(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Zuccheri e Linea - 5 Cose da Sapere

data di redazione: 07 Marzo 2016
Zuccheri e Linea - 5 Cose da Sapere

Per capire come li possiamo o dobbiamo inserire nella nostra dieta nella giusta quantità, dobbiamo conoscere la differenza fra le due categorie di zuccheri, ovvero quelli semplici e quelli complessi.

Gli zuccheri, che sono in sostanza i carboidrati o glucidi, sono composti da catene di atomi di carbonio, idrogeno e ossigeno, e a seconda della lunghezza delle catene che li formano, vengono distinti nelle due categorie che abbiamo appena citato.

Gli zuccheri semplici sono in sostanza:

  1. monosaccaridi; quali il fruttosio, che possiamo trovare molto semplicemente e in modo naturale nella frutta, il glucosio e il galattosio
  2. disaccaridi; come il saccarosio, composto da fruttosio e glucosio (lo zucchero da cucina), il maltosio, e per ultimo il lattosio, composto da galattosio e glucosio (zucchero del latte)

Altro discorso per gli zuccheri complessi, che hanno la preziosa proprietà di fornire sia energia che importantissimi elementi nutrizionali, cosa che non fanno quelli semplici.

A questa categoria appartengono:

  1. amido; che lo troviamo nei tuberi (patate), nei legumi (come i fagioli, lenticchie, ecc.) e nei cereali (riso, avena, orzo, mais, ecc.).
  2. fibra; che fornisce un apporto assai ridotto di calorie, ed è un elemento essenziale della nostra dieta che influisce in maniera sostanziale sul nostro benessere

Gli zuccheri complessi forniscono, a differenza di quelli semplici, insieme all'energia, preziosi elementi nutrizionali. Glucosio e saccarosio, invece, sono molto calorici e stimolano velocemente la sensazione di fame, sono per cui nemici di chi deve tenere sotto controllo le calorie.

PERCHÈ GLI ZUCCHERI SONO NEMICI DELLA NOSTRA LINEA?

Sono essenziali, questo è vero, sono la fonte principale di energia per i muscoli, il sistema nervoso centrale e le cellule del sangue, inoltre servono come materiale di partenza per la costruzione di alcuni aminoacidi non essenziali e sono in grado di favorire il normale sviluppo della flora batterica intestinale.

Dobbiamo fare attenzione però a non esagerare, infatti se introdotti in quantità eccessiva il nostro organismo li trasforma in grassi e li accumula come tessuto adiposo, e in sostanza ingrassiamo.

Nella nostra dieta la maggior parte delle calorie dovrebbe provenire dagli zuccheri complessi e non da quelli semplici; da questi ultimi può provenire il 10-15% dell'apporto calorico giornaliero (escludendo gli zuccheri presenti nella frutta e nel latte), quindi è meglio limitare il consumo di alimenti "sconvenienti" tipo dolciumi e bevande zuccherate.

5 COSE DA SAPERE

  1. Fate attenzione alla dicitura "light" degli alimenti; infatti non è vero che i prodotti "light" o "senza zucchero" non facciano ingrassare e quindi possano essere consumati in grandi quantità. Buona parte di questi prodotti infatti apportano calorie, e anche in notevole quantità. Spesso queste "diciture" ingannano e inducono un falso senso di sicurezza, che portano di conseguenza a consumare una quantità eccessiva di alimenti, sia "light", sia normali.
  2. Siete amanti dei succhi di frutta? Dovete sapere che non è vero che i succhi di frutta "senza zuccheri aggiunti" ne siano privi, contengono infatti comunque gli zuccheri naturali della frutta (saccarosio, glucosio e fruttosio), nella misura dell'8-10% e quindi forniscono circa 70 Kcal per bicchiere (200 cc)
  3. Le caramelle "senza zucchero" sono dolcificate con polialcoli (sorbitolo, xilitolo e maltitolo), e inducono un effetto lassativo quando il loro consumo supera circa i 20g al giorno, pari a una decina di caramelle; se potete evitate di mangiarle
  4. Abituatevi a bere il caffè senza zucchero; discorso calorico a parte vi godrete di più il vero sapore del caffè, e quando vi sarete abituati vi verrà difficile tornare a zuccherarlo! Spesso, credendo che faccia meno male o che sia meno calorico ci si mette lo zucchero di canna piuttosto che quello di barbabietola, ma chimicamente i due zuccheri sono identici. Sono entrambi bianchi se sono raffinati e marroni se non lo sono.
  5. Il miele al posto dello zucchero? Il miele contiene l'80% di zuccheri e il 18% di acqua, mentre il restante 2% è costituito da un insieme composito (sostanze aromatiche, enzimi, vitamine, ecc.). In valore energetico, 100g di miele (sulle 300 calorie) è pari ad 80g di zucchero.In ogni caso il miele è sempre più salutare dello zucchero!
Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

Sedentari: Cosa e Come Mangiare Per Dimagrire?
19 Aprile 2018

Sedentari: Cosa e Come Mangiare Per Dimagrire?

Di norma un sedentario al mattino fa colazione al bar con pasta e cappuccino e quindi se volete entrare nella forma mentis giusta per dimagrire, vi consigliamo di consumare il primo pasto della giornata a casa.

Carboidrati, blocco metabolismo e dimagrimento
02 Ottobre 2014

Carboidrati, blocco metabolismo e dimagrimento

Ecco un metodo che spesso ho usato con successo. State facendo una dieta ipocalorica, avete ridotto i carboidrati, tutto sembrava andare per il suo verso, il dimagrimento lo tenevate in pugno, stavate perdendo grasso come volevate, ma all'improvviso un blocco, il blocco del metabolismo.   Ora non state più perdendo grasso, lo specchio riflette sempre la stessa percentuale di grasso, iniziate a v...

Ultimi post pubblicati

Il Miglior Allenamento Per Perdere Grasso
15 Febbraio 2019

Il Miglior Allenamento Per Perdere Grasso

Programma di allenamento per dimagrire con esercizi di forza, cardio, protocolli HIIT e consigli alimentari perchè senza una buona alimentazione non si va da nessuna parte.

Riso Pilaf Con Frutta e Cipollotti
14 Febbraio 2019

Riso Pilaf Con Frutta e Cipollotti

Il termine pilaf di per sè, contrariamente al significato che ha acquisito per metonimia in italiano e in altre lingue, non si riferisce al riso, ma alla maniera di cucinarlo: pilaf è la cottura del riso, non il riso in sè.
Preparazione: 30 min.
Difficoltà: 3
N. porzioni: 4