P.T. Fabio Prescimone

P.T. Fabio Prescimone

Fabio Prescimone, nasce a Pisa nel 1975. Dopo una breve esperienza nell'atletica leggera si appassiona ai pesi ed inizia un lungo percorso di formazione da autodidatta, scandito dal conseguimento dei seguenti brevetti:

  1. Istruttore di fitness e bodybuilding presso lo CSEN di Messina
  2. Operatore di fitness posturale presso lo CSEN di Firenze-Prato
  3. Istruttore di Powerlifting di I e II livello presso l'AIF/FIPL.

Proprio al powerlifting dedica le sue energie agonistiche, debuttando in pedana nel 2011 con la Joypowerlifting e ottenendo il quarto posto al I Trofeo Raw di distensione su panca piana.

Attualmente fa parte della Lions Powerlifting Livorno, e oltre a continuare a gareggiare nella categoria Master I (over 40 anni) segue un nutrito gruppo di neofiti.

I migliori risultati in gara sono:

  • Squat: 200kg a 76kg di peso corporeo
  • Panca: 135 a 78kg
  • Stacco: 210kg a 76kg

ottenuti "raw" (cioè con solo cintura e polsini).

Fabio Prescimone cura la Sezione Forza del sito ABC Allenamento ed è disponibile per consulenze e coaching presso la palestra 5.2 di Forte dei Marmi.

Ultimi post pubblicati

Allenamento della forza: come e perché?

Allenamento della forza: come e perché?

Stronger is Better

Negli ultimi anni "la forza" è un argomento molto dibattuto nel mondo dei pesi: il rinnovato interesse per il powerlifting, la rapida diffusione del crossift (con la riscoperta della pesistica olimpica) e un approccio moderno al bodybuilding natural, libero da miti e leggende duri a morire, hanno in comune l'attenzione allo sviluppo della forza massimale nell'allenamento con i sovraccarichi.

Il Principale Errore nell'Allenamento della Forza

Il Principale Errore nell'Allenamento della Forza

Con questo articolo vorrei portare la vostra attenzione sul motivo principale di fallimento dei cosiddetti “cicli di forza” o dei programmi di forza standard facilmente reperibili in rete, per non parlare delle schede di forza autogestite (per non dire improvvisate) dai volenterosi sollevatori che non hanno la fortuna di essere seguiti da tecnici validi.