(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Come conservare gli alimenti

data di redazione: 27 Ottobre 2015
Come conservare gli alimenti

Alcune regole per la conservazione del cibo e mantenerlo fresco e in ottime condizioni per giorni

Al giorno d'oggi è indispensabile avere in casa tutto quanto occorre per diversi giorni per poter far fronte alle necessità di ognuno di noi, e poter avere le provviste per i nostri pasti o spuntini prima o dopo esserci allenati.

Quindi diviene indispensabile conservare in modo corretto gli alimenti per mantenerli freschi il più a lungo possibile.

In nostro aiuto c'è comunque il "magico" frigorifero!

Questo elettrodomestico è il nostro miglior alleato; ci sono in commercio, a parte il classico con la divisione frigo-freezer, altri tipi di frigoriferi con più reparti come il vano-cantina, dove si possono conservare, per esempio gli affettati, e il vano "chilled" dove la temperatura viene mantenuta tra i -2 e gli 0°, ideale per la conservazione di carni e pesci.

Alla tecnologia deve però rispondere la nostra capacità di saper riporre gli alimenti in modo razionale e confezionarli in involucri adatti che ne proteggano la freschezza, impedendo l'evaporazione del loro naturale contenuto in acqua e isolandoli dagli altri cibi.

COME CONSERVARE LA CARNE

Se acquistate la carne al giusto grado di frollatura conservatela nella parte più fredda del frigorifero dai 2 ai 3 giorni.

Ricordate che i grossi pezzi si conservano un pò più a lungo delle fettine e che le carni più grasse e gli ossi sono più deperibili delle carni magre.

Utilizzate per la protezione la Pellicola o il foglio di alluminio.

IL PESCE

Al momento dell'acquisto controllate bene che sia fresco innanzitutto!

Controllate che abbia squame brillanti e occhio vivo, infatti, solo se freschissimo il pesce può essere conservato per più di 12 ore in frigorifero.

Questo tempo, poi, è tassativo per crostacei e molluschi che dovrebbero essere acquistati ancora vivi.

Prima di riporlo svuotate il pesce dalle interiora, lavatelo e asciugatelo bene, quindi confezionatelo con pellicola o foglio di alluminio.

Se si tratta di pesci molto piccoli utilizzate contenitori di alluminio.

Per molluschi e crostacei invece, va benissimo la "busta zip gelo" che si sigilla alla perfezione ed è molto resistente.

FORMAGGI E SALUMI

I formaggi stagionati possono essere conservati anche per una decina di giorni: i tipi a pasta dura (emmental o grana) resistono fino a una settimana, i formaggi freschi e la ricotta per non più di 2 o 3 giorni.

Per lo stesso periodo durano gli affettati, ad eccetto dei salumi interi che si possono mantenere anche per più settimane.

Questi tempi però sono validi se la confezione è adeguata; vanno bene sia la pellicola, sia il foglio di alluminio, mentre le buste zip gelo sono ideali per formaggio grattugiato o altri formaggi dall'odore forte, capperi al sale e olive.

Quando confezionate con pellicola o foglio di alluminio ricordate di farli aderire perfettamente al cibo premendo con il palmo della mano.

FRUTTA E VERDURA

Hanno tempi di conservazione piuttasto brevi.

Le lunghe permanenze in frigorifero infatti le fanno appassire e le impoveriscono dal punto di vista nutritivo; inconveniente che si verifica soprattutto quando non c'è un'idonea protezione che le isoli dagli agenti esterni, principali responsabili della perdita di vitamine e sali minerali, e che eviti la formazione di eccessiva umidità all'interno.

Ideale, quindi, è uno speciale sacchetto trasparente che, grazie a dei microfori, permette di mantenere all'interno le condizioni ottimali per la conservazione, cioè il giusto grado di umidità e il giusto livello di aerazione, mantenendo la frutta, la verdura e perfino il pane in ottime condizioni e con la consistenza originaria per un certo periodo di tempo.

I PIATTI CUCINATI

Ecco un altro vantaggio che offre una buona conservazione: per poter cucinare il giorno prima un intero pranzo, e mangiarlo, come appena fatto, il giorno seguente.

Sono molti i piatti che si prestano a lunghe soste in frigorifero diventando anche più appetitosi.

Oltre a tutti i piatti gelatinati potete preparare un giorno per l'altro ottimi polpettoni, verdure ripiene, piatti da gratinare.

Pesci marinati, patè, insalate di riso e altre preparazioni particolari si possono conservare anche per più giorni.

Per una conservazione perfetta vi saranno indispensabili pellicola e foglio di alluminio e, per tutti i piatti da forno, i contenitori di alluminio con coperchio che potranno passare direttamente dal frigorifero al forno al momento di scaldare la preparazione.

IN DISPENSA

Pangrattato, erbe aromatiche essiccate, canditi, uvette, ma anche pasta secca, farina e altri alimenti vanno riposti in una dispensa fresca.

Ma richiedono anche confezioni idonee: sono perfette le buste zip gelo, grazie alla loro pratica chiusura a cerniera.

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

Una Dieta Ricca di Acido può Avere Effetti Negativi Sulla Salute
22 Febbraio 2015

Una Dieta Ricca di Acido può Avere Effetti Negativi Sulla Salute

Diete ricche di carne possono essere legate ad un aumento del rischio di sviluppare insufficienza renale nei pazienti con malattia renale cronica. Tra i pazienti con malattia renale cronica, coloro che seguivano diete ricche di acido avevano 3 volte una maggiore probabilità di sviluppare insufficienza renale rispetto ai pazienti che la propria dieta conteneva alimenti con minor acido.

3 Semplici Passi Per Alimentare Correttamente Le Vostre Prestazioni
07 Gennaio 2016

3 Semplici Passi Per Alimentare Correttamente Le Vostre Prestazioni

​Sono sempre tante e molto accese le recenti discussioni sul concetto di mangiare per le prestazioni. Alimentare il vostro corpo per essere un atleta migliore è un ottimo approccio...

Ultimi post pubblicati

Il Miglior Allenamento Per Perdere Grasso
15 Febbraio 2019

Il Miglior Allenamento Per Perdere Grasso

Programma di allenamento per dimagrire con esercizi di forza, cardio, protocolli HIIT e consigli alimentari perchè senza una buona alimentazione non si va da nessuna parte.

Riso Pilaf Con Frutta e Cipollotti
14 Febbraio 2019

Riso Pilaf Con Frutta e Cipollotti

Il termine pilaf di per sè, contrariamente al significato che ha acquisito per metonimia in italiano e in altre lingue, non si riferisce al riso, ma alla maniera di cucinarlo: pilaf è la cottura del riso, non il riso in sè.
Preparazione: 30 min.
Difficoltà: 3
N. porzioni: 4