Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

​Come Mangiare in "Pausa Pranzo" nei Luoghi di Lavoro

data di redazione: 15 Dicembre 2015
​Come Mangiare in

Come mantenere la linea mangiando in mensa o in ufficio

Come facciamo a mantenere la linea se dopo innumerevoli sforzi ci troviamo a mangiare di corsa al lavoro, in mensa, oppure sulla scrivania in ufficio?

Certo, non è facile, bisogna sapersi organizzare ed avere le idee chiare su quello che possiamo o non possiamo mangiare, e su quello che dobbiamo assolutamente evitare.

Cominciamo allora da quello che non dobbiamo fare, cioè stazionare davanti alla macchinetta del caffè due o tre volte in una mattinata nelle nostre pause; al limite un buon caffè amaro, che tra l'altro ci permette di gustare al meglio il vero gusto del caffè, e non da poco, un frutto a metà mattina che ci permetterà di arrivare all'ora di pranzo senza avere una fame da lupi!

PRANZO IN UFFICIO

Se sei un abituale del pranzo "alla scrivania" la cosa migliore è organizzarsi per tempo, magari la sera prima, in modo da non improvvisare su cibi comprati all'ultimo momento nella rosticceria sotto l'ufficio.

Opta per un menù semplice e digeribile.

Un'insalata di riso o un piatto di pasta al farro col tonno e un'insalata o un piatto di verdure grigliate o bollite potrebbe essere un'idea per esempio.

Al posto del tonno, in alternativa, puoi inserire nel tuo pranzo prosciutto crudo, un uovo sodo, gamberetti, stracchino oppure la ricotta.

Per cambiare ogni tanto puoi prepararti un "panino light", con la bresaola, scaglie di grana, rucola e pane integrale.

Altre farciture potrebbero essere per esempio mozzarella e pomodoro, scamorza e verdure alla griglia oppure fesa di tacchino e lattuga, e ricorda, evita maionese, ketchup e altre salse elaborate.

Se hai ancora fame dopo il panino puoi completare il pasto con uno yogurt magro.

Sempre per questione di varietà ci si può preparare una mecedonia oppure comprarne una già pronta in un supermercato.

Con qualche accortezza anche certe scatolette possono risultarci utili.

Il pesce azzurro, il tonno ed il salmone per esempio; i valori nutrizionali restano pressoché invariati rispetto al fresco.

Per avere un piatto meno calorico, prediligi le preparazioni al naturale rispetto a quelle sott'olio, ma non esagerare nella frequenza di consumo perchè sono ricche di sodio.

Anche i legumi nella latta possono essere sani e poco calorici come quelli freschi; controlla l'etichetta e scegli quelli cotti in acqua e sale, senza conservanti.

PRANZO IN MENSA

In mensa cerca di puntare su un pasto leggero, non su piatti pasticciati con intigoli e condimenti che, oltre alla tua linea, fanno male anche alla digestione e compromettono la concentrazione.

Per quanto riguarda i primi se ci sono le zuppe vanno benissimo sia quelle di verdure, i minestroni, pasta e fagioli o pasta ai ceci.

In alternativa, visto che spesso nelle mense non c'è un vastissimo assortimento, va bene anche una porzione di riso o di pasta con un cucchiaio di sugo rosso o di verdure e una grattatina di parmigiano.

Per secondo il top sarebbe un piatto di bresaola o una fetta di tacchino o pollo ai ferri, oppure un pesce alla griglia o al forno o una porzione di formaggio fresco.

Un contorno di verdura completa il vostro pasto.

Ricorda che la cosa migliore è staccare completamente dal lavoro quando arriva l'ora della pausa di mezzogiorno, quindi siediti con calma e tranquillità e gustati il cibo senza distrazioni; fa bene al corpo e alla mente!

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

6 Altri Principali Motivi per cui  Consumare Uova - parte 2
01 Ottobre 2014

6 Altri Principali Motivi per cui Consumare Uova - parte 2

Nell'alimentazione degli sportivi, le uova hanno sempre ricoperto un ruolo di notevole importanza. Questo perchè chi sottopone il fisico a notevoli sforzi, è il primo a poter capire se un alimento può favorire le prestazioni ed il benessere del proprio fisico

Come Smettere di Mangiare in Modo Emotivo
18 Gennaio 2015

Come Smettere di Mangiare in Modo Emotivo

Mangiare Emotivo significa cibarsi per ottenere una sensazione di piacere – e non perché si ha fame. Un sacchetto di patatine o di biscotti al cioccolato possono fornire sollievo a breve termine quando ci si sente annoiati, soli, ansiosi, frustrato, depressi, arrabbiati o stressati. Ma il mangiare emotivo può anche portare a mangiare troppo ed avere un aumento di peso indesiderato. Gli esperti stimano che il 75% di eccesso di cibo è una risposta alle emozioni.

Ultimi post pubblicati

L'importanza di Scegliere un Buon Maestro per il Proprio Allenamento
07 Luglio 2020

L'importanza di Scegliere un Buon Maestro per il Proprio Allenamento

Avere un buon Maestro per i propri allenamenti vuol dire evitare una serie di errori e perdite di tempo che tarderebbero l'arrivo dei risultati sperati. Infatti, nel mondo del fitness e dell'allenamento in generale e come nella vita il fallimento è alla base del processo di apprendimento: è impossibile apprendere bene una cosa senza prima averla affrontata in tutte le sue forme incluse quelle più dolorose.

Fullbody in Giant Sets
03 Luglio 2020

Fullbody in Giant Sets

Come Allenare Tutto il Corpo in Solo 30 Minuti per una Definizione da Urlo

Le routine in fullbody sono dure, durissime ma hanno dimostrato di bruciare più grasso corporeo rispetto alle routine dove il corpo é diviso in varie parti. Questi allenamenti in set giganti per tutto il corpo, possono essere eseguiti in qualsiasi luogo, a seconda degli attrezzi a disposizione, con una frequenza settimanale minima di 3 giorni sino ad un massimo di 5 giorni a settimana.