(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Nutrizione e Alimentazione

data di redazione: 14 Aprile 2018 - data modifica: 02 Settembre 2018
Nutrizione e Alimentazione

Nutrizione, alimentazione o nutrimento, è la fornitura di materiali - il cibo - richiesto da organismi e cellule per rimanere in vita. Nella scienza e nella medicina umana, la nutrizione è la scienza o la pratica del consumo e dell'utilizzo degli alimenti

Negli ospedali, la nutrizione può fare riferimento alle esigenze alimentari dei pazienti, comprese le soluzioni nutrizionali fornite tramite una provetta endovenosa o intragastrica (IG).

La scienza nutrizionale studia come il corpo scompone il cibo (catabolismo) e come ripara e crea cellule e tessuti (anabolismo). Il catabolismo e l'anabolismo combinati possono anche essere indicati come metabolismo. La scienza nutrizionale esamina anche come il corpo risponde al cibo.

Alcune Informazioni Veloci Sulla Nutrizione

  • Il corpo umano richiede sette principali tipi di nutrienti.
  • Anche se non tutti i nutrienti forniscono energia, essi sono comunque importanti, alcuni esempi sono acqua e fibre.
  • I micronutrienti sono importanti ma vengono richiesti in quantità minori.
  • Le vitamine sono composti organici essenziali che il corpo umano non può sintetizzare.

Vediamo Cos'è la nutrizione

Con l'avanzare della biologia molecolare, della biochimica e della genetica, la nutrizione si è focalizzata maggiormente sul metabolismo e sulle vie metaboliche - passi biochimici attraverso i quali le sostanze che sono dentro di noi vengono trasformate da una forma all'altra.

La nutrizione si concentra anche su come malattie, condizioni mediche e problemi di salute che possono essere prevenuti o ridotti con una dieta sana.

Allo stesso modo, la nutrizione implica l'identificazione di determinate malattie e condizioni che possono essere causate da fattori dietetici, come una dieta povera ( malnutrizione ), allergie alimentari e intolleranze alimentari.

Chi è il Dietologo, il Dietista, il Nutrizionista

Il dietologo è un medico che ha conseguito la laurea in medicina e chirurgia e poi anche la specialità in scienze dell’alimentazione.

Il dietista è un tecnico sanitario che ha conseguito la laurea triennale in dietistica. 

Il nutrizionista invece è colui che consegue la laurea magistrale in scienza dell’alimentazione. Il triennio di studi per iscriversi a tale specializzazione, deve essere quello per dietisti, biologi, farmacisti ed altre figure professionali. Ad esempio, se un dietista completa la magistrale può attribuirsi il titolo di dietista nutrizionista; i farmacisti diventano farmacisti nutrizionisti e biologi, biologi nutrizionisti.

Quindi il solo nutrizionista, se non associato ad un altra figura come nel caso del dietista nutrizionista o del biologo nutrizionista, non fa riferimento ad alcuna attività professionale. 

Il biologo nutrizionista può essere in grado di valutare i bisogni nutritivi ed energetici delle persone e definire le opportune diete.


Qualche approfondimento


Dietetica

La dietetica è l'interpretazione e la comunicazione della scienza della nutrizione; aiuta le persone a fare scelte informate e pratiche sul cibo e sullo stile di vita sia che esse sono in salute che sofferenti di malattia.

Parte del corso di un dietologo include sia le strutture ospedaliere che quelle comunitarie. I dietisti lavorano in una varietà di settori, dalla pratica privata all'assistenza sanitaria, all'istruzione, al benessere aziendale e alla ricerca, mentre una parte molto più piccola lavora nell'industria alimentare.

Nutrizione

I nutrizionisti a volte conducono ricerche per i produttori di alimenti.

La nutrizione è lo studio dei nutrienti nel cibo, di come il corpo usa i nutrienti e della relazione tra dieta, salute e malattia.

I maggiori produttori di alimenti impiegano nutrizionisti e scienziati del settore alimentare.

I nutrizionisti possono anche lavorare nel giornalismo, nell'istruzione e nella ricerca. Molti nutrizionisti lavorano nel campo della scienza e della tecnologia alimentare.

C'è molta sovrapposizione tra ciò che nutrizionisti e dietisti fanno e studiano. Alcuni nutrizionisti lavorano in un contesto sanitario, alcuni dietologi lavorano nell'industria alimentare, ma una percentuale più alta di nutrizionisti lavora nell'industria alimentare e nelle scienze e tecnologie alimentari e una percentuale più alta di dietisti lavora nel settore sanitario, benessere aziendale, ricerca e formazione scolastica.

Approfondimento Bioenergetica e Nutrizione--->

Tipi Di Nutrienti


Un nutriente è una fonte di nutrimento, una componente del cibo, ad esempio proteine, carboidrati, grassi, vitamine, minerali, fibre e acqua.

  • I macronutrienti sono nutrienti di cui abbiamo bisogno in quantità relativamente grandi.
  • I micronutrienti sono nutrienti di cui abbiamo bisogno in quantità relativamente piccole.

I macronutrienti possono essere ulteriormente suddivisi in macronutrienti energetici (che forniscono energia) e macronutrienti che non forniscono energia.
 

MACRONUTRIENTI ENERGETICI

I macronutrienti energetici forniscono energia, misurata in chilocalorie (kcal o calorie ) o in Joule. [1] kilocalorie (calorie) = 4185,8 joule. I macronutrienti energetici includono:

Carboidrati: 4 kcal per grammo

Le molecole di carboidrati includono i monosaccaridi (glucosio, fruttosio, galattosio), i disaccaridi e i polisaccaridi (amido).

Nutrizionalmente, i polisaccaridi sono preferiti rispetto ai monosaccaridi perché sono più complessi e quindi richiedono più tempo per disgregarsi ed essere assorbiti nel flusso sanguigno; questo significa che non causano picchi importanti nei livelli di zucchero (glicemia) nel sangue, che sono legati a malattie cardiache e vascolari.

Proteine- 4 kcal per grammo

Ci sono 20 aminoacidi - composti organici presenti in natura che si combinano per formare proteine. Alcuni amminoacidi sono essenziali, il che significa che devono essere consumati attraverso l'alimentazione/integrazione. Altri aminoacidi non sono essenziali perché il corpo riesce a produrli da solo.

Grassi - 9 kcal per grammo

I grassi sono trigliceridi: tre molecole di acido grasso combinate con una molecola di glicerolo alcolico. Gli acidi grassi sono composti semplici (monomeri) mentre i trigliceridi sono molecole complesse (polimeri).

I grassi sono necessari nella dieta per mantenere un buon stato di salute in quanto servono per molte funzioni, tra cui la lubrificazione delle articolazioni, aiutare gli organi a produrre ormoni, assistere nell'assorbimento di alcune vitamine, ridurre l' infiammazione e preservare la salute del cervello.

MACRONUTRIENTI CHE NON FORNISCONO ENERGIA

Questi alimenti non forniscono energia, ma sono comunque importanti:

Fibra
La fibra consiste principalmente di carboidrati. Tuttavia, poiché non viene facilmente assorbita dall'organismo, molti degli zuccheri e degli amidi non vengono rilasciati e quindi non entrano nel flusso sanguigno. La fibra è una parte importante della nutrizione, della salute e del carburante per i batteri intestinali.

Acqua
Circa il 70 percento della massa non grassa del corpo umano è acqua. Essa è vitale per molti processi che avvengono nel corpo umano.

Nessuno è completamente sicuro di quanta acqua abbia bisogno il corpo umano - le richieste per evitare la disidratazione variano da 1-7 litri al giorno. Sappiamo che il fabbisogno idrico è strettamente legato alle dimensioni del corpo, all'età, alle temperature ambientali, all'attività fisica, ai diversi stati di salute e alle abitudini alimentari; per esempio, chi consuma molto sale richiederà più acqua di un'altra persona simile.

Si sostiene che "più acqua si beve, più sani si è" ma non è supportato da prove scientifiche. Le variabili che influenzano il fabbisogno idrico sono così vaste che i consigli accurati sull'assunzione di acqua sarebbero validi solo dopo aver valutato ciascuna persona individualmente.

MICRONUTRIENTI

I micronutrienti sono richiesti dal corpo in quantità minori:

Minerali

I minerali si trovano in diversi tipi di alimenti.

I minerali nella dieta sono gli altri elementi chimici di cui il nostro corpo ha bisogno, a parte il carbonio, l'idrogeno, l'ossigeno e l'azoto.

Le persone che seguono una dieta equilibrata, nella maggior parte dei casi, otterranno tutti i minerali di cui hanno bisogno da ciò che mangiano.

A volte alcuni minerali vengono aggiunti a determinati alimenti per compensare eventuali carenze.

Il miglior esempio di questo è il sale iodato - lo iodio viene aggiunto per prevenire la carenza di iodio, che colpisce circa 2 miliardi di persone a livello globale; causa ritardo mentale e problemi alla ghiandola tiroidea. La carenza di iodio rimane un serio problema di salute pubblica in oltre metà del pianeta.

Ad esempio, gli esperti dell'University of Florida affermano che 16 sono minerali chiave essenziali per i processi biochimici umani:

Potassio

Che cosa fa il Potassio?  È un elettrolito sistemico (colpisce tutto il corpo), essenziale nel co-regolare l'ATP (un importante vettore di energia nelle cellule del corpo, anche fondamentale nel produrre l'RNA) insieme con il sodio.


 

  • La carenza di Potassio- ipopotassiemia - può influenzare profondamente il sistema nervoso e il cuore.

  • L'eccesso di Potassio - iperkaliemia - può anche influenzare profondamente il sistema nervoso e il cuore.

Cloruro

Che cosa fa il Cloruro? È la chiave per produrre l'acido dello stomaco, importante nel trasporto di molecole tra le cellule e vitale per il corretto funzionamento dei nervi.

  • La carenza di Cloruro - ipocloremia – sono bassi livelli di sale, che, se gravi, possono essere molto pericolosi.
  • Eccesso di Cloruro - ipercloremia - di solito non comporta nessun sintomo ed  è legato ad eccessiva perdita di liquidi.

Sodio

Che cosa fa il Sodio? È un elettrolita sistemico, ed essenziale nel regolare l'ATP con il potassio. Importante per la funzione nervosa e la regolazione dei livelli di liquido corporeo.

  • La carenza di Sodio - l'iponatremia - causa il malfunzionamento delle cellule; livelli di sodio estremamente bassi possono essere fatali.

  • Eccesso di Sodio - ipernatriemia - può anche causare il malfunzionamento delle cellule e livelli estremamente alti possono essere fatali.

Calcio


Che cosa fa il Calcio? È importante per la salute dei muscoli, del cuore e della digestione. Costruisce ossa, assiste nella sintesi e nella funzione delle cellule del sangue.

  • La carenza di Calcio - ipocalcemia – comporta crampi muscolari, crampi addominali, spasmi e riflessi tendinei iperattivi profondi.

Eccesso di Calcio - ipercalcemia – comporta debolezza muscolare, costipazione, conduzione indebolita degli impulsi elettrici nel cuore, calcoli di calcio nelle vie urinarie, alterazione della funzionalità renale e compromissione dell'assorbimento di ferro, con conseguente insufficienza di ferro.

Fosforo

Cosa fa il Fosforo? È importante per la struttura del DNA, è un trasportatore di energia (ATP), componente della membrana cellulare, aiuta a rafforzare le ossa.

  • La carenza di Fosforo - l'ipofosfatemia, un esempio ne è il rachitismo.

  • Eccesso di Fosforo - iperfosfatemia, spesso si manifesta a causa di insufficienza renale.

Magnesio

Che cosa fa il Magnesio? Elabora l'ATP; è richiesto per una buona salute ossea e per la gestione del corretto movimento muscolare. Centinaia di enzimi si basano sul magnesio per funzionare correttamente.

  • Carenza di Magnesio - ipomagnesemia – comporta irritabilità del sistema nervoso con spasmi delle mani e dei piedi, contrazioni muscolari e crampi, stitichezza e spasmi della laringe.

  • Eccesso di Magnesio - ipermagnesiemia – comporta nausea, vomito, respiro alterato, bassa pressione sanguigna . È molto raro, ma può verificarsi se il paziente ha problemi renali.

Zinco

Che cosa fa lo Zinco? È richiesto da molti enzimi. È importante per la crescita degli organi riproduttivi. È importante anche nell'espressione genica e nella regolazione del sistema nervoso e quello immunitario.

  • La carenza di Zinco – comporta una bassa statura, anemia, aumento della pigmentazione della pelle, ingrossamento del fegato e della milza, un alterata funzione riproduttiva, alterazione della cicatrizzazione delle ferite e immunodeficienza.


  • Eccesso di Zinco - sopprime l'assorbimento di rame e ferro.

Ferro

Che cosa fa il Ferro? È richiesto per la funzione di proteine ed enzimi, in particolare per l'emoglobina, il composto che trasporta l'ossigeno nel sangue.

  • Eccesso di Ferro – disturbo di sovraccarico di ferro; depositi di ferro si possono formare negli organi, in particolare nel cuore.

Manganese

Che cosa fa il Manganese? È un cofattore nelle funzioni enzimatiche.

  • La carenza di Manganese – comporta spossatezza, svenimento, perdita dell'udito, indebolimento di tendini e legamenti. Meno comunemente, può risultare essere una causa del diabete.

  • Eccesso di Manganese - interferisce con l'assorbimento di ferro nella dieta.

Rame

Che cosa fa il Rame? È una componente di molti enzimi.

  • La carenza di Rame – comporta anemia o pancitopenia (riduzione del numero di globuli rossi e bianchi, così come di piastrine) e neurodegenerazione.

  • Eccesso di Rame - può interferire con la formazione nel corpo di componenti cellulari del sangue; nei casi più gravi può comportare convulsioni, paralisi e infine morte (simile all'avvelenamento da arsenico).

Iodio

Che cosa fa lo Iodio? È richiesto per la biosintesi della tiroxina (un tipo di ormone tiroideo).

  • La carenza di Iodio - comporta ritardi dello sviluppo, ingrossamento della ghiandola tiroidea (nel collo) e affaticamento.

  • Eccesso di Iodio: può influire sulla funzione della ghiandola tiroidea.

Selenio

Che cosa fa il Selenio? È un cofattore essenziale per gli enzimi antiossidanti.

  • La carenza di Selenio comporta: malattia di Keshan - necrosi del miocardio (morte tessutale del muscolo cardiaco) che porta all'indebolimento del cuore; Malattia di Kashin-Beck: scomposizione della cartilagine.

  • Eccesso di Selenio: alito maleodorante, disturbi gastrointestinali, perdita di capelli, perdita di unghie, affaticamento, irritabilità e danno neurologico.

Molibdeno

Che cosa fa il Molibdeno? È parte vitale di tre importanti sistemi enzimatici, la xantina ossidasi, l'aldeide ossidasi e la solfite ossidasi. Ha un ruolo vitale nella formazione di acido urico, nel metabolismo dei carboidrati e nella disintossicazione da solfiti.

  • La carenza di Molibdeno - può influire sul metabolismo e sulla conta ematica, ma poiché questa deficienza si verifica spesso insieme ad altre carenze di minerali, è difficile dire quale deficienza abbia causato quale problema di salute.

  • Eccesso di Molibdeno: ci sono pochissimi dati sulla tossicità.

Vitamine

Il corpo umano non può sintetizzare le vitamine, quindi dobbiamo consumarle.
Questi sono composti organici che il corpo richiede in piccole quantità.

Un composto organico è una qualsiasi molecola che contiene carbonio.

Si chiama vitamina quando il nostro corpo non ne può sintetizzare (produrre) abbastanza o per niente di essa, quindi dobbiamo ottenerla dal nostro cibo.

Le vitamine sono classificate come idrosolubili (possono essere sciolte in acqua) o liposolubili (possono essere solubili nel grasso). Per gli esseri umani, ci sono quattro vitamine liposolubili (A, D, E e K) e nove vitamine idrosolubili (otto vitamine del gruppo B e la vitamina C).

  • Le vitamine idrosolubili devono essere consumate più regolarmente perché vengono eliminate più velocemente (nelle urine) e non vengono facilmente conservate.

  • Le vitamine liposolubili vengono assorbite attraverso l'intestino con l'aiuto di grassi (lipidi). Queste vitamine vengono più facilmente accumulate nel corpo in quanto non ce ne liberiamo rapidamente. Se si accumulano troppe vitamine nel corpo, si parla di ipervitaminosi. Una dieta molto povera di grassi può influenzare l'assorbimento delle vitamine liposolubili.

Sappiamo che la maggior parte delle vitamine ha molte e diverse funzioni. Di seguito è riportato un elenco di vitamine e alcuni dei loro ruoli principali. Si noti che il più delle volte i sintomi di sovradosaggio di una vitamina sono correlati all'integrazione o al metabolismo compromesso o all'escrezione, non all'assunzione di vitamine dai cibi.


Vitamina A

  • Nomi chimici: retinolo, retinoidi e carotenoidi.
  • Solubilità - grasso.
  • Malattia da deficienza - Cecità notturna o emeralopia .
  • Malattia da overdose - Keratomalacia (degenerazione della cornea).


Vitamina B1

  • Nome chimico - tiamina.
  • Solubilità - acqua.
  • Malattia da carenza - beriberi, sindrome di Wernicke-Korsakoff.
  • Malattia da sovradosaggio - rare reazioni di ipersensibilità che somigliano allo shock anafilattico quando il sovradosaggio è dovuto ad iniezione.


Vitamina B2

  • Nome chimico - riboflavina.
  • Solubilità - acqua.
  • Malattia da deficienza - ariboflavinosi (lesioni della bocca, seborrea e vascolarizzazione della cornea).
  • Malattia da overdose - nessuna complicanza nota. L'eccesso è escreto nelle urine.


Vitamina B3

  • Nome chimico: niacina.
  • Solubilità - acqua.
  • Malattia da carenza - pellagra.
  • Malattia da sovradosaggio - danno epatico, problemi della pelle e disturbi gastrointestinali, oltre ad altri problemi.


Vitamina B5

  • Nome chimico - acido pantotenico.
  • Solubilità - acqua.
  • Malattia da deficienza - parestesia (formicolio, puntura o intorpidimento della pelle senza apparente effetto fisico a lungo termine).
  • Malattia da overdose - nessuna riportata.


Vitamina B6

  • Nomi chimici - piridossamina, piridossale.
  • Solubilità - acqua.
  • Malattia da deficienza - anemia, neuropatia periferica .
  • Malattia da sovradosaggio - danno al sistema nervoso, compromissione della propriocezione (capacità di rilevare le parti del corpo nello spazio).


Vitamina B7

  • Nome chimico - biotina.
  • Solubilità - acqua.
  • Malattia da deficienza - dermatite, enterite.
  • Malattia da overdose - nessuna riportata.


Vitamina B9

  • Nome chimico: acido folico.
  • Solubilità - acqua.
  • Malattia da deficienza - difetti alla nascita.
  • Malattia da overdose - aumento del rischio di convulsioni.


Vitamina B12

  • Nomi chimici: cianocobalamina, idrossicbalamina, metilcobalamina.
  • Solubilità - acqua.
  • Malattia da deficienza - anemia megaloblastica (un difetto nella produzione di globuli rossi).
  • Malattia da overdose - nessuna riportata.

Vitamina C

  • Nome chimico - acido ascorbico.
  • Solubilità - acqua.
  • Malattia da deficienza - lo scorbuto, che può portare a un gran numero di complicanze.
  • Malattia da overdose - megadosi di vitamina C - diarrea, nausea, irritazione cutanea, bruciore alla minzione, esaurimento di rame nel corpo e maggior rischio di calcoli renali.

Vitamina D

  • Nomi chimici - ergocalciferolo, colecalciferolo.
  • Solubilità - grasso.
  • Malattia da carenza - rachitismo, osteomalacia (ammorbidimento osseo), studi recenti indicano un rischio maggiore di alcuni tumori, malattie autoimmuni e malattie croniche
  • Malattia da overdose - ipervitaminosi D ( mal di testa, debolezza, disturbo della digestione, aumento della pressione sanguigna e calcificazione dei tessuti).

Vitamina E

  • Nome chimico - tocotrienoli.
  • Solubilità - grasso.
  • Malattia da deficienza - molto rara, può includere anemia emolitica nei neonati.
  • Malattia da overdose - disidratazione, vomito, irritabilità, stitichezza, accumulo di calcio in eccesso.

Vitamina K

  • Nomi chimici - fillochinone, menachinoni.
  • Solubilità - grasso.
  • Malattia da deficienza - maggiore tendenza a sanguinare e lividi.
  • Malattia da sovradosaggio - può compromettere gli effetti del farmaco warfarin.
  • La maggior parte degli alimenti contiene una combinazione di alcune o tutte le sette classi di nutrienti. Richiediamo quindi, alcuni nutrienti regolarmente, e altri, meno frequentemente.

Vi consigliamo di leggere gli altri articoli della nostra categoria sull'alimentazione e di dare un occhiata alle nostre ricette orginali. 

Riferimenti:
Facts about minerals. (2015, April). University of Florida. Retrieved from http://edis.ifas.ufl.edu/fy891

Iron. (2017, March 3). NHS. Retrieved from http://www.nhs.uk/conditions/V...

Micronutrients. (n.d.). WHO. Retrieved from http://www.who.int/nutrition/t...

Micronutrient facts. (2015, March 31). CDC. Retrieved from http://www.nhs.uk/conditions/V...

Sustaining the elimination of iodine deficiency disorders (IDD). (n.d.). WHO. Retrieved from http://www.who.int/nmh/iodine/...

Vitamins and minerals. (2017, March 3). NHS. Retrieved from http://www.nhs.uk/Conditions/v...

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

I carboidrati
23 Aprile 2015

I carboidrati

Come li dobbiamo assumere in relazione al nostro sport

I carboidrati sono anche chiamati idrati di carbonio, glicidi o glucidi; come vanno assunti in relazione alla tua attività sportiva e perché.

Come la Pasta può Aiutare a Dimagrire
08 Luglio 2016

Come la Pasta può Aiutare a Dimagrire

Ecco cosa rivela un recente studio sulla pasta

Chi fa sport, sa bene che la pasta, quindi i carboidrati, aumentano l'intensità di un allenamento, dando così una spinta al metabolismo che resterà alto anche nelle ore successive. Ma spesso coloro che non fanno attività fisica e vogliono perdere qualche chilo di troppo, vedono la pasta come nemica.

Ultimi post pubblicati

Speciale Allenamento Deltoidi
20 Ottobre 2018

Speciale Allenamento Deltoidi

4 Esempi di Allenamento per Sviluppare i Deltoidi

I deltoidi sono muscoli collocati all’interno dell'articolazione della spalla, i muscoli deltoidi si suddividono in anteriori, mediali e posteriori, infraspinato, sovraspinato, piccolo rotondo e grande rotondo, sottoscapolare.

Gran Dentato
19 Ottobre 2018

Gran Dentato

Origine, Inserzione ed Azione

Il muscolo Gran Dentato è incluso tra i muscoli del cingolo scapolo-omerale. Con la sua azione porta in rotazione esterna la scapola, un movimento importante per l’elevazione dell’omero sopra i 90°, permette inoltre di far aderire la scapola al torace e può come azione secondaria coadiuvare i movimenti delle coste utili all’inspirazione.