Dottor Filippo Zanella

Dottor Filippo Zanella

Il Dott. Filippo Zanella è un fisioterapista libero professionista laureato presso l'Università di Bologna.

Docente di Terapia Manuale e International K-Active Taping Instructor, è specializzato in fisioterapia dello sport e nel trattamento delle problematiche dell'apparato locomotore e viscerali.


Da subito comincia a praticare attività clinica in diversi settori, frequentando corsi di specializzazione post-universitaria sia in Italia che all'estero (Stati Uniti, Spagna, Albania, Messico), specializzandosi in ambito ortopedico, neurologico e nel settore della fisioterapia sportiva.

Ha lavorato come fisioterapista di squadra per il Romagna Rugby RFC, come fisioterapista ufficiale per numerosi eventi sportivi, tra cui campionati italiani e mondiali di Boxe, Kickboxing, Body-building, Beachtennis, Handbike, Beachvolley, Pallanuoto, Calcio, Ciclismo, Motociclismo e come collaboratore presso l'Ospedale Privato Malatesta Novello per la riabilitazione neuromotoria dei pazienti Ortopedici e Neurologici. Ha anche collaborato con la Clinica Mobile del Dott. Costa.


Ha pubblicato inoltre diversi articoli sulle principali riviste scientifiche, relativi a studi clinici, protocolli di trattamento riabilitativo e principi di sicurezza sul lavoro nella professione del fisioterapista.


Collabora all'estero come fisioterapista formatore degli operatori locali in progetti di cooperazione internazionale.
Attualmente libero professionista, svolge attività di pratica clinica presso il proprio studio, attività di docente e responsabile scientifico nei corsi di formazione superiore per fisioterapisti, attività di consulente aziendale per la valutazione della qualità dei prodotti e di consulente per la valutazione della sicurezza negli ambienti di lavoro.


Regolarmente iscritto all'AIFi (Associazione Italiana Fisioterapisti) e all'HCPC (Health & Care Professions Council - Albo delle Professioni Sanitarie del Regno Unito), da sempre sostiene la lotta contro l'abusivismo nelle professioni sanitarie.

sito web: http://www.studiozanellafisioterapia.com/

Ultimi post pubblicati

Allenamento Body Building DOMS La Parola al Fisioterapista

Allenamento Body Building DOMS La Parola al Fisioterapista

Il DOMS (Delayed Onset Muscle Soreness): trattamento e strategie per ridurre la sensazione di “acido lattico”

Per “DOMS” (Delayed Onset Muscle Soreness,) s’intende uno stato di indolenzimento del muscolo che sopraggiunge solitamente quando si svolge un allenamento fisico anaerobico di intensità elevata. La sensazione di dolore è continua, si esacerba con la pressione e viene percepita tra le 24-48 ore successive all’espletamento dell’attività fisica, anche se in alcuni casi può protrarsi fino a 7 giorni. L’insorgere di tale sensazione, variabile da individuo a individuo, è molto più probabile se l’attività fisica non è preceduta da adeguato riscaldamento e se la natura dell’attività praticata è di natura prevalentemente eccentrica

La lombalgia nello sportivo: cause e trattamento

La lombalgia nello sportivo: cause e trattamento

La lombalgia, o mal di schiena, è una dell’affezioni di più comune riscontro nella pratica clinica. Non è difficile che nel corso della propria vita si ricorra almeno una volta in una lombalgia acuta, causata sia dalle attività lavorative che da quelle sportive.

La scoliosi nello sport: cause, conseguenze e trattamento

La scoliosi nello sport: cause, conseguenze e trattamento

La scoliosi è una patologia multifattoriale del rachide che si presenta come una deviazione permanente sui tre piani spaziali della colonna vertebrale, generando una deformità strutturale globale del corpo più o meno grave.Le problematiche scoliotiche si estrinsecano prevalentemente sul piano frontale (ed è su questo che sono solitamente visibili),

Lo squat con sovraccarico è dannoso? La parola al fisioterapista

Lo squat con sovraccarico è dannoso? La parola al fisioterapista

Lo squat con sovraccarico è un movimento a catena cinetica chiusa (ovvero con i piedi fissi a terra) che consiste nel portarsi da una posizione di flessione delle ginocchia (parziale o completa) a una posizione di estensione, sollevando al contempo un carico addizionale, solitamente posto a livello del cingolo scapolare.

Stretching e prevenzione degli infortuni da sport

Stretching e prevenzione degli infortuni da sport

Lo stretching, ovvero l’allungamento passivo dei tessuti molli auto-indotto dal paziente stesso o indotto esternamente dal terapista, viene indicato tradizionalmente come terapia per la riduzione del rischio di stiramenti e come modalità di trattamento post-infortunio agli stessi muscoli.