L'ABC del Ciclismo

L'ABC del Ciclismo

Cosa significa Velocista, Passista, Grimper, Discesista, Cronoman

Nelle gare di ciclismo esistono varie categorie di ciclisti, dove i loro fisici variano a seconda della loro cosiddetta “specializzazione”. Abbiamo voluto redigere una breve guida, con l'intento di far capire, ai non addetti ai lavori, le caratteristiche dei corridori che caratterizzano le Gare in Linea, a Tappe ecc ecc, in modo tale da comprendere meglio il ciclismo:

 

Sprinter

Robbie McEwen nel recente passato, Mark Cavendish nel presente: Corridori dotati di un fisico meno muscoloso dei velocisti, ma dotati di maggiore agilità, che si infilano in anfratti strettissimi, molto coraggiosi e sgusciano a pochi centimetri dalle transenne sfoderando un’accelerazione felina.

La differenza sostanziale tra Velocisti e Sprinter sta nell’accelerazione: i primi hanno bisogno di un rettilineo, magari un bel treno e alte velocità per raggiungere velocità altissime nella lunga distanza; i secondi invece sono dei maghi delle due ruote e sfruttano il loro fisico più scattante per apparire all’ultimo e magari castigare tutti.

 

Queste differenze tecniche hanno fatto nascere delle sfide epiche come : McEwen contro Cipollini, Petacchi contro Cavendish ed ora Greipel e Kittell contro Cavendish.

 

Velocista
Facciamo subito qualche esempio di velocista:

  • Alessandro Petacchi
  • Mario Cipollini
  • Tom Boonen

Atleti alti oltre il metro e ottanta, possenti, in salita ovviamente non vanno, ma se lanciati da un treno a oltre 60 km/h superano senza fatica i 70 km/h e tengono velocità pazzesche per qualche centinaio di metri. Le Squadre che detengono questo tipo di ciclisti organizzano i cosiddetti treni con altri velocisti attorno al loro capitano. Celebre è stato per anni il treno di Mario Cipollini con i vari Scirea, Martinello ecc ecc.

 

Cronoman

Il cronoman è il corridore specializzato nella prova contro il tempo. Miguel Indurain grazie a questa sua caratteristica ha vinto 5 Tour de France, Giri d'Italia e Vuelta di Spagna. Oggi abbiamo Fabian Cancellara, Tony Martin che vanno molto forte nelle prove contro il tempo. Il Cronoman più che categoria è da considerarsi una sotto-categoria dei passisti. I migliori di ogni epoca, oltre ad Indurain, sono:

  • Fabian Cancellara
  • Cadel Evans
  • Lance Armstrong
  • Davide Millar
  • Francesco Moser

Grimpeur

  • Magro
  • Di piccola corporatura
  • braccia esilissime
  • gambe potenti che creano uno strano gioco di taglie (XS la maglietta, XL i pantaloncini).

Sono sempre sui pedali per via della poca potenza e del poco peso. Scattano sempre e sfiancano gli avversari che pur non essendo grimpeur vanno loro dietro. Sono i ciclisti più pericolosi delle tappe in salita e sono anche l'essenza del ciclismo, coloro che hanno dato, danno e daranno spettacolo. Se un Grimpeur è un fenomeno in salita e tiene anche a cronometro può vincere i grandi giri.

Esempi:

 

Discesista

I Discesisti sono gli specialisti delle discese come Paolo Savoldelli, ma in questa categoria rientrano anche altri tipi di ciclisti come spesso Scalatori e Grimpeur (Pantani) e Velocisti (Cipollini), perchè nella discesa non servono particolari doti fisiche ma grande abilità di guida un po’ di sana incoscenza! Non è una qualità da sottovalutare in quanto Paolo Savoldelli ha vinto 2 Giri d'Italia grazie anche ai suoi attacchi in discesa ed Ivan Basso invece ha perso numerose corse per la sua scarsa velleità in discesa.

 

Scalatore
La differenza con i grimpeur è minima. Uno scalatore è diverso dal Grimpeur perchè ha un’andatura più regolare: invece che scattare in continuazione, preferisce andare in progressione e scattare magari una volta o due secco, deciso. Un esempio di tale categoria è sicuramente Ivan Basso che ai tempi d'oro staccava le persone dal basso con un ritmo in salita forsennato. Oggi abbiamo Chris Froome che ha un andatura tipo scooter in salita che spesso mette in difficoltà gli odierni grimper che non riescono a scattare.

Passista
Diceva Dimitri Konichev: “Io sono un corridore completo perchè vado piano dappertutto”. Quella era un’estremizzazione certo, ma rende l’idea dei passisti che non hanno una collocazione precisa:

  1. tengono bene in salita
  2. a volte vincono gli sprint ristretti
  3. vanno abbastanza bene a cronometro
  4. sono spesso in fuga in pianura

Insomma i gregari che possono avere una stagione ottima, ma solitamente non vincono mai niente di particolarmente importante proprio perchè vanno abbastanza bene dappertutto senza eccellere in niente.

I passisti però hanno delle caratteristiche che spesso li fanno eccellere nelle cronometro ed infatti in questa cerchia di ciclisti sono da inserire : Armstrong ed Urlich forte nel passo ma anche in salita e a cronometro.

 

Buon ABC Ciclismo

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati