Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

I 15 Benefici Salutari del Cardamomo

data di redazione: 15 Settembre 2016 - data modifica: 16 Settembre 2016
I 15 Benefici Salutari del Cardamomo

Validi motivi per consumare cardamomo

Il cardamomo è originario delle foreste sempreverdi dell'India.

Questa spezia è comunemente usato nella cucina indiana, ma ha anche fatto la sua strada nella medicina ayurvedica come trattamento per le ulcere della bocca, come coadiuvante dei problemi digestivi, e persino utilizzato contro la depressione.

I benefici per la salute di questa piccante spezia, dal sapore leggermente agrumato sono al vaglio dei medici nell’ambito degli studi moderni per la prevenzione e per la cura di alcune patologie.

Quindi noi pensiamo che valga la pena di aggiungere cardamomo al cibo non solo per dare un po’ più di personalità ai vostri piatti ma anche per una questione di proprietà salutari e curative.

Si può utilizzare il cardamomo anche in tisane insieme a curcuma e zenzero per gustarvi una bevanda calda con tante proprietà benefiche per la vostra salute.

Al seguito alcuni motivi per utilizzare il cardamomo.


Aiuta la digestione

Il Cardamomo può essere usato come lo zenzero per contrastare problemi digestivi. È un ottimo antiemetico, cioè per combattere la nausea, l’acidità di stomaco, il gonfiore addominale, gas intestinali, ma anche semplici bruciori di stomaco, per la perdita di appetito, la costipazione, e molto altro ancora.

Disintossica l’organismo

Questa spezia aiuta il corpo ad eliminare i rifiuti metabolici attraverso i reni.

Combatte l’alitosi

In India masticano cardamomo dopo i pasti o quando hanno bisogno di rinfrescare l’alito.

È un diuretico

Uno dei motivi più motivanti per utilizzare cardamomo ai fini salutistici è perché questa spezia è un buon disintossicante con delle ottime proprietà diuretiche. Aiuta a pulire il tratto urinario, della vescica e dei reni, la rimozione dei rifiuti, il sale, l'acqua in eccesso, le tossine, e contrasta le infezioni.

Contro la depressione

Non sono ancora state dimostrate le sue proprietà antidepressive, ma la medicina ayurvedica utilizza il tè di cardamomo come un mezzo per combattere la depressione.

Per la tua igiene orale

Oltre a contrastare l'alito cattivo, il cardamomo è usato per le ulcere della bocca e le infezioni della bocca e della gola.

Una medicina contro il raffreddore e l’influenza

Questa piccante spezia può aiutare a prevenire e alleviare i sintomi del raffreddore e dell'influenza. È utilizzato anche per la bronchite e la tosse.

Cancro

Alcuni studi stanno dimostrando come il cardamomo protegge dai tumori, ne inibisce la crescita, e uccide alcuni tipi di cancro.

Pressione sanguigna

Siccome è una spezia diuretica e ricca di fibra, il cardamomo riduce significativamente la pressione sanguigna.

Coaguli di sangue

Cardamomo impedisce pericolosi coaguli di sangue prevenendo l'aggregazione piastrinica e impedisce che esse aderiscano alle pareti delle arterie.

È un antiossidante

Molte delle vitamine, dei fitonutrienti, e gli oli essenziali nel cardamomo agiscono come antiossidanti, ripuliscono dai radicali liberi e contrastano l'invecchiamento cellulare.

Combatte gli agenti patogeni

Gli oli essenziali volatili nel cardamomo inibiscono la crescita di virus, batteri, funghi e muffe.

Antinfiammatorio

Come lo zenzero e la curcuma, il cardamomo ha alcune proprietà anti-infiammatorie che limitano il dolore ed il gonfiore, soprattutto nelle mucose della bocca e della gola.

Un rimedio per il singhiozzo

Il cardamomo è un anti-spasmodico e può aiutare a sbarazzarsi del singhiozzo. Questo vale anche per altri spasmi muscolari involontari, come per lo stomaco ed i crampi intestinali.

È un afrodisiaco

La medicina tradizionale considera il cardamomo come un potente afrodisiaco. È un buon rimedio per aiutare chi ha problemi di disfunzione erettile e di impotenza.

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

​Curcuma: 3 Buoni Motivi per Inserirla nella Propria Dieta
07 Aprile 2016

​Curcuma: 3 Buoni Motivi per Inserirla nella Propria Dieta

La magia della curcuma risiede nelle radici, in particolare nel composto chimico chiamato curcumina. La curcumina è un polifenolo - un composto chimico presente nelle piante con proprietà antiossidanti e tantissimi attributi terapeutici.

7 Alimenti Antinfiammatori per la Salute delle Articolazioni
01 Ottobre 2014

7 Alimenti Antinfiammatori per la Salute delle Articolazioni

Come prevenire i dolori articolari con i magnifici sette

Ciò che si mangia può aiutare a mantenere le articolazioni e le ossa sane e forti. Una buona regola per scegliere gli alimenti giusti è quella di prediligere cibi più naturali, quelli più vicini alla terra e meno elaborati, evitando cibi fritti e trasformati, grassi trans, e la carne bruciata dalla cottura che aumentano l'infiammazione.

Ultimi post pubblicati

Programma Alimentare per Bodybuilding: cosa mangiare e cosa evitare
16 Ottobre 2019

Programma Alimentare per Bodybuilding: cosa mangiare e cosa evitare

Per massimizzare i risultati ottenibili tramite l’allenamento in palestra, è necessario porre estrema attenzione sulla propria dieta, in quanto alimentarsi in maniera sbagliata può rallentare di molto il raggiungimento dei propri obiettivi relativi alla crescita muscolare e al miglioramento della propria composizione corporea.

Personal Trainer Sì o No?
27 Settembre 2019

Personal Trainer Sì o No?

I personal trainer sono atleti avanzati, magari anabolizzati? Questa è una credenza popolare anni 90 che in questo post sarà smentita. Affidarsi ad un personal trainer vuol dire scegliere di fare il giusto ingresso in una palestra; vuol dire approcciarsi correttamente al mondo dell’allenamento fitness.