Bruce Lee

Bruce Lee

Bruce Lee nasce nell’ora e nell'anno del Drago, esattamente tra le 6 e le 8 del mattino del  27 novembre 1940, al Jackson Street Hospital nella Chinatown di San Francisco. Oggi, una targa è affissa all’ingresso dell'ospedale che ricorda il luogo della sua nascita. La nascita di Bruce, nell'ora e nell'anno del Drago, nell’astrologia cinese è un simbolo molto potente.

 

LA FAMIGLIA DI BRUCE LEE

 

Bruce era il quarto figlio, suo padre si chiamava Lee Hoi Chuen e sua madre Grazia Ho. Aveva due sorelle maggiori, Phoebe e Agnes, un fratello maggiore, Peter, e un fratello minore, Robert. Suo padre fu il suo primo istruttore di arti marziali, insegnandogli lo stile Wu di Tai Chi Chuan

Lee Hoi Chuen, di professione, era un comico nell'opera cinese ed un attore di film in lingua cantonese. Al momento della nascita di Bruce i coniugi Lee erano in tour con la compagnia d'opera negli Stati Uniti. Pertanto la nascita di Bruce negli Stati Uniti D’America è stata del tutto fortuita, infatti 18 anni dopo gli ha permesso di rivendicare il suo diritto di nascita per ottenere la cittadinanza americana.

I genitori di Bruce gli hanno dato il nome di "Jun Fan" quindi il nome completo di Bruce all’anagrafe è Lee Jun Fan. Il nome inglese, BRUCE, è stato dato al bambino da un infermiere dell’ospedale Jackson Street , anche se questo nome non fu mai utilizzato fino a quando Bruce iniziò la scuola secondaria dove ha iniziato lo studio della lingua inglese. La storia racconta che il primo giorno di lezione di inglese, gli studenti sono stati invitati a scrivere i loro nomi inglesi, e Bruce, non conoscendo il suo nome, copiò il nome dello studente che era accanto a lui.

 

L'INFANZIA DI BRUCE LEE

 

Quando Bruce compì tre mesi, Lee Hoi Chuen e la moglie Grazia tornarono ad Hong Kong, dove Bruce sarebbe rimasto e cresciuto fino all'età di 18 anni. Bruce non era un bambino forte, era magro, debole e gracile, condizione fisica che sarebbe cambiata all'età di 13, quando ha iniziato lo studio del Kung Fu .

 

I primi anni della sua vita hanno coinciso con la 2° Guerra Mondiale dove i Giapponesi avevano occupato Hong Kong. L'occupazione giapponese era il primo ricordo di Bruce da bambino, non certo sereno.

 

Nei suoi anni dell'adolescenza Bruce Lee è stato esposto allo scherno da parte di ragazzi delle scuole inglesi che si sentivano superiori ai cinesi. Spesso da questi episodi scaturivano risse e liti furibonde tra ragazzi cinesi ed inglesi. La molla che ha spinto Bruce Lee ha praticare le nobili arti marziali è nata da qui.

 

BRUCE LEE ALLIEVO DI MAESTRO YIP MAN

 

All'età di 13 anni, Bruce è stato accolto dal Maestro Yip Man, un maestro dello stile Wing Chun Kung Fu. Per cinque anni ha studiato diligentemente e Bruce divenne molto abile. Yip Man divenne poi il suo mentore per tutta la sua breve vita. Si narra che Yip Man allenava Bruce Lee privatamente, perché alcuni studenti avevano rifiutato di allenarsi con lui a causa della sua origine mista.

 

Al liceo, Bruce, aveva costruito un fisico potente e forte attraverso un duro allenamento.

 

Uno dei suoi successi è stata la vittoria di un torneo interscolastico “Championship Boxing” vinto contro uno studente inglese, con le regole della boxe, senza quindi l’utilizzo di calci, ginocchiate e gomitate. Unitamente al Wing Chun Kung Fu, Bruce Lee studia anche il ballo diventando molto abile anche in questa disciplina.

 

All'età di 18 anni, Bruce era alla ricerca di nuovi orizzonti nella sua vita.

 

Era pratica comune per i diplomati delle scuole superiori cinesi, di andare all'estero per frequentare l’università. Nonostante non avesse voti eccellenti per frequentare l’università, nell’aprile del 1959, con soli 100 dollari in tasca, Bruce salì su un piroscafo americano diretto a San Francisco.

Si iscrisse all’università laureandosi in filosofia. Nei tre anni che Bruce ha studiato all'Università, sosteneva le proprie spese vitali insegnando Kung Fu.

Effettuava le lezioni di Kung Fu dove capitava nei parcheggi, garage o qualsiasi spazio aperto.

Alla fine degli anni '50 e all'inizio degli anni '60, il termine "Kung Fu" era sconosciuto; infatti erano conosciuti solo judo e karate.

 

GLI INIZI COME ISTRUTTORE DI KUNG FU

 

Dal 1959 al 1964 Bruce Lee insegna arti marziali in modo incessante e con profitto, e questa diventa per lui la professione principale di sostentamento sino a quando nel 1964 gli venne contestata una questione da alcuni uomini del Gung fu di San Francisco. Questi  non volevano che insegnasse arti marziali cinesi agli stranieri.

 

Bruce Lee venne sfidato in un match senza regole e le condizioni erano che se perdeva doveva smettere di insegnare arti marziali agli stranieri. In soli 3 minuti l’avversario venne sconfitto, ma nonostante la vittoria Bruce Lee rimase deluso dalla sua performance. Voleva terminare prima. Anche se aveva vinto, era senza fiato e scoraggiato per la sua incapacità di terminare l’incontro in meno di tre minuti. Questo ha segnato un punto di svolta per Bruce Lee nella sua esplorazione marziale e la valorizzazione della forma fisica.

 

Inizia così l'evoluzione del Jeet Kune Do.

 

Bruce Lee sposò Linda Emery nel 1964 con la quale ebbe due figli: Brandon Lee e Shannon. Purtroppo, il figlio, anch’egli  un noto attore, è morto nel 1993, durante le riprese del film The Crow, colpito da una pistola che doveva essere caricata a salve.

 

Come ben saprete Bruce Lee divenne un attore di successo interpretando film che ora sono leggende:

  • Il furore della Cina colpisce ancora (Tang shan da xiong), regia di Wei Lo (1971)
  • Dalla Cina con furore (Jing wu men), regia di Wei Lo (1972)
  • L'urlo di Chen terrorizza anche l'occidente (Meng long guo jiang), regia di Bruce Lee (1972) - mitico l'incontro finale contro CHUCK NORRIS
  • I 3 dell'operazione Drago (Enter the Dragon), regia di Robert Clouse (1973)
  • The Game of Death (1972)

 

LA MORTE MISTERIOSA DI BRUCE LEE

 

Il 20 luglio del 1973, Bruce Lee è morto ad Hong Kong all'età di 32.

 

La causa ufficiale della morte è stato un edema cerebrale, che era stato causato da una reazione allergica ad un antidolorifico prescritto per un infortunio alla schiena.

 

Nei primi mesi del 1973 durante le riprese di Enter the Dragon Bruce Lee svenne in bagno per una febbre altissima, fu ricoverato e seguì un periodo di convalescenza. Dopo il recupero, Bruce e sua moglie volarono a Los Angeles. Bruce è stato sottoposto a numerosi test presso la University of California Medical Center dove uscì con un certificato di buona salute.

 

I medici hanno constatato che Bruce aveva sofferto di un edema cerebrale e gli hanno prescritto un farmaco chiamato Dilantin, un farmaco dato agli epilettici. Bruce tornò ad Hong Kong ed il 20 luglio 1973, mentre si trovava in un appartamento con altri attori, per discutere del nuovo film Game of Death, lamentò un forte mal di testa.  Gli venne data una pastiglia di Equagesic (un antidolorifico) che purtroppo gli fu fatale.

 

Dopo un funerale simbolico ad Hong Kong, il corpo di Bruce Lee è stato portato di nuovo negli Stati Uniti per un funerale ufficiale e la sepoltura presso il Lake View Cemetery a Seattle.

 

Quando un'icona muore in giovane età, le teorie del complotto abbondano:

 

Bruce Lee è stato ucciso da un "tocco della morte": Molto semplicemente, questo scenario suggerisce che Bruce Lee è stato abbattuto da un solo fatale colpo di arti marziali. Era la punizione per aver insegnato i segreti delle arti marziali orientali agli occidentali.

 

Bruce Lee è stato ucciso dalla Triade: Questa teoria ha le sue varianti, ma una in particolare sostiene che Bruce Lee è stato avvelenato per essersi rifiutato di andare avanti con le iniziative imprenditoriali dei membri della Triade. I fautori sostengono che la Triade era l’organizzazione che finanziava i film ad Hong Kong e bisognava essere d’accordo al 100% con le loro idee finanziarie, a volte poco lecite.

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati