoghi, persone e concentratevi unicamente su voi stessi quale entità spirituale
  • convincetevi che potete esistere indipendentemente dal corpo e quindi dimenticatelo, per occuparvi soltanto del vostro io più profondo
  • immaginate l'universo, i pianeti, le costellazioni e i soli, e paragonate la vastità di tutto ciò col posto che occupate voi stessi, così insignificante al confronto (questo non deve deprimervi però, tutt'altro, siete una parte viva dell'immenso universo che avete immaginato, una parte diversa da tutte le altre e proprio per questo necessaria)
  • ricongiungetevi all'essenza della vita, abbandonatevi a essa e, infine, tornate al vostro corpo

  • Vi accorgerete subito, al vostro risveglio, di quanto appaiano poco reali e insignificanti i dubbi che vi angosciavano poco prima, e di essere molto più sereni, attivi e ricaricati.

    Recuperare il proprio io spirituale è rilassante e spesso indispensabile quando la vita materiale diviene concitata e opprimente.

    Scritto da: ABC Staff

    Potrebbe interessarti anche

    Ultimi post pubblicati