ABC Allenamento
(0)
Carrello (00)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Dieta a Zona pro e contro

data di redazione: 02 Agosto 2014 - data modifica: 01 Ottobre 2017
Dieta a Zona pro e contro

DIETA A ZONA PRO E CONTRO

La dieta a zona è stata proposta nel 1995 da Sears e si basa sulla riduzione della produzione di insulina, un ormone che regola la trasformazione di carboidrati in eccesso in adipe. La dieta a zona funziona così:

  • si calcolano le proteine necessarie, tenendo conto della massa magra del soggetto e del suo indice di attività
  • si calcolano i carboidrati per evitare di scatenare un picco d'insulina. Per Sears il rapporto fra proteine e carboidrati deve essere compreso fra 0,6 e 0,8, ottimale 0,75. Poiché il rapporto ottimale è 30:40, i grassi si stimano nel 30%. Sears suggerisce perciò la formula 40-30-30.

Questo regime alimentare sta spopolando in tutto il mondo e come tutte le diete ha i suoi lati positivi ed i suoi lati negativi secondo la nostra opinione ovviamente.

 

PRO

  • si può mangiare quasi tutto nelle combinazioni imposte dalla dieta
  • è basata sulla propria massa magra , Sul proprio dispendio giornaliero lavorativo e sportivo , quindi è su misura
  • è composta da 3 pasti + almeno 2 spuntini quindi è saziante
  • non si contano le calorie , si va a blocchi quindi è abbastanza semplice da seguire in termini di conteggi
  • è una dieta dimagrante e di mantenimento perchè è calibrata sull'individuo
  • ci sono prodotti a zona già pronti

CONTRO

  • Ogni pasto deve essere composto sempre da Carboidrati proteine e grassi nella partizione 40-30-30! Quindi una mela da sola , se vi va, non potete mangiarla , in quanto si va fuori zona.
  • i prodotti già pronti sono cari
  • non è una dieta facile da seguire se si mangia fuori casa.
  • non è una dieta che si concilia con la nostra Italia dove spopola la pasta
  • non si contano le calorie ma si pesano i piatti e si devono fare le giuste proporzioni




Potrebbe interessarti anche

Come Calcolare La Tua Richiesta Calorica Giornaliera
25 Febbraio 2018

Come Calcolare La Tua Richiesta Calorica Giornaliera

Come calcolare in modo semplice il fabbisogno calorico giornaliero di un atleta in base alla sua attività svolta e a riposo.

6 Domande Da Porsi Prima Di Provare Il Digiuno Intermittente
29 Marzo 2019

6 Domande Da Porsi Prima Di Provare Il Digiuno Intermittente

Come fare per sapere se il digiuno intermittente funziona per te

Il digiuno intermittente è stato considerato uno strumento efficace per la perdita di grasso in molti casi ed inoltre ha molti altri benefici fisiologici. Come fare per sapere se il digiuno intermittente funziona per te

Ultimi post pubblicati

BodyBuilding a Circuito Per Perdere Grasso e Conservare La Massa Muscolare
21 Aprile 2021

BodyBuilding a Circuito Per Perdere Grasso e Conservare La Massa Muscolare

Come Perdere peso in grasso, senza perdere muscoli

Non ci sono dubbi che l’esercizio, in particolare quello orientato all’allenamento della forza, possa contribuire al mantenimento della massa muscolare durante la riduzione del peso. Per perdere grasso bisogna mettersi a dieta, i provvedimenti dietetici devono dare particolare attenzione all’assunzione delle proteine

Scheda in Monofrequenza con Richiami Muscolari
08 Aprile 2021

Scheda in Monofrequenza con Richiami Muscolari

Scheda di Allenamento Old School anni 80

La monofrequenza “pura” non esiste, perché la fisiologia del nostro corpo va in una direzione completamente diversa. Chi pensa d’allenare un muscolo una volta a settimana in monofrequenza, in realtà non sa che sta facendo un allenamento pesante, più diversi richiami, perché nessun muscolo può mai lavorare in modo totalmente isolato. Fatta questa premessa entriamo nel nocciolo dell'articolo.