(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

I 13 Peggiori Cibi Anti Afrodisiaci

data di redazione: 08 Luglio 2015
I 13 Peggiori Cibi Anti Afrodisiaci

Quali Alimenti Bisognerebbe Evitare in una Serata con Dopo Cena

Una serata con la propria donna, si comincia sempre a tavola, con una cena galante: quali cibi bisognerebbe evitare, per aver la libido alta anche nel post cena?

 

Sappiate che molti cibi possono spegnere la passione. La libido può essere influenzata da:

  • stress fisico
  • stress psichico
  • stanchezza
  • turni di lavoro massacranti
  • preoccupazioni familiari
  • preoccupazioni finanziarie

Anche il cibo può giocare un ruolo ed avere effetti sia positivi che negativi sul desiderio sessuale. Frutta e verdura aiutano ad inalzare l'umore, aumentando i livelli energitici, bisogna scegliere però i prodotti con una digestione rapida e poco elaborata.

 

La carne rossa è da molti considerata un cibo che, nell'uomo, aumenta i livelli di testosterone, invece è esattamente il contrario in quanto per una questione atavica, l'uomo preistorico aveva i livelli di testosterone alti prima di cacciare la preda e dopo averla uccisa e poi mangiata entrava in uno stato di letargia. Dopo che vi siete mangiati una fiorentina corpulenta siete vigili e pronti? Penso proprio di no.

 

Nella lista nera abbiamo anche :

  1. Oltre alla carne rossa
  2. liquirizia che sembra avere l'effetto di abbassare i livelli di testosterone, quindi il classico digestivo alla liquirizia post cena è da bannare assolutamente
  3. formaggi, quindi prediligere pizze senza mozzarella e formaggi vari
  4. fagioli che per quanto diano energia non risparmiano la sensazione di gonfiore.
  5. cioccolato al latte non va a braccetto con la libido, scegliere cioccolato fondente con una percentuale superiore al 70%
  6. Salsicce, hamburger e carni grasse, ostruiscono le arterie e quindi il sangue non scorre come dovrebbe in tutto il corpo, parti intime comprese
  7. Altro nemico del testosterone è la menta piperita, insieme a tofu e soia (per i fitoestrogeni contenuti), occhio quindi a non bere mojito come acqua 
  8. l'acqua tonica contiene chinino come aromatizzante, storico agente antimalarico collegato ad una diminuzione della funzione sessuale.
  9. patatine fritte, ad alto indice glicemico ed eccessivamente elaborate: il rischio è di avere una sferzata di energia seguita da un crollo nel momento 'cloù del dopocena
  10. vino rosso in quantità moderate può contribuire a togliere qualche inibizione e a scaldare l'atmosfera, ma se viene consumato in eccesso rischia di rovinare la serata
  11. farina d'avena troppo elaborata da digerire
  12. bevande energetiche una forte eccitazione iniziale si trasformerà in un boomerang dopo poco tempo
  13. broccoli troppo fibrosi e di difficile digestione per una notte d'amore

COSA SONO I CIBI AFRODISIACI?

 

I cibi afrodisiaci agiscono con tutta probabilità su questa componente "mentale" contribuendo a scatenare fantasie e ad attivare circuiti vascolari in grado di migliorare l'intimità di coppia.

 

10 CIBI AFRODISIACI 

 

  1. ANICE: Masticare i semi di anice dovrebbe contribuire a rinvigorire i propri desideri sessuali.
  2. ASPARAGI: l'asparago è da sempre considerato un alimento afrodisiaco
  3. AVOCADO: Gli antichi Atzechi chiamavano l'avocado "l'albero testicolo", anche a causa della forma del frutto.
  4. CAVIALE: cibo ricco di zinco, un minerale essenziale per la formazione dello sperma.
  5. CACAO e CIOCCOLATO: Per gli Atzechi era il cibo degli dei. Il cioccolato, quello buono, è ricco di antiossidanti e sostanze eccitanti come la teobromina e la feniletilamina, peò deve essere almeno al 70%
  6. FICO: Utilizzato dagli antichi Greci per celebrare i raccolti durante un rito propiziatorio a sfondo sessuale
  7. PEPERONCINO: Spezia molto conosciuta ed apprezzata grazie anche alle sue presunte proprietà afrodisiache. Grazie ad alcune sostanze in esso contenute il peperoncino stimola la vasodilatazione periferica aumentando l'afflusso di sangue agli organi genitali.
  8. MANDORLE
  9. OSTRICHE E MOLLUSCHI: Conosciuti ed apprezzati sin dai romani per le loro proprietà afrodisiache, sono inoltre molto ricchi di nutrienti e minerali. Possono essere consumati con una certa tranquillità anche da chi soffre di colesterolo alto (stando comunque attenti a non esagerare)
  10. ZAFFERANO: Alcuni attribuiscono a questa pianta originaria dell'Asia anche spiccate proprietà afrodisiache

In conclusione: mangiare poco o niente, bere pochissimo vino preferibilmente rosso e buono, evitare cibi elaborati.

 

Buon ABC Allenamento

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

I Benefici Per la Salute di Tonno e Salmone
04 Gennaio 2018

I Benefici Per la Salute di Tonno e Salmone

Nessun dubbio, tonno e salmone sono super alimenti! Non solo sono una grande fonte di proteine magre, sono anche una grande fonte di vitamina B e hanno un sapore ottimo. Ciò che i nutrizionisti e gli scienziati sono davvero entusiasti del tonno e del salmone sono gli acidi grassi omega-3 contenuti nelle loro carni.

Carboidrati, Ormoni, Muscolo e Grasso Corporeo
03 Gennaio 2019

Carboidrati, Ormoni, Muscolo e Grasso Corporeo

Il glucagone è considerato l'ormone che brucia i grassi. Esso è stimolato dal pancreas in risposta all'assunzione di proteine. Il suo compito principale è quello di mantenere stabili i livelli di zucchero nel sangue nel corpo. Lo fa attivando e rilasciando il grasso corporeo immagazzinato in modo che possa essere bruciato per produrre energia.

Ultimi post pubblicati

Alimenti e Integratori Che Aumentano il Testosterone
18 Maggio 2019

Alimenti e Integratori Che Aumentano il Testosterone

Il testosterone alto, il principale ormone maschile, è un ottimo segno per la salute, ecco perché ci si domanda sempre come aumentarlo con l'alimentazione o altre soluzioni, ovviamente naturali e non chimiche.

Definizione Muscolare - La Scheda Migliore
16 Maggio 2019

Definizione Muscolare - La Scheda Migliore

Acquisire massa muscolare è abbastanza semplice, basta mangiare un pò di più adottando un allenamento strutturato sui grandi esercizi, spingendo grossi carichi; in linea di massima questa strategia ha sempre dato ottimi risultati in termini di aumento di peso e massa muscolare. Il problema nasce quando si deve perdere grasso, cercando di non perdere la massa muscolare, faticosamente acquisita nella fase bulk.