(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Mele al Forno con Cannella

data di redazione: 21 Aprile 2014 - data modifica: 01 Ottobre 2014
Mele al Forno con Cannella

Ricetta buona e salutare

INGREDIENTI

  • prendete 4 grosse mele , lavatele , mettetele in una teglia con sopra
  • CANNELLA in polvere e poco fruttosio o zucchero.
  • Al forno 1 ora per 200 Gradi !
  • Oltre che buone che proprietà otteniamo da questo spuntino o merenda :

MELE :

 

I nutrizionisti rilevano che in ogni 100 grammi di prodotto commestibile sono mediamente contenute: circa 85 grammi d’acqua, 0,2 grammi di proteine, 0,1 grammi di grassi, 11 grammi di zuccheri di diverso tipo, tra cui fruttosio, glucosio, e saccarosio, 2 grammi di fibre, per un totale di circa 45-50 calorie, e circa 4 grammi di sali minerali tra cui potassio, zolfo, fosforo, calcio, magnesio, sodio, ferro, oltre a tracce di rame, iodio, zinco manganese, e silicio.

La mela e’ ricca anche di vitamine: C, PP, B1; B2, A, e contiene inoltre acido malico (circa 0,6-1,3 grammi). Sia nella polpa che nella buccia sono inoltre presenti eteri, tannini, alcoli, aldeidi e un elevato numero di terpeni che rende infinitamente vario il profumo e il sapore delle mele.

I valori elencati possono variare a seconda del grado di maturazione del frutto e della qualita’, anche perche’ in tutto il mondo oggi si contano piu’ di mille varieta’ di mele. I contenuti di questo frutto sono equilibrati e dal punto di vista nutrizionale completi. Tali proprieta’ contribuiscono all’attenzione dedicata alla sua capacita’ di ridare giovinezza ai tessuti, e di mantenere un generale benessere fisico.

 

CANNELLA:

Tutti la conoscono: si sparge sulla panna montata, si aggiunge alla pasta per le frittelle, si mescola al sidro caldo di mele e si trova anche nei dolciumi e nei dentifrici. Aromatizzante d’ eccezione, la cannella è una spezia d’ eccezione ma ancheuno dei rimedi più antichi del mondo per la cura di infezioni, dolore e problemi digestivi. La cannella (Cinnamomum zeylanicum) appartiene alla famiglia delle lauracee, cui appartengono anche l’ alloro, l’ avocado, la noce moscata e il sassofrasso. E’ originaria dell’ Asia meridionale e viene utilizzata sotto forma di corteccia interna essiccata. Usata per secoli dagli erbari cinesi e dai guaritori ayurvedici dell’ India, oggi le sue proprietà sono riconosciute per dare beneficio a varie parti del corpo.

LA CANNELLA CONTRO INFEZIONI E FUNGHI Una buona ragione scientifica per aromatizzare dentifrici e colluttori con la cannella sta nel fatto che è un potente antisettico che elimina molti batteri, funghi e virus cariogeni e patogeni. Se ne possono approvare i benefici spargendo un pò di cannella polverizzata su tagli o escoriazioni, dopo averli detersi accuratamente. Una possibile applicazione per la cannella è infatti quella di carta igienica impregnata della spezia: da uno studio tedesco risulta che la spezia sopprime completamente il batterio dell’ Escherichia coli, che provoca infezioni all’ apparato urinario, ed il fungo Candidaalbicans, responsabile di infezioni vaginali.

LA CANNELLA CONTRO CATIVA DIGESTIONE E GONFIORE ADDOMINALE Oltre ad aromatizzare i cibi, la cannella facilita la digestione poiché favorisce la scissione dei grassi. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista britannica Nature, questa azione si esplica attraverso la stimolazione della tripsina, un enzima digestivo. La cannella è indicata per curare la cattivadigestione, la tensione addominale, il gonfiore e la flatulenza.

MODALITA’ D’ IMPIEGO DELLA CANNELLA Per preparare un infuso speziato e dolce, usare mezzo cucchiaino di erba polverizzata per una tazza di acqua bollente, lasciando in infusione per 10-20 minuti ed eventualmente filtrando. La dose massima è di tre tazze al giorno.

 

L’ infuso di cannella non va somministrato ai bambini di età inferiore ai 2 anni. Per curare piccoli tagli ed escoriazioni, detergere accuratamente la zona interessata e cospargere con un po’ di cannella in polvere.

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

Tonno in Crosta Di Arachidi
10 Dicembre 2017

Tonno in Crosta Di Arachidi

Tagliata di Tonno in Crosta di Arachidi su un Letto di Cipolline e Pomodorini

TONNO​ IN CROSTA DI ARACHIDI, la ricetta presentata in questo articolo.

Barretta Proteica al Cioccolato Fondente e Noci Fai da Tè
24 Novembre 2016

Barretta Proteica al Cioccolato Fondente e Noci Fai da Tè

Barretta ideale per la Colazione ricca di grassi, carboidrati e proteine

Ultimi post pubblicati

Il Miglior Allenamento Per Perdere Grasso
15 Febbraio 2019

Il Miglior Allenamento Per Perdere Grasso

Programma di allenamento per dimagrire con esercizi di forza, cardio, protocolli HIIT e consigli alimentari perchè senza una buona alimentazione non si va da nessuna parte.

Riso Pilaf Con Frutta e Cipollotti
14 Febbraio 2019

Riso Pilaf Con Frutta e Cipollotti

Il termine pilaf di per sè, contrariamente al significato che ha acquisito per metonimia in italiano e in altre lingue, non si riferisce al riso, ma alla maniera di cucinarlo: pilaf è la cottura del riso, non il riso in sè.
Preparazione: 30 min.
Difficoltà: 3
N. porzioni: 4