(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

6 Centrifugati che Vi Aiuteranno a Dimagrire

data di redazione: 21 Luglio 2016
6 Centrifugati che Vi Aiuteranno a Dimagrire

I centrifugati possono essere preparati senza sbucciare la frutta, se questa è biologica ovviamente, i centrifugati hanno un elevato potere idratante e vengono consigliati come ricostituenti naturali in caso di stress, attività fisica frequente, periodi di studio intenso. In generale, i succhi fatti in casa con l'estrattore o con la centrifuga hanno il vantaggio di non contenere conservanti, coloranti, zuccheri raffinati e additivi che potrebbero essere presenti nei succhi confezionati di produzione industriale.


Verdura e frutta sono prodotti alcalinizzanti.

CIBI ALCALINIZZANTI:

(in ordine decrescente di potenza alcalinizzante)

  • fichi
  • albicocche secche
  • spinaci
  • datteri
  • barbabietole
  • carote
  • sedano
  • lattuga
  • succo ananas
  • patate
  • albicocche
  • ananas intero
  • fragole
  • succo di pomodoro
  • ciliegie
  • banane
  • arance
  • pomodoro
  • cavolfiore
  • pesche
  • pompelmo
  • succo di limone
  • funghi
  • mela
  • pera
  • uva
  • latte
  • cipolle
  • piselli freschi.

In caso di ridotta disponibilità di bicarbonati, l'organismo deve far ricorso a sali che normalmente hanno altre funzioni, in particolar modo ai fosfati e al calcio presente nelle ossa. Da notare che il fosfato calcico, un componente fondamentale dello scheletro, si rende maggiormente solubile a pH acido. L'acidosi quindi facilita l'impiego d'emergenza di questi sali: il risultato è la demineralizzazione ossea.

La migliore cura (o meglio, prevenzione) delle patologie degenerative dello scheletro risiede dunque nel mantere intatte le riserve alcaline dell'organismo. La misurazione ripetuta nel tempo del pH ci può dare tutte le informazioni necessarie per controllare lo stato di queste scorte.

Aumentare l'assunzione di verdura e frutta è importante, ma lo è altrettanto la riduzione degli alimenti iperacidificanti, in primis le proteine animali, come per esempio la carne. Solo riducendo gli alimenti acidificanti e aumentando quelli alcalinizzanti è possibile ridurre o arrestare i fenomeni di impoverimento tissutale.

Particolare attenzione andrà comunque posta nel valutare l'alimentazione nella sua globalità, per non incorrere in altre carenze o errori, come ad esempio l'impiego di verdure ricche di acido ossalico o l'eccessivo uso di frutta acida in soggetti sensibili.

Altro sistema interessante, e dai risultati più rapidi, è l'impiego dei centrifugati. Tale soluzione apporta notevoli vantaggi, come ad esempio di non sovraccaricare l'organismo di fibre con conseguenti fastidi quali gonfiori, irritazioni del colon, flatulenza, minor assimilazione di minerali e altri importanti nutrienti.

Il centrifugato va preparato e bevuto all'istante per minimizzare i fenomeni ossidativi, estremamente aggressivi su alimenti che presentano ampie superfici esposte all'aria. Vasta è la scelta dei cibi ma un classico, sia per gusto sia per capacità alcalinizzanti, è il centrifugato di mela e carote.

Fatta questa premessa vi proponiamo 6 ricette di centrifugati che vi aiuteranno ad aumentare il consumo di frutta e verdura nell'arco delle vostre giornate e coadiuveranno il vostro dimagrimento corporeo globale.

CENTRIFUGATO AL POMPELMO

  • un pompelmo o un’arancia
  • un pezzo di radice di zenzero fresco
  • due coste di sedano
  • un quarto di finocchio
  • una spolverata di cannella
  • Dolcificare il centrifugato con un cucchiaino di miele o melassa nera.

CENTRIFUGATO ALL’ANANAS

  • una mela verde
  • un quarto di finocchio
  • radice fresca di zenzero
  • due fette di ananas fresco
  • foglie di menta fresca

CENTRIFUGATO VERDE

  • una mela gialla
  • 2-3 fette di ananas
  • un mazzetto di spinaci
  • un mazzetto di prezzemolo
  • un cetriolo
  • 2 coste di sedano
  • radice fresca di zenzero
  • Dolcificare il centrifugato con un cucchiaino di miele o melassa nera

CENTRIFUGATO ROSSO

  • un etto di mirtili o ribes
  • un’arancia rossa
  • una carota
  • una barbabietola
  • un cucchiaio di bacche di goji
  • un cucchiaino di miele.

CENTRIFUGATO VERDE

  • un mazzetto di rucola
  • una costa di sedano
  • mezzo avocado
  • mezzo finocchio
  • mezzo cetriolo

CENTRIFUGATO ALLE SPEZIE

  • un cetriolo grande
  • curcuma e cannella in polvere
  • zenzero fresco
  • 1/2 finocchio
  • una mela verde
Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Quali Gruppi di verdure hanno il più alto o basso contenuto di carboidrati?
01 Ottobre 2014

Quali Gruppi di verdure hanno il più alto o basso contenuto di carboidrati?

Un modo semplice per ricordare le verdure low-carb

La maggior parte delle verdure non amidacee contengono pochi carboidrati - meno di 5 grammi per 100 grammi di prodotto. Ma ci sono differenze tra di loro.Qui per una regola pratica e veloce, divideremo le verdure in quattro gruppi, a seconda della parte della pianta da cui provengono.

Piselli
30 Settembre 2014

Piselli

I piselli sono uno dei legumi più nutrienti, ricchi di sostanze benefiche come fito-nutrienti, minerali, vitamine e antiossidanti.

I piselli freschi contengono anche una buona dose di acido ascorbico (vitamina C) ottima per gli sportivi. Contiene 40 mg/100 g o 67% del fabbisogno giornaliero di vitamina C. La vitamina C è un potente antiossidante naturale idrosolubile. Ortaggi ricchi di questa vitamina aiutano il corpo a sviluppare la resistenza agli agenti infettivi e ripulirlo dai dannosi radicali liberi che favoriscono l'infiammazione.

Ultimi post pubblicati

Soufflè Proteici Al Cioccolato e Cocco
18 Febbraio 2019

Soufflè Proteici Al Cioccolato e Cocco

Volete terminare le vostre proteine al cioccolato realizzando una ricetta deliziosa? Vi consigliamo di provare il nostro soufflè proteico al cioccolato e cocco.
Preparazione: 20 min.
Difficoltà: 3
N. porzioni: 2
Budino Proteico Alla Vaniglia
18 Febbraio 2019

Budino Proteico Alla Vaniglia

Il budino con latte e uova è un dolce altamente proteico ideale per una colazione o merenda da sportivo. In questa ricetta vi proponiamo un modo per farsi a casa propria un budino proteico con le vostre proteine del siero del latte. 
Preparazione: 40 min.
Difficoltà: 3
N. porzioni: 2