Allenamento pesi nel motocross

Allenamento pesi nel motocross

Molti ragazzi che praticano motocross si allenano con i Pesi per rafforzare il proprio fisico. Ovviamente effettuano un workout di nicchia allenando le parti muscolari che servono come :

 

  1. lombari
  2. erettori spinali
  3. trapezi
  4. braccia e soprattutto
  5. avambracci

 

Nel Motocross la preparazione atletica del pilota conta moltissimo. Un crossista oltre ad avere una preparazione tecnica per poter saltare, curvare, partire dal cancelletto, frenare e tutto quello che comporta la guida di una moto da cross, deve prima di tutto avere un fisico allenato quanto un atleta di altre discipline sportive.

Per questo la forza muscolare, è uno degli aspetti cruciali sul quale bisogna lavorare per ottimizzare l’allenamento giù dalla moto per migliorare la prestazione di un buon pilota motocross. E’ fondamentale lavorare sulla forza muscolare, nella fattispecie, sulla forza resistente e nervosa.

Infatti nella pratica del Motocross necessita sia di doti di forza resistente per sopportare manches che vanno da un minimo di 10-15 minuti fino a 40-45 min, durante le quali, però, vengono richieste ai muscoli contrazioni massimali nel breve periodo che richedono doti di reattività.

Fondamentale quindi inserire nella programmazione dell’allenamento per il motocross esercitazioni che mirino alla costruzione di una base di resistenza muscolare dei principali gruppi coinvolti.


Bisogna allenare con particolare attenzione i muscoli degli avambracci, utili a mantenere una presa salda del manubrio e ad azionare con la giusta forza e precisione le leve di frizione e freno.

Altro gruppo muscolare fondamentale sono le gambe in quanto devono fungere come ammortizzatori delle sollecitazioni del fondo sconnesso e soprattutto devono guidare la moto.


Non bisogna dimenticare poi i muscoli paravertebrali (muscoli che fasciano la colonna vertebrale) ed addominali (retti, obliqui e trasversi) di cruciale importanza per stabilizzare la schiena e prevenire noiosi ed invalidanti mal di schiena.

Lo schema di ripetizioni da utilizzare è il “classico” della forza resistente e deve prevedere almeno 3-4 serie da 15-20 ripetizioni per ogni gruppo muscolare. Un 10-15% dell’allenamento deve essere dedicato, invece, allo sviluppo della forza nervosa e della reattività, tramite esercitazioni pliometriche ed esercizi dinamici con piccoli sovraccarichi (es.: palla medica).

Risulta controproducente il lavoro che ricerca l’aumento della forza tramite l’ipertrofia (aumento del diametro trasverso delle masse muscolari) in quanto non ha nessun riscontro diretto con l’aumento della performance sulla moto.


Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati