(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

5 Errori da Non Fare Quando Sopraggiungono i Colpi di Fame

data di redazione: 20 Dicembre 2016
5 Errori da Non Fare Quando Sopraggiungono i Colpi di Fame

Chi non ha mai avuto un attacco di fame improvviso? Chi non ha mai sgarrato, mangiando la prima cosa a portata di mano? Motivi? Di norma sono di natura psicologica e di natura organizzativa infatti per la prima tesi esistono molte prove scientifiche che evidenziano una stretta correlazione tra cibo e umore. Infatti, mangiare qualsiasi alimento, a qualsiasi ora, con avidità e in grosse quantità, spesso significa cercare conforto nel cibo quando stress, ansia, rabbia o malinconia per qualcosa o qualcuno che ci manca, hanno superato il livello di controllo.

Per quanto riguarda la seconda tesi, il problema principale è dato dalla vita frenetica del mondo moderno, dove le persone mangiano fuori casa, senza nemmeno consumare la colazione nella propria dimora e questo porta poi ad avere dei veri e propri colpi di fame, soprattutto quando non ci si è alimentati in maniera completa. Qui di seguito vediamo cosa non fare in caso di attacco di fame:

1) NON CONSUMARE DOLCI DELLE MACCHINE DISTRIBUTRICI

Chi assume molti zuccheri semplici innalza rapidamente la glicemia nel sangue e questo determina velocemente un abbassamento repentino di questi livelli in breve tempo, un senso improvviso di fame incontrollabile e la sensazione di un calo di zuccheri. Mangiare carboidrati complessi come pasta, pane e riso integrali previene questi fenomeni. Pertanto per evitare improvvisi colpi di fame sarebbe meglio consumare a colazione carboidrati complessi in modo tale da avere benzina sufficiente per il resto della giornata.

2) HAMBURGER?

Spesso e volentieri, quando siamo colpiti dalla fame ci fermiamo nei centri commerciali e ci facciamo prendere la mano consumando hamburger, patatine e bevande gassate. Sapete cosa state facendo al vostro fisico?

Leggete Qui

Le bevande gassate e zuccherine, fan venir voglia di berle e riberle anche se non ci tolgono la sete, il metodo nei panini è lo stesso. Purtroppo poi, questi cibi sono stra carichi di: Grassi Idrogenati: super nocivi, di cui non si conoscono ancora bene gli effetti a lungo termine, in più sono grassi che il nostro organismo non riesce ad espellere, Grassi Saturi: nocivi e fautori di problematiche cardiache e circolatorie quali trombosi, infarti etc… Zuccheri Complessi: aumentano la dipendenza dal cibo, apporto abnorme di calorie inutili, aumento della glicemia e poi picco in basso, dando quindi il desiderio di mangiarne ancora, questo saliscendi glicemico porta ad un quasi sicuro diabete. Conservanti: ricchi di nitrati, conservante usato nelle carni e nell’insalata, i nitrati sono un conservante inizialmente usato solo in agricoltura poi in un secondo momento per conservare anche carni formaggi creme di formaggio tipiche delle grandi catene alimentari.

3) FARE LA SPESA DA AFFAMATI

Lo sapete che fare la spesa da affamati vi farà spendere il doppio? Oltretutto, quando si ha fame, e si sta facendo la spesa al supermercato, si avrà la tentazione di acquistare prodotti poco sani come: patatine, salamini, merendine, dolciumi e altri prodotti che non sono al primo posto nella lista di uno sportivo. Non andate mai a fare la spesa da affamati se volete conservare la vostra linea e salute.

4) NON FERMATEVI IN UNA PIZZERIA AL TAGLIO DA AFFAMATI

La pizza è decisamente più sana di un hamburger industriale, il discorso in tal senso è diverso e riguarda i pozzi senza fondo che mangiano numerose pizzette come spuntino mattutino o pomeridiano. Un conto è consumare 3-4 pizzette, poco unte e con prodotti sani per cena, una volta ogni tanto, ed un conto è consumare ogni pomeriggio, come merenda, 3-4 pizzette come spuntino blocca fame. Lo sapete quante calorie ha una pizzetta al taglio? Una pizza grande orientativamente è sui 400 g. Un pezzo al taglio sarà circa un terzo (o quarto a seconda della pizzeria), quindi sui 130-140 g. Ogni pezzo contiene circa 65-80 g. di carboidrati. Quindi saranno un 250-300 Kcal circa. a pezzo. Come spuntino è eccessivo, soprattutto se ne consumate grandi quantità.

5) FARE L'APERITIVO COME ABITUDINE

La botta di grazia alla vostra linea è se prendete l'abitudine di fare l'aperitivo. A che serve l'aperitivo? A bere alcolici, a consumare patatine, tartine con mayonese, crocchette fritte, olive ascolane fritte e qualsiasi cosa che la casa offra. Il sistema digestivo sarà congestionato da un turbinio di alimenti introdotti senza un senso o una logica. Una tantum ci può stare, ma occhio perché 3-4 volte la settimana sono troppe e non lamentatevi se avete la pancia (uomini) e fianchi e cosce larghi (donne).

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Come Contare le Calorie per Perdere Peso
11 Giugno 2016

Come Contare le Calorie per Perdere Peso

Il conteggio delle calorie può essere un modo efficace e semplice per affrontare il problema della perdita di peso e mantenerlo sotto controllo.

Riduzione del Punto Vita Mangiando Tuorli?
10 Dicembre 2015

Riduzione del Punto Vita Mangiando Tuorli?

La potenza inaudita dei globi gialli

e uova possono contribuire significativamente agli effetti anti-infiammatori di una dieta povera di carboidrati, probabilmente perché contengono....

Ultimi post pubblicati

Warrior Diet - Giornata Tipo
21 Febbraio 2019

Warrior Diet - Giornata Tipo

A differenza dei piani dietetici convenzionali, la WARRIOR DIET richiede di mangiare poco durante il giorno e di banchettare nelle ore serali, come del resto facevano i nostri antenati. Nell'antichità i guerrieri si allenavano a stomaco vuoto, mangiando molto meno durante il giorno, per poi mangiare a sazietà alla sera, dopo aver ucciso un animale o al termine di una battaglia.

Crema Catalana Proteica
20 Febbraio 2019

Crema Catalana Proteica

La crema catalana è un dolce al cucchiaio della tradizione spagnola, più precisamente della regione della Catalogna. Ha l’aspetto di una crema inglese con la superficie croccante, frutto della caramellizzazione dello zucchero che forma una vera e propria crosticina ambrata. Ha un sapore dolce aromatizzato al limone e solitamente si presenta in cocotte singole. Vediamo assieme come realizzarla in una versione fit super proteica.
Preparazione: 30 min.
Difficoltà: 5
N. porzioni: 2