(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

La Dieta Equilibrata dopo la Gravidanza

data di redazione: 29 Aprile 2016
La Dieta Equilibrata dopo la Gravidanza

Cibi da evitare, alimenti da preferire o da sostituire per perdere peso dopo il parto

Dopo aver affrontato la gravidanza è importante che la neo mamma si concentri sulla propria forma fisica e quindi sulla propria dieta; questo è proprio il momento di reintegrare alcuni alimenti nutritivi che si sono esauriti durante il periodo della gravidanza, a maggior ragione se si sta allattando.

È importante che l'alimentazione in questo caso sia naturale e completa, e se si opterà per cibi sani e nutrienti e non per i "cibi spazzatura" non sarà difficile perdere i chili accumulati negli ultimi mesi e sarà anche più semplice sentirsi in forma per fare movimento. Perché ciò avvenga nella dieta non dovranno mancare:

  • Frutta,
  • verdura e insalata
  • i legumi,
  • il pesce
  • la frutta secca
  • pane, riso
  • paste integrali

Se mangiate in maniera equilibrata quindi riuscirete a garantirvi sia il benessere che l'apporto nutrizionale necessario, e per fare ciò dovete, come abbiamo già detto mangiare frutta e verdura in abbondanza e moderare il consumo di proteine e di grassi, e non preoccupatevi che il vostro organismo riceverà comunque le sostanze nutritive di cui ha bisogno.

Se il vostro obiettivo è quello di perdere peso cercate di evitare panna e burro, mangiate piuttosto formaggi magri e yogurt a basso contenuto di grassi e latte scremato o parzialmente scremato.

Non mangiate più di quattro uova a settimana, avendo cura di assumere quantità sufficienti di calcio.

Mangiate quantità sufficienti di frutta e di verdura fresca, sia verde sia gialla, cipolle e aglio, pomodori e melanzane. Inoltre consumate frutta esotica, agrumi, che vi forniranno sufficienti vitamine antiossidanti, C, E e il betacarotene, che si trasformerà poi in vitamina A. Vi forniranno anche dosi supplementari della maggior parte delle vitamine del gruppo B e molti minerali importanti, quali calcio, magnesio, potassio e zinco. Facendo ciò proteggerete la vostra salute a lungo termine, mentre amidi, cereali e tuberi vi forniranno sufficiente energia diminuendo la sensazione di fame.

PREFERITE IL PESCE

Un consiglio che comunque è valido per tutti è quello di ridurre al minimo il consumo di carne rossa e privilegiare il consumo di pesce, che è in grado di fornire in ogni caso le proteine necessarie, ma con un basso contenuto di grassi. Grazie al loro contenuto di grassi insaturi, le sarde, le alici, i branzini, le cernie, gli sgombri e il merluzzo aiutano a mantenere basso il tasso di colesterolo. Evitate i salumi e le carni elaborate come salsicce e ripieni, come le carni affumicate, che contengono le nitrosamine, sostanze nocive per l'organismo.

Inoltre:

  1. il pesce grasso, le noci e i semi contengono i grassi polinsaturi, benefici per la salute. Da tenere presente che i soggetti che assumono una dose giornaliera di noci sono meno a rischio di malattie cardiache
  2. non è male sostituire la carne rossa con il pesce, i fagioli, i piselli, le lenticchie, le noci e i semi
  3. se avete deciso di eliminare completamente le proteine di origine animale abbinate i legumi al riso, in modo tale da garantire comunque al vostro organismo un buon apporto di proteine
  4. assicuratevi di assumere sufficiente ferro, in modo da evitare problemi di anemia. Il ferro è un componente importante dell'emoglobina, la parte colorata di rosso (globuli rossi) delle cellule del sangue che trasportano ossigeno nel nostro organismo e quindi fondamentale

EVITATE LO ZUCCHERO

Certo, lo sanno tutti, lo zucchero fa male (specie quello raffinato) ed è nemico della nostra linea. Questo alimento fornisce le cosiddette "calorie vuote", vale a dire calorie prive di valore nutritivo a causa del processo di lavorazione a cui viene sottoposto. Inoltre è dannoso per i denti e la sua combinazione con i grassi fa aumentare di peso.

Ricordate:

  • evitate dolci e caramelle
  • non fatevi ingannare dalla dicitura "light"
  • evitate anche i dolci tradizionali mediterranei (fatti col miele) che hanno comunque lo stesso potere ingrassante di quelli fatti con lo zucchero raffinato
  • quando vi viene voglia di uno spuntino dolce optate per un frutto
  • oppure consumate la frutta secca piuttosto di un dolce o una pasta, è anche in grado di fornire un utile apporto di ferro
Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

Dieta Flessibile IIFYM
24 Novembre 2018

Dieta Flessibile IIFYM

Che cos’è e perché è meglio della dieta da Bro per la nostra salute mentale

Dieta IIFYM o “If It Fits Your Macros”, acronimo che letteralmente significa “Se rientra nei tuoi macronutrienti”, dieta conosciuta anche come "dieta flessibile". Più che di una dieta stiamo parlando di uno stile di alimentazione, nato anni fa grazie ad alcuni bodybuilder che, stanchi di ridurre i propri pasti ai soliti 3-4 alimenti hanno provato a inserire nella propria alimentazione quei cibi che non sono propriamente considerati “puliti”, ma che rientravano nei loro macronutrienti giornalieri

Aumentare la Resistenza Atletica con la Dieta
01 Ottobre 2014

Aumentare la Resistenza Atletica con la Dieta

Molte persone pensano che intraprendere una determinata dieta abbia il solo scopo di far perdere i chili in eccesso, ma in realtà non è affatto così. Ogni tipologia di dieta ha un fine molto preciso e specifico, si possono seguire diete adatte al dimagrimento, ma anche mirate, per citare un paio d’esempi, ad un aumento della massa muscolare o della resistenza atletica.

Ultimi post pubblicati

TWIST ROLLER PER ESTENSORI AVAMBRACCI
12 Dicembre 2018

TWIST ROLLER PER ESTENSORI AVAMBRACCI

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.

Infortunio ai Muscoli Ischiocrurali
10 Dicembre 2018

Infortunio ai Muscoli Ischiocrurali

Il migliore metodo per evitare un doloroso infortunio ai flessori della coscia è la prevenzione. Spesso accade che gli atleti, quando sono in forma, tendono a strafare e spesso e volentieri sono gli eccessivi carichi di lavoro a produrre questo genere di infortunio.