Kobe Bryant

Kobe Bryant

Kobe Bryant è un giocatore del Basket americano dei Los Angeles Lakers, NBA, un'ala da tiro, alto 198 cm, che si è aggiudicata una serie di riconoscimenti NBA da quando è comparso sulla scena del basket nel 1996. Bryant è noto per le sue capacità di ripresa, che sono eccezionali, che hanno conferito a lui un media in carriera di 24,6 punti a partita, oltre ad essere considerato come uno dei migliori difensori della NBA.

 

Un po' di Storia di Kobe Bryant

 

Figlio dell'ex coach dei Los Angeles Sparks, Joe Bryant, Kobe Bryant è nato nel mondo del basket professionistico, anche se la sua prima passione era il calcio europeo. Dopo essere cresciuto in Italia, Bryant è tornato negli Stati Uniti nel 1991, all'età di 13 e ha intrapreso una carriera di successo col basket del liceo durante la sua adolescenza. Dopo il suo diploma di scuola superiore, Bryant è entrato nel NBA ed è stato inizialmente scelto come giocare per la squadra del New Orleans, Charlotte Hornets. Durante il processo di selezione della NBA, però, Bryant richiamò anche l'attenzione sul gestore dei LA Lakers, infatti 15 giorni dopo essere stato selezionato per gli Hornets venne scambiato con Vlade Divac dei Lakers, un centro, iniziando la sua carriera NBA con la squadra dei Los Angeles.

 

La carriera NBA di Bryant ha avuto un inizio lento, vedendolo inizialmente in panchina, ma dopo aver vinto la Slam Dunk Contest nel 1997, il suo talento sul campo comincia ad essere riconosciuto. Nello stesso anno, Bryant venne nominato, come giocatore dell'NBA, Sixth Man of the Year, nel contesto fù nominato anche il più giovane giocatore All-Star NBA.
A partire dalla stagione 1997-98 in poi, a Bryant venne assegnato almeno un riconoscimento d'onore NBA ogni anno fino ad oggi.

 

Kobe Bryant, Stella dei Lakers

 

Nel 1999 Bryant era diventato uno dei giocatori tra le star dei Lakers e venne considerato come uno delle migliori guardie da tiro del campionato di basket. Da allora in poi Bryant venne incluso nella All-NBA, All-Star o squadre All-Defensive, ogni anno fino ad oggi, venendo nominato giocatore NBA del mese in numerose occasioni. Ancora più importante per la sua squadra, Kobe gioca un contributo significativo per aumentare il successo dei Lakers, formando una combinazione di centro-guardia imbattibile con Shaquille O'Neal. Sotto la direzione del coach Phil Jackson, ex dei Chicago Bulls, i Lakers furono promossi alla classe d'elite delle squadre NBA, la squadra vinse il campionato NBA nel 2000, 2001 e 2002.

 

Nella stagione 2002-03, Bryant ebbe la sua migliore stagione della carriera, segnando una media di 30 punti a partita e su un tratto memorabile, segnando 40 punti o più in nove partite consecutive. Ottenne anche il record di carriera di “palla rubata”, rimbalzi e assist e venne votato sia alla All-Defensive che All-NBA per la prima volta. La stagione successiva, i Lakers diedero una spinta per la loro quarta vittoria consecutiva al campionato NBA ma, pur avendo alcuni dei migliori giocatori del campionato, Bryant e il suo team furono battuti in finale dai Detroit Pistons.

 

Gli Scandali di Kobe Bryant

 

Fin dall'inizio della sua carriera con i Lakers, Bryant è stato uno dei giocatori più popolari della NBA, ma nel 2003 la sua reputazione venne macchiata quando fu accusato di stupro. Dopo aver fatto pubbliche scuse alla sua vittima femminile, Bryant non venne condannato, ma lo scandalo comportò l'abbandono da diverse grandi approvazioni. L'anno successivo Bryant fu avvolto dalle polemiche ancora una volta, quando ebbe una disputa accesa con il collega e compagno di squadra Karl Malone, a seguito del fatto che Malone avrebbe fatto commenti inappropriati alla moglie di Bryant. Subito dopo la disputa Malone, minacciò di lasciare i Lakers, ma pochi mesi dopo invece, si ritirò dal gioco.

 

La stagione 2004-05, per Bryant, è stata una delle peggiori fino ad oggi, segnata dal fatto che Shaquille O'Neal lasciò i Lakers, rendendolo così più vulnerabile per le sue realizzazioni di gioco. L'ex allenatore Phil Jackson, nello stesso anno, pubblicò un libro dove descriveva Bryant come “inallenabile”, alla fine della stagione Bryant non riusci a farsi eleggere nella squadra dell'NBA All-Defensive.

 

Punteggi più alti e Sospensioni di Kobe Bryant

 

A seguito di due difficile stagioni, Bryant riesce a tornare in forma nel 2005-06 sotto la direzione del coach, Jackson. Anche se i Lakers non riuscirono a recuperare il loro stato nel campionato, fecero i play-off con un netto miglioramento dalle precedenti due stagioni. Bryant, nonostante chiude la stagione con un grave infortunio al ginocchio, riesce ancora a raggiungere i suoi punteggi più alti di carriera, guadagnando 81 punti in una partita memorabile contro il Toronto Raptures, il secondo punteggio più alto, segnato in una sola partita, nella storia della NBA. Più avanti, durante la stagione, Bryant divenne il secondo giocatore che riuscì a fare un over 50 di media, in quattro partite consecutive e vincendo anche il suo primo titolo di miglior punteggio nel campionato, con una media di 35,4 punti a partita.

 

Bryant continuò a costruire il suo successo con il punteggio della stagione successiva, guadagnando il suo secondo trofeo All-Star Game MVP con la seconda miglior prestazione di punteggio della sua carriera in una partita contro i Portland Trail Blazers. Quella stessa stagione Bryant fu anche accusato di una serie di incidenti per gioco falloso. Durante una partita contro il San Antonio Spurs, Bryant diede una gomitate in faccia alla guardia Spur, guadagnandosi una sospensione di un gioco, un incidente che si ripeté due mesi dopo contro il Minnesota Timberwolfs, con conseguente sua seconda sospensione della stagione.

 

Nel dicembre 2007 Bryant è diventato il giocatore più giovane a raggiungere un totale di 20.000 punti carriera e di nuovo nel 2012 con 30.000 punti e oltre.

 

Premi d'onore di Kobe Bryant


NBA Awards

  • Campione NBA: 2000, 2001, 2002
  • Scoring Champion: 2006, 2007
  • NBA All-Star: 1998, 2000, 2001, 2002, 2003, 2004, 2005, 2006, 2007
  • NBA All-Star Game MVP: 2002 2007
  • All-NBA Selection (First Team) del 2002, 2003, 2004, 2006, 2007
  • All-NBA Selection (seconda squadra) 2000, 2001
  • All-NBA Selection (Terza Team) 1999 2005
  • All-Defensive Selection (First Team) 2000, 2003, 2004, 2006, 2007
  • All-Defensive Selection (seconda squadra) 2001, 2002
  • NBA All-Rookie Primavera: 1997
  • NBA All-Star Slam Dunk Champion: 1997

 

Altri premi

 

  • Liceo Naismith Player of the Year: 1996
  • Gatorade Circle of Champions Liceo Player of the Year: 1996
  • USA Today, All-USA Prima squadra: 1996
  • Adidas ABCD Camp MVP Senior: 1995
  • Nominato per dall'USA Today All-Time USA First Team: 2003
  • Torneo di qualificazione olimpica medaglia d'oro: 2007

 

Ad oggi Bryant gioca ancora per i LA Lakers, anche se aveva fatto una serie di richieste per cambiare squadra, tutto poi ritrattato in un secondo momento. E' chiaro che egli ha continuato ad essere uno dei giocatori più apprezzati dei Lakers.

 

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati