(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Considerazioni sulla Giusta Percentuale dei Macronutrienti nell'Alimentazione del Bodybuilding

data di redazione: 16 Giugno 2016
Considerazioni sulla Giusta Percentuale dei Macronutrienti nell'Alimentazione del Bodybuilding

I partecipanti allo sport del bodybuilding sono giudicati dall'aspetto piuttosto che dalle prestazioni. A tale riguardo, una maggiore massa muscolare e definizione sono elementi critici di successo.

Lo scopo di quest'articolo è di valutare la letteratura e fornire raccomandazioni per quanto riguarda l'assunzione di macronutrienti sia durante 'off season' che nella fase 'pre-gara'. I bodybuilders tentano di aumentare la massa muscolare durante la off-season (per eventi competitivi), che può essere la maggior parte dell'anno.

Durante la off-season, è vantaggioso per il bodybuilder essere in bilancio energetico positivo in modo che l'energia supplementare sia disponibile per l'anabolismo muscolare. Inoltre, durante la off-season, deve essere disponibile una quantità adeguata di proteine per fornire amminoacidi per la sintesi proteica. Nelle 6-12 settimane prima della competizione, i bodybuilders tentano di mantenere la massa muscolare e ridurre il grasso corporeo a livelli molto bassi.

Durante la fase di pre-gara, il bodybuilder dovrebbe essere in bilancio energetico negativo in modo che il grasso corporeo possa essere essere ossidato. Inoltre, durante la fase di pre-gara, l'assunzione di proteine deve essere adeguata per mantenere la massa muscolare.

Ci sono prove che un apporto relativamente alto del contenuto di proteine (circa il 30% dell'apporto energetico) consentirà di ridurre la perdita di massa magra rispetto ad un apporto proteico inferiore (circa il 15% dell'apporto energetico) durante la fase di restrizione energetica.


L'apporto proteico superiore fornirà anche un numero relativamente elevato di effetto termico che può aiutare a ridurre il grasso corporeo.

Sia nella fase di off-season che nella pre-gara, deve essere ingerito un adeguato apporto di carboidrati nella dieta (55-60% dell'apporto energetico totale) in modo tale che possa essere mantenuta l'intensità di allenamento.


L'eccesso di grassi saturi nella dieta può esacerbare la malattia coronarica; tuttavia, diete povere di grassi determinano una riduzione del testosterone circolante. Così, suggeriamo che per bodybuiders, i grassi alimentari devono costituire il 15-20% della propria dieta nella fase di bassa stagione e pre-gara.


Il consumo di proteine / aminoacidi e carboidrati immediatamente prima e dopo le sessioni di allenamento, possono aumentare la sintesi delle proteine, la resintesi di glicogeno muscolare e ridurre la degradazione delle proteine.


Il tasso ottimale di carboidrati ingeriti subito dopo una sessione di allenamento dovrebbe essere 1,2 g / kg / ora ogni intervallo di 30 minuti per 4 ore e il tipo di carboidrati dovrebbero essere ad alto indice glicemico.


In sintesi, la composizione delle diete per bodybuilders, dovrebbero essere composte dal 55-60% di carboidrati, il 25-30% da proteine e il 15-20% da grassi, per le fasi sia off-season che pre-gara.


Durante la fase off-season la dieta deve essere leggermente iperenergetica (incremento di circa il 15% del consumo di energia) e durante la fase di pre-gara la dieta deve essere ipoenergetica (diminuzione di circa il 15% del consumo di energia).

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

Dieta Vegana ed Energia in Allenamento
01 Ottobre 2014

Dieta Vegana ed Energia in Allenamento

Non è vero che una dieta priva di carne e derivati privi la persona di energia per allenamenti duri ed energici, la testimonianza diretta di una istruttrice di Arti Marziali lo dimostra

Sono Vegana, allo stesso tempo un istruttrice attiva di Arti Marziali. Posso testimoniare che si possono tenere alti ritmi di allenamento anche senza l'ausilio della carne e dei prodotti derivati da animali macellati

Ultimi post pubblicati

ABC Safe: La Giusta Distanza Per Sferrare una Gomitata
23 Settembre 2018

ABC Safe: La Giusta Distanza Per Sferrare una Gomitata

Sifu Sandro Ci Spiega la Giusta Distanza per Sferrare una Gomitata

La gomitata è uno dei colpi più potenti e letali in quanto è un colpo che taglia, è un colpo che è in grado di concludere una lite, un match di muay thay o mma. Proprio per il fatto che la superficie di impatto è in pratica lo spigolo del gomito, questo tipo di colpo, anche se non è portato alla massima potenza, è in grado di aprire una profonda ferita.

Galletto al Limone con Paprika e Dragoncello
22 Settembre 2018

Galletto al Limone con Paprika e Dragoncello

La ricetta base è di origine romana, ma ogni regione ne ha una propria versione: la caratteristica di base, da cui deriva il nome “alla diavola”, è il colore rosso del pollo grazie alla consistente aggiunta di peperoncino, sia la paprica dolce che quello piccante.
Preparazione: 60 min.
Difficoltà: 5
N. porzioni: 4