Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

State Cercando Di Perdere Peso? Ecco Una Tecnica Semplice Per Farlo

data di redazione: 05 Febbraio 2018
State Cercando Di Perdere Peso?  Ecco Una Tecnica Semplice Per Farlo

Una recente ricerca riferisce come aiutarsi per perdere peso

Sappiamo tutti che perdere peso è difficile, è molto difficile. In effetti, è così difficile che non siete nemmeno sicuri se questo articolo possa essere d'aiuto, ma vale la pena provarlo. Ecco, qui, avete già fatto la parte più importante per perdere peso: riconoscere quanto sia difficile.
Determinati a perdere peso? Ricordare le sfide che ci attendono è fondamentale, come emerge da un nuovo studio.
Secondo un nuovo studio, "non puoi farlo!" è il mantra che dovreste dire a voi stessi quando iniziate un programma dietetico per perdere peso. Non è uno scherzo, ma una conclusione molto seria, anche se accidentale, raggiunta dagli psicologi della Drexel University di Philadelphia, in Pennsylvania. Le loro scoperte sono state pubblicate sull'American Journal of Clinical Nutrition.



Ok, forse è un pò esagerato - non è che dovreste dire a voi stesso attivamente che non potete farcela, piuttosto potreste optare per un approccio psicologico inverso, in cui vi ricordate quanto sia davvero difficile fare ciò che state cercando di fare.



I ricercatori si sono imbattuti in questa scoperta sorprendente mentre stavano studiando qualcosa di completamente diverso. Volevano vedere se, nel lungo periodo, i cambiamenti nel cosiddetto ambiente alimentare domestico (HFE - acronimo inglese di home food environment) sarebbero stati migliori per la perdita di peso rispetto alla terapia comportamentale, che spesso implica l'atteggiamento positivo sopra menzionato.


Certamente, la terapia comportamentale non si ferma ad avere una mentalità positiva; comprende una serie di altri componenti, come l'impostazione degli obiettivi, l'assunzione di cibo e il monitoraggio del peso, l'attività fisica e il supporto di gruppo.


Tutto ciò ha lo scopo di migliorare l'autocontrollo di coloro che stanno cercando di perdere peso. Ma, come sappiamo per esperienza, questo autocontrollo è difficile da raggiungere e mantenere nel tempo.


Questo è il motivo per cui i ricercatori - guidati da Michael Lowe, professore presso il College of Arts and Sciences della Drexel University – hanno voluto testare un approccio diverso.

Test Di Tre Approcci Alla Perdita Di Peso


I ricercatori hanno diviso 262 persone obese e sovrappeso in tre gruppi diversi: un gruppo è stato sottoposto a terapia comportamentale "classica", un gruppo ha apportato modifiche all'HFE e un altro gruppo ha sostituito i pasti con quelli a minore energia.


Il team ha monitorato il peso dei partecipanti nel corso di un periodo di 3 anni, valutandoli ogni 6 mesi.


Il piano HFE includeva molti cambiamenti nutrizionali combinati con cambiamenti nell'architettura scelta. Ai partecipanti sono stati dati compiti a casa per aiutarli a compiere questi cambiamenti.


Oltre a questi, ai partecipanti è stato anche detto quale fosse la logica per questi cambiamenti. Qui è stato costantemente ricordato a loro quanto fosse difficile la perdita di peso, l'importante ruolo della genetica e quanti altri fattori fossero fuori dal loro controllo.


Inoltre, i partecipanti hanno dovuto riconoscere la loro debolezza per determinati alimenti.



"Abbiamo detto, È impressionante e incoraggiante che tu stia facendo questo passo per migliorare il tuo peso e la tua salute, ma abbiamo bisogno di aiutarti a capire le sfide scoraggianti che stai affrontando", 

dice il Prof. Lowe.


"Il motivo per cui lo abbiamo fatto non è stato quello di scoraggiarli", aggiunge, "ma di dare loro un senso più realistico di quanto sia cruciale per loro apportare cambiamenti duraturi nelle loro parti degli ambienti alimentari che potrebbero controllare".


"In contrasto", scrivono gli autori, il programma di terapia comportamentale ha offerto "consigli nutrizionali simili ma ha impiegato molto più tempo in sessioni di gruppo per risolvere i problemi atti a migliorare le capacità di autocontrollo comportamentali ed emotive".


Il gruppo con sostituzione del pasto ha beneficiato solo dei cambiamenti nutrizionali. Durante tutto il periodo, i ricercatori hanno utilizzato l'analisi della mediazione per valutare anche la limitazione cognitiva dei partecipanti o la loro capacità di astenersi dal cedere alle voglie alimentari insalubri.

La Psicologia Inversa Che Funziona


Le persone nel gruppo HFE hanno perso più peso rispetto alle persone sottoposte a terapia comportamentale, ma ciò non è molto importante perché la differenza non era sostanziale e tutti e tre i gruppi hanno ripreso rapidamente peso.


Inoltre, il punto principale dello studio era quello di indurre i partecipanti a fare cambiamenti duraturi nel loro ambiente alimentare - e in questo senso, i ricercatori non hanno avuto successo.


Ma le notizie positive - e accidentali - sono che il contenimento cognitivo era molto più alto nel gruppo HFE. Questi miglioramenti sono stati anche i più duraturi in questo gruppo.


I ricercatori ipotizzano cosa potrebbe spiegare questo effetto, dicendo:

"Mettendo in discussione l'utilità di costruire le abilità di autocontrollo, il trattamento HFE potrebbe aver rafforzato la capacità stessa che era destinata ad essere minimizzata – un più forte autocontrollo per quanto riguarda il cibo".


Quindi, la linea di fondo è che se si vuole iniziare a perdere peso, si può provare a ricordarsi quanto sia molto difficile quest'obiettivo.


Tuttavia, dovreste anche cercare di non pensare che ricordarsi che perdere peso sia difficile potrebbe rendere la cosa più facile, questo perché sconfiggerebbe l'intero scopo.

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Mangiare di Sera Fa Ingrassare?
01 Ottobre 2014

Mangiare di Sera Fa Ingrassare?

Spesso si dice che la notte è il periodo peggiore per mangiare perché la logica suggerisce che in questo momento della giornata il fisico si rilassa e quindi è più propenso ad immagazzinare il grasso. Ma, benchè tutto questo può avere un senso , si tratta della verità? In realtà non ci sono studi che provano che si ingrassa di più mangiando più tardi perché numerosi altri fattori come la frequenza dei pasti, l’indice glicemico dei cibi e l’equilibrio ormonale sono sicuramente più influenti nell’ostacolare la capacità dell’organismo di bruciare o immagazzinare massa grassa.

Frequenza Dei Pasti ed Effetti Su Tasso Metabolico e Dimagrimento
27 Marzo 2018

Frequenza Dei Pasti ed Effetti Su Tasso Metabolico e Dimagrimento

Non molti studi analizzano l'aumento della frequenza dei pasti e l'aumento di peso corporeo, ma le prove limitate in questo momento indicano che l'aumento di peso osservato è dovuto all'apporto calorico piuttosto che alla frequenza.

Ultimi post pubblicati

Programma Alimentare per Bodybuilding: cosa mangiare e cosa evitare
16 Ottobre 2019

Programma Alimentare per Bodybuilding: cosa mangiare e cosa evitare

Per massimizzare i risultati ottenibili tramite l’allenamento in palestra, è necessario porre estrema attenzione sulla propria dieta, in quanto alimentarsi in maniera sbagliata può rallentare di molto il raggiungimento dei propri obiettivi relativi alla crescita muscolare e al miglioramento della propria composizione corporea.

Personal Trainer Sì o No?
27 Settembre 2019

Personal Trainer Sì o No?

I personal trainer sono atleti avanzati, magari anabolizzati? Questa è una credenza popolare anni 90 che in questo post sarà smentita. Affidarsi ad un personal trainer vuol dire scegliere di fare il giusto ingresso in una palestra; vuol dire approcciarsi correttamente al mondo dell’allenamento fitness.