(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

5 Cose da Sapere per Costruire una Dieta Equilibrata

data di redazione: 23 Aprile 2016
5 Cose da Sapere per Costruire una Dieta Equilibrata

In questo articolo, di facile e veloce lettura, si parlerà di come alimentarsi in modo equilibrato:

1)PER DIMAGRIRE È NECESSARIO LIMITARE IL CONSUMO DI PASTA?

Spesso, chi non è bene informato è la prima cosa che fa. Non sa però che la pasta in realtà è una forte alleata della linea. I carboidrati forniti dalla pasta devono garantire il 60-70% delle calorie totali giornaliere. Anche se si trattasse di una dieta ipocalorica le proporzioni dovrebbero essere queste, con il 10-15% di proteine e del 15-30% di grassi.

Non è la pasta di per sé che fa ingrassare, ma il condimento. Pensate che un piatto di 100 grammi di pasta fornisce 350 Calorie, e allo stesso tempo è in grado di "far tacere" (specie se integrale) per un bel pò lo stimolo della fame. Inoltre, se condita in modo leggero, un bel piatto di pasta costituisce senza dubbio un ottimo alimento, proprio perché è ricca di amido e di carboidrati complessi.

Per dimagrire bisogna restringere i rubinetti calorici nell'arco della settimana, dove ogni passo fatto farà coprire una certa distanza. Quindi la pasta non va eliminata, va solamente ridotta in quantità, preferendo quella integrale. Ovviamente se mangiate pasta, non ci sarà posto per il pane.

2)SE VOGLIAMO DIMAGRIRE DOBBIAMO EVITARE A TUTTI I COSTI GLI ZUCCHERI?

Tanto per cominciare dobbiamo sapere che gli zuccheri non sono tutti uguali. Sicuramente dobbiamo evitare quelli ad assorbimento rapido, come il fruttosio, il saccarosio e tutti quegli alimenti che ne contengono in grandi quantità, come le bevande gassate e i dolci. Questi zuccheri dobbiamo evitarli, perché non danno al nostro organismo nulla di buono e per di più sono ipercalorici.

Diverso è invece il discorso per quello che riguarda gli zuccheri complessi, chiamati anche carboidrati complessi, che assumiamo mangiando la pasta, il pane, oppure i cereali. Questi zuccheri sono indispensabili al nostro organismo, perché sono in grado di fornirci una quantità consistente di amido, che per il nostro organismo è energia pura.

Per questa ragione anche se si tratta di una dieta dimagrante, i carboidrati dovrebbero costituire sempre almeno il 50% del fabbisogno calorico. Se noi priviamo il nostro organismo dei carboidrati provochiamo uno scompenso notevole che si traduce in una distruzione delle proteine dei tessuti, utilizzate come carburante in sostituzione degli zuccheri.

3)OGNI TIPO DI FRUTTA È ADATTA ANCHE SE SIAMO A DIETA?

Piuttosto che mangiare "schifezze" e gelati è sempre meglio la frutta, qualunque essa sia. Sicuramente non tutta la frutta è uguale:

  • sappiamo per esempio che la banana è più ricca di amido rispetto ad altri tipi di frutta
  • che il cocco contiene una quantità considerevole di grassi
  • che i fichi e i datteri contengono più zuccheri della media

Quindi, nonostante le differenze fra un frutto e l'altro, piccole o grandi che siano, è sempre consigliato dare largo spazio alla frutta nel nostro regime alimentare, in primis per i principi nutritivi contenuti e poi perchè il problema del sovrappeso non è sicuramente mai da imputare al consumo di prodotti ortofrutticoli.

Sappiate che 1 frutto contiene 18 grammi di carboidrati, che nella dieta a zona equivalgono a 2 blocchi. Un piatto di pasta da 75 grammi sono 5 blocchi, quindi 2 frutti e mezzo equivalgono ad un piatto di pasta come contenuto di carboidrati, ovviamente con meno calorie e più vitamine e sali minerali. Il consumo è da preferire a colazione e a merenda, oppure nei pasti come fonte aggiuntiva di carboidrati.

4)DOBBIAMO EVITARE COMPLETAMENTE IL CONSUMO DI GRASSI SE VOGLIAMO PERDERE PESO?

Dobbiamo sapere che i grassi sono nutrienti vitali. Proprio per questo non possiamo pensare di eliminarli dalla nostra alimentazione, ma anche i grassi non sono tutti uguali. Dobbiamo cercare di assumere gli acidi grassi essenziali, che possiamo trovare nel pesce, nella frutta secca e in alcuni tipi di olio (soia, girasole e mais). Quelli che dobbiamo limitare sono invece i grassi saturi, che troviamo per esempio nel burro o nella panna. In ogni caso è bene sapere che il nostro organismo ha bisogno di una quantità limitata di grassi, che nella nostra dieta non dovrebbe superare il 30%.

5)È MEGLIO PRIVILEGIARE LA CARNE O IL PESCE PER DIMAGRIRE?

Sia la carne che il pesce sono ottimi alimenti, è chiaro, assunti con moderazione, soprattutto la carne. In ogni caso è meglio dare la precedenza al pesce, a parità di valore proteico generalmente meno grasso della carne. Infatti, alcuni pesci grassi, sono meno ricchi di lipidi delle carni meno grasse. Dobbiamo comunque privilegiare il pesce anche per la qualità dei grassi che contiene; infatti contiene i grassi insaturi, che sono buoni per il nostro organismo, al contrario di quelli saturi che si trovano soprattutto nella carne.

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

Pollo o Maiale?
17 Settembre 2015

Pollo o Maiale?

Quale delle 2 Carni è Preferibile? Dipende!

Il maiale è a basso contenuto di sale ed è una ricca fonte di proteine di buona qualità. E 'anche una buona fonte di diverse vitamine e minerali necessari per una buona salute tra cui ferro, zinco, alcune vitamine del gruppo B, selenio e fosforo.

I Giusti Macro Nutrienti a Seconda dello Sport Praticato
10 Giugno 2016

I Giusti Macro Nutrienti a Seconda dello Sport Praticato

Esistono notevoli differenze tra l'alimentazione da seguire in base al diverso tipo di sport che viene praticato.Per coloro che svolgono Sport di Resistenza, Sport di Forza o Potenza, Sport di Velocità o Scatti...

Ultimi post pubblicati

TWIST ROLLER PER ESTENSORI AVAMBRACCI
12 Dicembre 2018

TWIST ROLLER PER ESTENSORI AVAMBRACCI

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.

Infortunio ai Muscoli Ischiocrurali
10 Dicembre 2018

Infortunio ai Muscoli Ischiocrurali

Il migliore metodo per evitare un doloroso infortunio ai flessori della coscia è la prevenzione. Spesso accade che gli atleti, quando sono in forma, tendono a strafare e spesso e volentieri sono gli eccessivi carichi di lavoro a produrre questo genere di infortunio.