(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Funghi

data di redazione: 04 Giugno 2015 - data modifica: 01 Ottobre 2014
Funghi

I benefici nutrizionali dei funghi

Quali sono i benefici dei funghi per la salute?

I funghi, anche se classificati come verdure nel mondo del cibo, non sono tecnicamente piante. Essi appartengono al regno dei funghi e anche se non sono verdure, i funghi forniscono alcuni nutrienti importanti.

E' risaputo che la chiave per ottenere un numero sufficiente di vitamine e minerali nella dieta è quello di mangiare una colorata varietà di frutta e verdura - più colore c'è, meglio è. Tuttavia, questa filosofia tende a lasciare i funghi al buio. In molti casi, se un cibo manca di colore, manca anche di nutrienti necessari. Tuttavia, i funghi - che comunemente non hanno particolari colori - dimostrano piuttosto il contrario.

 

Composizione nutrizionale dei funghi (Vedere la tabella in fondo all'articolo per un'analisi approfondita)
I funghi sono naturalmente a basso contenuto di sodio, grassi, colesterolo e calorie e sono stati spesso definiti come "alimenti funzionali". Oltre a fornire la nutrizione di base, aiutano a prevenire le malattie croniche per la presenza di antiossidanti e fibre alimentari benefici come la chitina e i beta glucani.

 

Funghi

Una tazza di funghi bianchi crudi tagliati a fette contiene 15 calorie, 0 grammi di grassi, 2,2 grammi di proteine, 2,3 grammi di carboidrati (compresi 0,7 grammi di fibre e 1,4 grammi di zucchero). Anche se ci sono una grande varietà di funghi disponibili, la maggior parte forniscono la stessa quantità e le stesse sostanze nutritive per porzione, indipendentemente dalla loro forma o dimensione.

 

I funghi sono ricchi di vitamine del gruppo B come la riboflavina, acido folico, tiamina, acido pantotenico e niacina. I funghi forniscono anche diversi minerali che possono essere difficili da ottenere nella dieta, come il selenio, potassio, rame, ferro e fosforo.

 

I beta glucani sono un tipo di fibra che si trova nelle pareti cellulari di molti tipi di funghi. Recentemente, i beta-glucani sono stati oggetto di approfonditi studi che hanno esaminato il loro ruolo nel migliorare la resistenza all'insulina e i livelli di colesterolo nel sangue, riducendo il rischio di obesità e fornendo una spinta immunitaria.

 

I funghi contengono anche colina; un nutriente importante rilevato che aiuta con il sonno, il movimento muscolare, l'apprendimento e la memoria. La Colina aiuta nel mantenere la struttura delle membrane cellulari, aiuta nella trasmissione degli impulsi nervosi, supporta il corretto assorbimento dei grassi e riduce l'infiammazione cronica.

 

 

Possibili benefici per la salute dovuti al consumo di funghi
Il consumo di frutta e verdura di ogni tipo sono stati a lungo associati con un rischio ridotto di molte condizioni di salute e ad uno stile di vita più sano. Innumerevoli studi hanno suggerito che l'aumento del consumo di alimenti che crescono naturalmente, come i funghi, riduce il rischio di obesità e mortalità generale, di diabete, di malattie cardiache e promuove un sano colorito e una buona salute dei capelli, oltre ad un aumento di energia e un peso corporeo complessivo inferiore.

 

Cancro: I funghi contengono un alta capacità antiossidante come le carote, pomodori, peperoni verdi e rossi, zucche, fagiolini e zucchine.

Il selenio è un minerale che non è presente nella maggior parte della frutta e verdura, ma può essere trovato nei funghi. Esso svolge un ruolo nella funzione degli enzimi del fegato, e aiuta a disintossicare alcuni composti cancerogeni nel corpo. Inoltre, il selenio previene l'infiammazione e riduce anche i tassi di crescita del tumore.

 

E' stato anche dimostrato che la vitamina D presente nei funghi, può inibire la crescita delle cellule del cancro contribuendo alla regolazione del ciclo di crescita cellulare. Il folato presente nei funghi gioca un ruolo importante nella sintesi e riparazione del DNA, impedendo così la formazione di cellule tumorali da mutazioni nel DNA.

 

Diabete: studi hanno dimostrato che i diabetici di tipo 1 che seguono diete ricche di fibre, hanno livelli ematici più bassi di glucosio mentre ai diabetici di tipo 2 potrebbero migliorare i livelli di zuccheri nel sangue, lipidi e livelli di insulina.

 

  • La dose raccomandata di fibre sono 20-25 g al giorno per le donne e 30-35 g al giorno per gli uomini.

 

La salute del cuore: La fibra, il potassio e la vitamina C contenuti nei funghi, contribuiscono alla salute cardiovascolare. Potassio e sodio lavorano insieme nel corpo per aiutare a regolare la pressione sanguigna . Il consumo di funghi, che sono ad alto contenuto di potassio e poveri di sodio, aiutano ad abbassare la pressione sanguigna e ridurre il rischio di pressione alta oltre che le malattie cardiovascolari.

Inoltre, l'assunzione di 3 grammi di betaglucani al giorno può abbassare i livelli di colesterolo nel sangue del 5%.

 

Immunità: Il selenio, come dimostrato, può anche migliorare la risposta immunitaria alle infezioni stimolando la produzione di cellule T killer. Le fibre dei beta glucani che si trovano nelle pareti cellulari dei funghi, stimolano il sistema immunitario a combattere le cellule tumorali e a prevenire la formazione di tumori.

 

Controllo del peso e sazietà: la fibra alimentare svolge un ruolo importante nella gestione del peso funzionando come un "agente di carica" ​​nel sistema digestivo. I funghi contengono due tipi di fibre alimentari nelle loro pareti cellulari: beta-glucani e chitina che aumentano la sazietà e riducono l'appetito, facendovi sentire sazi più a lungo e riducendo così l'apporto calorico complessivo.

 

Come inserire più i funghi nella vostra dieta
Al momento dell'acquisto dei funghi, scegliete quelli che sono sodi, asciutti, e privi di ammaccature. Evitate i funghi che appaiono viscidi o appassiti. Conservate i funghi in frigorifero e non lavateli e tagliateli fino al momento dell'uso.

 

Suggerimenti rapidi:

Aggiungete i funghi crudi e affettati in qualsiasi insalata.

Aggiungere i funghi a fette alle omelette, o alle uova strapazzate come prima colazione e per torte salate.
Grigliate i funghi e usateli come contorno, conditi con un filo di olio ev. prezzemolo e aglio.

 

Potenziali rischi per la salute dovuti al consumo di funghi

Sebbene i funghi selvatici hanno fatto parte della dieta umana per molti secoli, alcuni funghi selvatici possono rappresentare un rischio per coloro che non sanno distinguere tra quelli sicuri e quelli pericolosi.

 

Mangiare i funghi selvatici che sono tossici per gli esseri umani può causare malattie gravi e talvolta anche la morte. Gli studi hanno anche dimostrato che alcuni funghi selvatici contengono alti livelli di metalli pesanti e altre sostanze chimiche nocive.

 

Per evitare questi pericoli, è meglio consumare i funghi coltivati in condizioni appropriate.

 

Il consumo di beta glucani si pensa sia sicuro per la maggior parte delle persone. Tuttavia, dal momento che i beta glucani sono in grado di stimolare la funzione immunitaria, questo può essere un rischio per le persone con malattie autoimmune, come l'artrite reumatoide, il lupus , l'asma e la sclerosi multipla. 
I ricercatori devono ancora concludere quali siano gli effetti negativi su coloro che soffrono di queste condizioni e l'assunzione di beta-glucani.

 

Una Dieta basata sul modello generale di consumo è quanto più importante nella prevenzione delle malattie e per raggiungere un buon stato di salute. Una dieta con tante varietà di alimenti è da prediligere, piuttosto che concentrarsi su alimenti individuali come chiave per una buona salute.

INFORMAZIONI NUTRIZIONALI Funghi Portabella (Champignon) crudi 

Nutriente

Unita'

Valore per 100 g

 
tazza a dadini 
86g

Acqua

g

92.82

79.83

Energia

kcal

22

19

Proteine

g

2.11

1.81

Totale lipidi (grassi)

g

0.35

0.30

Carboidrati, per differenza

g

3.87

3.33

Fibra, alimentare totale

g

1.3

1.1

Zuccheri, totale

g

2.50

2.15

Minerali

Calcio, Ca

mg

3

3

Ferro, Fe

mg

0.31

0.27

Fosforo, P

mg

108

93

Potassio, K

mg

364

313

Sodio, Na

mg

9

8

Zinco, Zn

mg

0.53

0.46

Vitamine

Vitamina C, 

mg

0.0

0.0

Tiamina

mg

0,059

0,051

Riboflavina

mg

0.130

0,112

Niacina

mg

4,494

3,865

Vitamina B-6

mg

0,148

0.127

Folato, DFE b

mg

28

24

Vitamina B-12

mg

0.05

0.04

Vitamina A, RAE

mg

0

0

Vitamina A, IU

IU

0

0

Vitamina E (alfa-tocoferolo)

mg

0.02

0.02

Vitamina D (D2 + D3)

mg

0.3

0.3

Vitamina D

IU

10

9

Vitamina K (fillochinone)

mg

0.0

0.0

Lipidi

Acidi grassi, saturi totale

g

0.060

0.052

Acidi grassi monoinsaturi totale

g

0.020

0.017

Acidi grassi polinsaturi totale

g

0,117

0,101

Colesterolo

mg

0

0

Altro

Caffeina

mg

0

0

Fonte: Database Nutrienti USDA

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

10 Motivi per Consumare le Fave
15 Maggio 2016

10 Motivi per Consumare le Fave

​Le fave sono legumi della sottofamiglia delle Papilionacee, originarie dell'Asia minore e diffuse in tutta l'Europa. Vengono chiamate la carne dei poveri grazie al loro apporto proteico, vitaminico e sali minerali

I Benefici apportati alla salute dalle Zucchine
19 Agosto 2015

I Benefici apportati alla salute dalle Zucchine

Le zucchine sono un tipico ortaggio estivo, aventi variazioni di colore che vanno dal giallo al verde intenso,  hanno una consistenza tenera con un sapore leggermente dolce, inoltre hanno solo 21 calorie per porzione, che le rendono onnipresenti nelle diete per dimagrire. Le Zucchine vantano un profilo nutrizionale alquanto ricco, offrendo benefici per la salute, grazie al suo alto contenuto di fitonutrienti, minerali e vitamine.

Ultimi post pubblicati

Grande Pettorale
15 Ottobre 2018

Grande Pettorale

Origine, inserzione ed Azione

Il grande pettorale unitamente al muscolo piccolo pettorale, al muscolo succlavio e al muscolo dentato anteriore, costituisce i muscoli toracoappendicolari (muscoli estrinseci del torace).

WHOODCHOPPER CON 1 MANUBRIO
15 Ottobre 2018

WHOODCHOPPER CON 1 MANUBRIO

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.