Mike Tyson

Mike Tyson

Nato a Brooklyn, New York, il 30 giugno 1966 Mike Tyson è diventato il più giovane campione dei pesi massimi del mondo nel 1986, all'età di 20 anni. Nel 1990 ha perso il titolo, scontando poi tre anni di carcere per accuse di stupro. Successivamente ha guadagnato ulteriore notorietà quando morse l'orecchio di Evander Holyfield durante una rivincita avvenuta nel 1997. 

 

Primi anni di vita

 

Michael Gerard Tyson è nato il 30 giugno 1966 a Brooklyn, New York, dai genitori Jimmy Kirkpatrick e Lorna Tyson. Quando Michael aveva due anni suo padre ha abbandonato la famiglia, lasciando Lorna sola a curare Mike ed i suoi due fratelli, Rodney e Denise. Lottando finanziariamente, la famiglia Tyson si trasferisce a Brownsville, Brooklyn, un quartiere noto per la sua alta criminalità.

Piccolo e timido, Tyson è stato spesso oggetto di bullismo nelle strade della sua città. Per combattere questo, ha iniziato a sviluppare il proprio stile di combattimento in strada. Faceva parte di gruppo criminale, noto come Jolly Stompers, che effettuava rapine ai supermercati. Aveva solo 11 anni all'epoca avendo già problemi con la polizia ed infatti all'età di 13 anni, era stato arrestato già più di 30 volte.

Il suo Cattivo comportamento ha fatto sì che la sua nuova casa era un riformatorio per ragazzi di New York. Qui Tyson ha incontrato Bob Stewart, che era stato un campione di pugilato dilettantistico. Stewart iniziò ad insegnare l'arte della boxe a Tyson a patto che lui si tenesse fuori dai guai.

 

Gli inizi con la Boxe

 

Nel 1980, Stewart si sentiva di aver insegnato a Tyson tutto quello che sapeva e quindi lo ha presentato al leggendario direttore di boxe Costantino "Cus" D'Amato, che aveva una palestra di Catskill, New York.

D'Amato era noto per aver gestito le carriere di alcuni pugili di successo, tra cui Floyd Patterson e José Torres, e ha immediatamente riconosciuto in Tyson un pugile promettente, dicendogli: "Se vuoi rimanere qui, e se desideri ascoltarmi, potresti un giorno diventare il campione del mondo dei pesi massimi"

Il rapporto tra D'Amato e Tyson divenne solidale, una specie di padre adottivo e figlio.

La vita di Tyson sembrava finalmente aver preso una bella piega, ma nel 1982, ha avuto diversi lutti in famiglia che sconvolsero di nuovo la sua vita.

In quell'anno, la madre di Tyson morì di cancro. "Purtroppo non ho mai visto mia madre felice ed orgogliosa di me ", ha poi detto ai giornalisti. "Sapeva solo che ero un delinquente" e "purtroppo non ha potuto vedere dove sono poi arrivato nella boxe "

 

La Carriera 

 

Il 6 marzo del 1985, Tyson ha fatto il suo debutto professionale a Albany, New York, contro Hector Mercedes battendolo in un round. La forza di Tyson, i pugni veloci e le sue capacità difensive notevoli intimidivano tutti i suoi avversari, che avevano spesso paura di colpire il campioncino. Questo gli valse il soprannome di "Iron Mike".

Il 4 novembre del 1985, D'Amato è morto di polmonite. Tyson è stato scosso dalla morte di un uomo che considerava come un padre. Kevin Rooney ha poi assunto la funzione di coach al posto di D'Amato.

Nel 1986, all'età di 20, Tyson aveva già un un record di 22-0, di cui 21 dei combattimenti vinti per KO.

Il 22 novembre 1986 Tyson finalmente raggiunse il suo obiettivo: gli fu data la possibilità di combattere per il titolo  dei pesi massimi World Boxing Council (WBC) contro Trevor Berbick . Tyson ha vinto il titolo per ko al secondo turno. All'età di 20 anni e quattro mesi, ha battuto il record di Patterson, diventando il più giovane campione dei pesi massimi nella storia.

Il successo di Tyson sul ring non si è fermato qui. Ha difeso il suo titolo contro James Smith il 7 marzo 1987 aggiungendo il campionato World Boxing Association (WBA) alla sua lista delle sue vittorie.

Il 1 ° agosto è diventato il primo pugile dei pesi massimi a possedere tutte e tre le cinture di boxe quando ha vinto il titolo International Boxing Federation contro Tony Tucker.

 

La Discesa agonistica 

 

 La Striscia vincente di Tyson si è conclusa l'11 febbraio del 1990, quando ha perso la cintura di campione contro Buster Douglas a Tokyo in Giappone.

Ovviamente Tyson, era il favorito. Douglas dopo essere andato al tappeto in occasione dell'ottavo round a poi messo al tappeto il campione alla decima ripresa. Tyson per la prima volta perse nella sua carriera. Perse per Ko alla 10° ripresa.

Dopo questa sconfitta Tyson non si è più ripreso, senza punti di riferimento in famiglia e nella vita ebbe nuovi problemi con la giustizia. La sua carriera terminò ufficialmente il 9 luglio 1997 quando la Commissione del Nevada ha revocato la licenza di boxe all'unanimità e multandolo per 3 milioni di dollari per aver morso Holyfield nella storica rivincita.

In più riprese Tyson cercò di tornare a combattere, invano, ma a detta di molti la sua carriera fulminante in tutti i sensi come ascesa e poi discesa terminò l'11 febbraio 1990 quando perse per KO contro un pugile grasso e non di certo in forma come Douglas.

 

Mike Tyson ha avuto una carriera fulminante che è finita molto presto soprattutto per le sue vicende extrasportive, come molti altri sportivi che dalle stalle sono andati alle stelle, non sapendo controllare il successo hanno poi passato numerosi guai. 

Scritto da: ABC Staff

Potrebbe interessarti anche

Ultimi post pubblicati