(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Allenamento Funzionale Militare e Forze dell'Ordine

data di redazione: 03 Giugno 2015 - data modifica: 01 Maggio 2018
Allenamento Funzionale Militare e Forze dell'Ordine

Come si allenano i Marines Americani oppure i Nocs Italiani

Allenamento Funzionale Militare e Forze dell'Ordine

Tutti i militari e le forze dell'Ordine dovrebbero avere una condizione di forma accettabile, ma in alcuni reparti è richiesto un elevato grado di preparazione fisica, ovviamente parlo degli operatori delle Forze Speciali e più in generale del personale di fanteria impiegato nei reparti operativi (alpini e bersaglieri) dei Nocs della Polizia di Stato, dei Gis della Guardia di Finanza, dei Ros dei Carabinieri e anche gli operatori impiegati a tutela dell 'ordine pubblico come i reparti mobili e battaglioni.

In ambito militare durante una missione, la fatica fisica è inevitabile e spesso ad essa è associato il disagio per le condizioni climatiche diverse rispetto a quelle in cui in militare vive di solito. 

Il sovraccarico imposto alla muscolatura scheletrica è in gran parte dovuto all'equipaggiamento: giubbotto antiproiettile, combat vest, fucile ecc ecc spesso superano i 20 kg.

Le forze dell'ordine dei reparti speciali non sono da meno e anche gli operatori impegnati allo stadio con l'equipaggiamento da ordine pubblico (scudo, sfollagente, casco protettivo, protezioni) .

La preparazione fisica di tipo funzionale è un vero toccasana in quanto un adeguato allenamento non solo accresce la capacità di movimento e di azione degli operatori ma riduce anche lo stress a cui vanno incontro durante le operazioni. 

Un operatore di questi reparti vede la preparazione come un pugile o un lottatore, più sudore in allenamento meno sangue in battaglia.

Per questi reparti il lavoro cardiovascolare e di resistenza prevede sia corsa continua a ritmo aerobico, sia interval training ad alta intensità. 

Il potenziamento prevede sia esercizi calistenici a carico naturale, sia esercizi con sovraccarichi, sia esercizi di flessibilità e addestramento tecnico di difesa personale per il corpo a corpo e striking.

Gli Americani sono stati i primi ad allenare i propri corpi speciali con allenamenti estenuanti, celebri sono i MARINES che già da decenni si allenano in modo funzionale per migliorare le prestazioni ed essere pronti per la battaglia.

I sovietici hanno sempre dato priorità alla forza con allenamenti in stile strongman e con l'utilizzo delle celebri kettlebell e meno all'allenamento cardiovascolare.

Oggi con la globalizzazione conosciamo quasi tutte le metodologie di allenamento, quasi tutti cercano di effettuare allenamenti completi dove si cerca di allenare tutte le qualità fisiche dell'uomo: potenza, forza, resistenza, fiato .

PROPOSTA DI ALLENAMENTO

Un microciclo settimanale potrebbe essere questo

LUNEDI'

  • fartlek 20 minuti o Interval training (6-10 sprint su distanze dai 50 ai 200 metri)
  • allungamento 10 minuti
  • 3-4 Circuiti

MERCOLEDI'

  • corsa continua 3-5 km
  • allungamento 10 minuti
  • Stacco da Terra 4 serie x 3 reps con carichi 85%-90% massimale

VENERDI'

  • fartlek 20 minuti
  • allungamento 10 minuti
  • 3-4 Circuiti

I circuiti hanno recuperi flash tra gli esercizi (15") e di 2'-3' tra un circuito e l'altro. Un circuito potrebbe essere questo

  1. clean and press con kettlebell 10 reps
  2. piegamenti sulle braccia 20 reps
  3. squat frontale con 2 kettlebell 10 reps
  4. trazioni alla sbarra 10 reps o tirate inverse sbarra o trx 20 reps
  5. addominali sit up 20 reps

un altro tipo di allenamento militare in stile CrossFit@ potrebbe essere questo :

  1. Girata al petto 5 reps
  2. piegamenti sulle braccia 15 reps
  3. balzi su panca 10 reps
  4. trazioni alla sbarra 10 reps
  5. addominali 20 reps

Non è possibile allenarsi in maniera ordinata come gli atleti professionisti impegnati nelle gare di vario genere, il militare e l'operatore di polizia deve anche lavorare in turni di servizio, pertanto gli allenamenti settimanali che si riescono a svolgere devono essere intensi allenando tutto il corpo e tutte le qualità umane.

Questo non vuol dire che non sono allenamenti validi , anzi, provate a fare uno dei circuiti che abbiamo citato e poi mi saprete dire.

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

Circuito Militare con Attrezzi Non Convenzionali
30 Dicembre 2015

Circuito Militare con Attrezzi Non Convenzionali

Protocollo di Allenamento a Circuito di Stampo Militare

Per allenamento funzionale si intende un allenamento finalizzato a migliorare il movimento dell'intero corpo e non del singolo distretto muscolare.

SWAT Addestramento dei Corpi Speciali di Polizia
16 Aprile 2018

SWAT Addestramento dei Corpi Speciali di Polizia

Come si addestrano le squadre SWAT, gli Operatori di Polizia delle squadre speciali

Il Centro avanzato di tecniche di immobilizzazione CATI - Police Training è una delle poche federazioni al mondo dove si pratica la lotta corpo a corpo, tecniche di difesa personale non molto in voga in Italia e stati europei in quanto in questi paesi si cerca di mantenere una certa distanza dall’ipotetico aggressore. In certi contesti la lotta corpo a corpo, con l'adeguato lavoro di squadra, è risolutiva in quanto si spengono sul nascere le azioni del nostro aggressore. Spesso in questi addestramenti gli operatori atterrano il malvivente con tecniche di Take down oggi molto in voga nelle MMA e submission grappling .

Ultimi post pubblicati

ABC Safe: La Giusta Distanza Per Sferrare una Gomitata
23 Settembre 2018

ABC Safe: La Giusta Distanza Per Sferrare una Gomitata

Sifu Sandro Ci Spiega la Giusta Distanza per Sferrare una Gomitata

La gomitata è uno dei colpi più potenti e letali in quanto è un colpo che taglia, è un colpo che è in grado di concludere una lite, un match di muay thay o mma. Proprio per il fatto che la superficie di impatto è in pratica lo spigolo del gomito, questo tipo di colpo, anche se non è portato alla massima potenza, è in grado di aprire una profonda ferita.

Galletto al Limone con Paprika e Dragoncello
22 Settembre 2018

Galletto al Limone con Paprika e Dragoncello

La ricetta base è di origine romana, ma ogni regione ne ha una propria versione: la caratteristica di base, da cui deriva il nome “alla diavola”, è il colore rosso del pollo grazie alla consistente aggiunta di peperoncino, sia la paprica dolce che quello piccante.
Preparazione: 60 min.
Difficoltà: 5
N. porzioni: 4