ABC Allenamento
(0)
Carrello (00)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Le Patate aiutano a Bruciare i Grassi?

data di redazione: 22 Settembre 2015
Le Patate aiutano a Bruciare i Grassi?

Patate, Banane e Riso aiutano il Processo di Ossidazione dei Grassi

Carboidrati per bruciare i grassi? come le patate? Come? Ma le patate non hanno un indice glicemico alto e quindi provocano l'accumulo di grasso?

Beh, forse no, almeno secondo un ricercatore americano Milton Stokes. Questo studioso ha scoperto l'amido resistente, una fibra alimentare presente in molti cibi ricchi di carboidrati, come le patate, che resiste al processo digestivo.

Anche i cereali ed alcuni tipi di fagioli contengono questo amido, ma per usufruire della sua potenza è necessario raffreddarli.

Secondo Stokes questa potenza comprende un aumento della capacità corporea di bruciare i grassi e sentirsi sazi, riducendo, quindi, la fame: "Uno studio ha scoperto che sostituendo solo il 5,4% della dose totale di carboidrati assunti con l'amido resistente ha provocato un aumento del 20-30% dell'ossidazione dei grassi dopo un pasto. Inoltre sembra che questo amido abbia anche enormi benefici sulla salute perchè protegge il rivestimento del colon, riducendo, così, la probabilità di danni che potrebbero provocare il cancro."

Allora dovremmo mangiare patate tutti i giorni sino a scoppiare? No il troppo non è mai una buona cosa, in tutto quello che riguarda la vita e quindi anche l'alimentazione.

Stokes suggerisce che è sufficiente aggiungere mezza patata lessata raffreddata al giorno per godere dei benefici di questo amido resistente. Altre alternative sono la purea di fagioli, l'hummus, le banane non troppo mature, le patate dolci, il riso integrale ed il mais. Pertanto consumare con parsimonia alimenti ricchi di amido non è sbagliato in quanto questi alimenti innescano i processi termogenici.

Un consiglio per coloro che cenano ad orari impensabili, come le 22, dopo aver effettuato un qualsiasi allenamento in palestra.

Provate a consumare 2 banane schiacciate con 2 cucchiai di proteine in polvere al gusto vaniglia, amalgamate il tutto sino a ridurre il composto in una pappina; se lega molto, aggiungete un velo di latte o acqua. Se lo fate per qualche sera nell'arco della settimana, avrete enormi benefici in termini di perdita di grasso corporeo.

Buon ABC Allenamento



Potrebbe interessarti anche

Cibi Acidi e Cibi Alcalini
01 Ottobre 2014

Cibi Acidi e Cibi Alcalini

L'equilibrio Acido/alcalino del corpo è molto importante, infatti è preferibile mangiare prevalentemente cibi alcalini dal momento che livelli elevati di acidi possono compromettere il buon funzionamento del nostro organismo.

L'Aglio Fa Dimagrire?
11 Maggio 2015

L'Aglio Fa Dimagrire?

Studi hanno dimostrato la potenza dell'aglio per il dimagrimento

Le qualità salutari dell'aglio sono note in tutto il mondo, come il suo odore pungente. Ma gli scienziati sostengono di aver trovato un nuovo beneficio di questo prodotto

Ultimi post pubblicati

BodyBuilding a Circuito Per Perdere Grasso e Conservare La Massa Muscolare
21 Aprile 2021

BodyBuilding a Circuito Per Perdere Grasso e Conservare La Massa Muscolare

Come Perdere peso in grasso, senza perdere muscoli

Non ci sono dubbi che l’esercizio, in particolare quello orientato all’allenamento della forza, possa contribuire al mantenimento della massa muscolare durante la riduzione del peso. Per perdere grasso bisogna mettersi a dieta, i provvedimenti dietetici devono dare particolare attenzione all’assunzione delle proteine

Scheda in Monofrequenza con Richiami Muscolari
08 Aprile 2021

Scheda in Monofrequenza con Richiami Muscolari

Scheda di Allenamento Old School anni 80

La monofrequenza “pura” non esiste, perché la fisiologia del nostro corpo va in una direzione completamente diversa. Chi pensa d’allenare un muscolo una volta a settimana in monofrequenza, in realtà non sa che sta facendo un allenamento pesante, più diversi richiami, perché nessun muscolo può mai lavorare in modo totalmente isolato. Fatta questa premessa entriamo nel nocciolo dell'articolo.