Lancio del peso

Lancio del peso

Tecnica e allenamento

Il lancio del peso, o "getto del peso", come già ci descrive il nome, consiste nel lanciare il più lontano possibile un peso sferico in metallo, ovviamente con un solo braccio.

La piattaforma dove avviene il lancio è in pratica una pedana circolare in cemento dal diametro di un paio di metri, e il pesista, lancerà il peso che sarà proporzionato in base all'età, al sesso e al peso dell'atleta.

Sembra uno sport facile da imparare, ma per riuscire discretamente in questa disciplina bisogna allenarsi duramente ed imparare bene la tecnica del lancio, sapendo coordinare perfettamente i movimenti.

 

Requisiti di un buon lanciatore del peso

Per essere un buon lanciatore, bisogna disporre di:

 

Tecnica del lancio

L'atleta è in piedi, e sostiene il peso, praticamente poggiato al collo con il braccio destro piegato al gomito, il braccio sinistro è disteso in avanti, verso l'alto, e il peso del corpo è sulla gamba destra.

 

Al caricamento sulla gamba destra fa riscontro la flessione del busto in avanti.

  1. Il corpo dell'atleta ha assunto la posizione di massima raccolta, la gamba destra è molto flessa e sopporta tutto il peso del corpo.
  2. La gamba sinistra inizia a distendersi verso il fermapiedi delimitante parte della pedana.
  3. La gamba sinistra viene slanciata con energia verso il fermapiedi, mentre la destra, rullando con il piede, a forza.

In questa fase è importante che il busto mantenga la posizione di partenza, resti cioè, proteso in avanti.

 

Lancio e spinta del peso

Questa è la fase critica e fondamentale di tutta l'azione.

  1. Il piede sinistro a questo punto batte sul fermapiedi, mentre quello destro si trova quasi al centro della pedana, ruotando di 75-90° rispetto alla posizione di partenza.
  2. Il braccio sinistro inizia ad aprirsi verso l'esterno, compiendo un'ampia rotazione.
  3. Il piede e la gamba destra ruotano in avanti portando in posizione frontale le anche e il busto, ed è a questo punto che ha inizio la spinta delle gambe.
  4. Il braccio destro si distende velocemente, mentre il sinistro chiudendosi sul fianco, crea un pre-stiramento della muscolatura toracica, molto importante per l'aumento della velocità di distensione dell'arto superiore destro.

La fase finale 

  1. A questo punto la gamba destra conclude la spinta, mentre la sinistra fa perno, mantenendosi distesa.
  2. Il braccio destro si è disteso completamente, e rilascia l'attrezzo con un'ulteriore spinta del polso e delle dita, detta "frustata".

Il lancio si è concluso, e l'atleta sta eseguendo la fase di cambio, che consiste nella sostituzione del piede destro con quello sinistro nell'appoggio sul terreno, e quest'azione è necessaria perché una perdita di equilibrio porterebbe l'atleta fuori pedana, e per regolamento questo comporterebbe l'annullamento del lancio.

 

Allenamento per il lancio del peso

Ovviamente noi consigliamo un costante lavoro di pesistica in modo da sviluppare forza e potenza esplosiva.

Fondamentali inoltre sono gli esercizi propedeutici riguardanti il lancio, che si possono dividere in 4 fasi fondamentali:

il lancio senza attrezzo, in modo da isolare la tecnica e pulirla, fattore di sostanziale importanza.

 

il lancio in alto, con il peso, prendendo ogni volta il peso al volo, e rilanciandolo, in modo da focalizzarsi sul lavoro che svolgono le dita nella fase finale del lancio.

 

Il lancio da fermi, in modo da imparare ad eseguire il lancio con il giusto angolo di uscita, cioè l'angolo che il braccio forma con il terreno (quello ottimale è intorno ai 40°).

 

il lancio in movimento, in modo da migliorare la coordinazione in generale di tutto il movimento del lancio.

 

Buon allenamento da ABC

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati