ABC Allenamento
(0)
Carrello (00)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Barrette Proteiche Al Cioccolato All'arancia

data di redazione: 17 Febbraio 2018 - data modifica: 06 Settembre 2018
Barrette Proteiche Al Cioccolato All'arancia

Valori nutrizionali

Porzioni: 6

Quantità per porzione

Calorie: 272
Carboidrati: 23
Proteine: 18
Grassi: 12
Preparazione: 50 min.
Difficoltà: 1
N. porzioni: 6

Ricetta per ottenere barrette proteiche gustose ed economiche

Quando la maggior parte delle persone pensa ad una barretta proteica, spesso pensa a qualcosa dal gusto troppo denso e pastoso, poco gustosa, alquanto costosa, che può contenere diversi additivi e che infine lascia anche un retrogusto poco piacevole.

Ma non preoccupatevi, per questo abbiamo preparato una ricetta per fare delle barrette proteiche in casa con l'uso di pochi ingredienti, piene di proteine e con un sapore delizioso. Inoltre, non richiedono alcuna cottura!

Questa semplice ricetta per barrette proteiche al cioccolato all'arancia è molto versatile. Se non siete amanti del cioccolato all'arancia, potete scambiare con un sapore diverso e invece della marmellata all'arancia, potete usare qualche confettura di fragole o altro come il miele.

Le barrette proteiche sono molto facili da preparare e rappresentano un'ottima idea di snack proteico per combattere la fame a metà mattina oltre ad essere anche un ottimo spuntino pre o post allenamento!

TEMPO DI PREPARAZIONETEMPO DI COTTURATEMPO TOTALE
 40 minuti10 minuti50 minuti

  

Ingredienti

DOSI 6 porzioni


  • 100 g di farina d'avena (avena integrale macinata in un frullatore)
  • 50 g di cocco essiccato
  • Una spruzzata di latte
  • 100 g di proteine del siero di latte
  • 50 g di marmellata all'arancia (o confettura diversa)
  • 50 g di cioccolato fondente

Preparazione

1 Unire la farina di avena, proteine del siero di latte, cocco e marmellata in una ciotola.

2 Aggiungere un po' di latte e mescolare il tutto con le mani, aggiungere un altro po' di latte e continuare a mescolare fino a quando la consistenza non assomigli ad una pasta di pane. Non aggiungete molto liquido perché vi sarà difficile modellare le barrette.


3 Una volta ottenuto la consistenza desiderata, modellate la miscela in diverse barrette e posizionatele su un piatto precedentemente coperto con carta da forno.

4 Ecco un suggerimento utile, quando state modellando le barrette, inumiditevi le mani prima con l'acqua, in quanto ciò impedisce all'impasto di attaccarsi alle mani.

5 Una volta che avete modellato le vostre barrette, scaldate il cioccolato fondente a bagnomaria e poi ricoprite le barrette proteiche con il cioccolato fuso. Inseritele nel freezer per 30 minuti per compattarle.



Potrebbe interessarti anche

Uova in Camicia
12 Novembre 2015

Uova in Camicia

Ricetta delle uova in camicia

Insalatona da Dieta a Zona
07 Agosto 2017

Insalatona da Dieta a Zona

La dieta a zona, è un tipo di dieta a blocchi, nata alcuni anni fà, buona per persone sedentarie ma non per un'atleta che ha diverse esigenze di apporti nutrizionali per incrementare la propria massa muscolare e definizione muscolare.

Ultimi post pubblicati

BodyBuilding a Circuito Per Perdere Grasso e Conservare La Massa Muscolare
21 Aprile 2021

BodyBuilding a Circuito Per Perdere Grasso e Conservare La Massa Muscolare

Come Perdere peso in grasso, senza perdere muscoli

Non ci sono dubbi che l’esercizio, in particolare quello orientato all’allenamento della forza, possa contribuire al mantenimento della massa muscolare durante la riduzione del peso. Per perdere grasso bisogna mettersi a dieta, i provvedimenti dietetici devono dare particolare attenzione all’assunzione delle proteine

Scheda in Monofrequenza con Richiami Muscolari
08 Aprile 2021

Scheda in Monofrequenza con Richiami Muscolari

Scheda di Allenamento Old School anni 80

La monofrequenza “pura” non esiste, perché la fisiologia del nostro corpo va in una direzione completamente diversa. Chi pensa d’allenare un muscolo una volta a settimana in monofrequenza, in realtà non sa che sta facendo un allenamento pesante, più diversi richiami, perché nessun muscolo può mai lavorare in modo totalmente isolato. Fatta questa premessa entriamo nel nocciolo dell'articolo.