(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Le 5 Varietà di Peperoncino più Piccanti al Mondo

data di redazione: 04 Aprile 2016
Le 5 Varietà di Peperoncino più Piccanti al Mondo

Ci sono tanti tipi di peperoncino, ognuno con le sue caratteristiche; imparare a conoscerli ti aiuterà a sfruttare al meglio le loro proprietà, in questo articolo vedremo quali sono le 5 varietà di peperoncino più piccanti al mondo; quasi tutti conosciamo l'HABANERO, pensando che sia il peperoncino più piccante al mondo, ma non è così; ecco in ordine decrescente i 5 peperoncini più piccanti al mondo:

5) HABANERO

E' il peperoncino della foto ed è l'ideale per una salsa piccante. Questa famiglia di peperoncini ha vari gradi di piccantezza; quelle più usate sono le varietà rossa e cioccolato che però possono essere fin troppo piccanti, a scapito del gusto. Gli Habanero, infatti, sono tra i peperoncini più piccanti di tutto il mondo. Hanno un grado di piccantezza che arriva intorno alle 600.000 unità di Scoville Se volete provare qualcosa di forte, ma con un sapore fruttato, provate l'habanero orange, che tocca quota 250.000 sulla scala Scoville. E' il peperoncino perfetto per una salsa dolce e piccante.

Studi scientifici hanno dimostrato che il consumo di peperoni habanero ha offerto benefici contro il cancro alla prostata. Uno studio condotto dal Dipartimento di Ematologia / Oncologia al Cedars Sinai Medical Center di Los Angeles, in California, ha rivelato che la somministrazione orale di capsaicina ha significativamente rallentato la crescita e la proliferazione delle cellule tumorali della prostata umana. I risultati di questo studio sono promettenti per l'uso regolare della capsaicina nel trattamento del cancro della prostata. Il più piccante è Chocolate Habanero -700.000 SHU

4) Naga Viper

Gerald Fowler, eccentrico contadino inglese, incrociò il Naga Bhut Jolokia, il Naga Morich e il Trinidad Scorpion. Gli fruttò nel 2011 il titolo nel Guinness dei Primati per il peperoncino più piccante al Mondo. sono passati 3 anni, e quel record è stato umiliato. Il Naga Viper ha ottenuto 1.380.000 SHU

3) Pot Brain Strain

Con 1.900.000 SHU questa varietà di peperoncino si pone al 3 posto. Il calcolo della piccantezza viene fatto con un indice creato ad hoc, che si chiama Scala di Scoville: si parte da 0 e si arriva a 16 milioni; il numero di unità di Scoville che indica l'appartenenza alla scala (SHU) indica la quantità di capsaicina equivalente contenuta (quindi il valore 16 milioni si riferisce alla capsaicina pura). Il nome di questo peperoncino viene dalla sua curiosa forma simile a delle cervella umane. Non solo assomiglia al cervello, ma lo fonde letteralmente da quanto è piccante.

2) Trinidad Moruga Scorpion

Con 2.009.231 SHU si pone al secondo posto mondiale. Originario del distretto di Moruga in Trinidad e Tobago, è classificato da febbraio 2012 come il più piccante al mondo, per poi perdere il posto a favore del Carolina Reaper. Questo particolare peperoncino ha le dimensioni di una palla da golf (dimensioni piuttosto notevoli per un peperoncino di quella specie). La sua piccantezza è così pericolosamente alta (il succo capsico ha persino irritato le mani dei ricercatori passando attraverso i guanti in lattice) che l'assaggio, suggeriscono gli studiosi, dovrebbe essere fatto con estrema cautela.

1) Carolina Reaper

Con 2.200.000 SHU si pone al primo posto mondiale per il peperoncino più piccante che esista. Carolina Reaper è il nome del peperoncino che a Novembre 2013 si è guadagnato il titolo di peperoncino più piccante al mondo. Il nome completo, con cui è stato registrato, è Carolina Reaper Smokin’ Ed, in cui è indicata la provenienza, ovvero il South Carolina, negli Stati Uniti, e il suo creatore, Ed Currie. Secondo alcune testimonianze, mettere in bocca un peperoncino del genere equivarrebbe a sperimentare l’inferno con il palato. Di certo, questo piccantissimo vegetale non è adatto a palati fini o troppo sofisticati o a chiunque non abbia mai assaggiato peperoncini classificati nella scala di Scoville e fatto esperienza di simili livelli di piccantezza. Nel caso vogliate fare la pazzia, una tazza di latte freddo a portata di mano è consigliatissima. I creatori hanno dichiarato di aver incrociato un peperoncino Habanero rosso proveniente dai Caraibi con un Naga pakistano. secondo gli stessi sviluppatori, il peperoncino richiamerebbe un gusto di cannella e cioccolato.

Potrebbe interessarti anche

Come Preparare il Dado Vegetale Granulare in Modo Naturale
20 Settembre 2015

Come Preparare il Dado Vegetale Granulare in Modo Naturale

Dado Vegetale Granulare Fatto in Casa

Questo dado è ottimo per le pappe dei bambini, ed è molto utile anche per insaporire risotti, legumi, carni, brodi vegetali o anche in sostituzione di un soffritto per il sugo se avete poco tempo per prepararlo.

Cavolini di Bruxelles
20 Gennaio 2015

Cavolini di Bruxelles

I benefici nutrizionali per la salute apportati da queste verdure

I Cavolini di Bruxelles sono piccoli, germogli verdi a foglia che assomigliano ai cavoli ma in miniatura. I germogli tuttavia sono eccezionalmente ricche fonti di proteine, fibre alimentari, vitamine, minerali e antiossidanti. In realtà, vi è un interesse sempre in crescita sui benefici per la salute che questi germogli hanno da offrire.

Ultimi post pubblicati

DIFESA PERSONALE - COME TIRARE UNA GOMITATA EFFICACE
17 Febbraio 2019

DIFESA PERSONALE - COME TIRARE UNA GOMITATA EFFICACE

Consigli sugli errori da non fare e gli accorgimenti da adottare

Le gomitate sono un tema scottante per la difesa personale, e se vuoi dei consigli per tirarla in modo efficace trovi un video esplicativo in coda all’articolo.

Warrior Diet - La Dieta Del Guerriero
17 Febbraio 2019

Warrior Diet - La Dieta Del Guerriero

Il digiuno, la riduzione o l'astinenza dal consumo di cibo, è una pratica alimentare che è stata usata fin dall'antichità per vari scopi: religiosi, sanitari e fisici finalizzati a migliori performance in combattimento. La Warrior Diet o dieta del guerriero (avente similitudini con la Paleo Diet) nasce a seguito di uno studio delle abitudini alimentari dei guerrieri dell'antica Roma, e in generale degli uomini dell'età della pietra.