(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Bottom up clean and press

data di redazione: 13 Aprile 2014 - data modifica: 01 Ottobre 2014
Bottom up clean and press

Esercizio Funzionale per rafforzare braccia e spalle

Bottom up clean and press

 

Pensate di avere una stretta di mano poderosa ed avambracci forti e robusti? Prima di essere certi di questa affermazione provate l'esercizio funzionale con kettlebell BOTTOM UP CLEAN AND PRESS.

 

Questo esercizio funzionale è formidabile per incrementare la massa e la forza degli avambracci e di conseguenza la stretta di mano diventerà una morsa. 

 

Per eseguire il bottom up clean and press è molto importante posizionare correttamente la mano. Se la presa non è corretta, molto probabilmente non si ruscirà ad eseguire in  modo corretto l'esercizo.

 

  1. E' necessario posizionare il kettlebell di fianco con una presa dell'attrezzo neutra come se si volesse eseguire un HAMMER CURL per i bicipiti. 
  2. Bisogna afferrare con quattro dita l'impugnatura vicino alla sommità dove le dita dovrebbero formare un uncino.
  3. Ora attraverso il naso bisogna inspirare aria nello stomaco, oscillare il kettlebell e sollevarlo quasi come se fosse l'esercizio classico hammer curl.
  4. Bisogna Assicurarsi di avere il gomito aderente al fianco e una volta che il kettlebell raggiungerà la posizione capovolta con la base rivolta verso l'alto, stringete l'impugnatura con tutta la vostra forza.

 

Mentre stringete l'impugnatura, stringete allo stesso modo anche l'altra mano che non è impegnata, questo fattore contribuirà ad aumentare la tensione muscolare in tutti i muscoli del vostro corpo.

 

La maggior parte delle persone si dimenticano di contrarre i glutei. Tenete i glutei contratti, tirate gli addominali, in questo modo sarete solidi come una roccia. 

 

Tenete il kettlebell stretto per circa tre secondi per assicurarsi che non cada e che sia perfettamente sotto il vostro controllo. 

 

A questo punto si può procedere ad eseguire il press, ovvero alla distensione con presa neutra sopra la testa.

 

Il press verrà eseguito grazie ad un impulso dato dai muscoli dorsali, quindi contraete i dorsali e spingete su dritto il kettlebell. Cercate di tenerlo perfettamente sopra il gomito. 

 

Mantenete la posizione per uno o due secondi e poi tirate giù il kettlebell usando i dorsali. Ripetete l'esercizio per il numero di ripetizioni previsto dal vostro protocollo di allenamento.

 

E' un esercizio funzionale molto utile per rafforzare :

  • Bicipiti
  • Deltoidi
  • Tricipiti
  • Stabilizzatori della spalla
  • Avambracci 

 

Buon allenamento con ABC 

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

Come Eseguire Un Perfetto Clean & Jerk
10 Settembre 2017

Come Eseguire Un Perfetto Clean & Jerk

Come fare alla perfezione un esercizio che sviluppa una grande potenza in tutto il corpo

Il Clean & Jerk è uno degli esercizi fondamentali del weightlifting. Si tratta praticamente di sollevare il bilanciere da terra, portarlo alle spalle e infine sopra la testa. Come dice il nome è un esercizio composto da due fasi. Come eseguirlo correttamente.

Medball Squat & Press
01 Ottobre 2014

Medball Squat & Press

esercizio funzionale globale

E' uno dei pochi squat frontali dove l'azione del gluteo, la flesso-estensione, si accompagna la sua funzione, ovvero la propulsione. E' un esercizio che in America definiscono "coast to coast" che lavora tutto, dalle gambe, alle spalle sino alle braccia.  

Ultimi post pubblicati

Speciale Allenamento Deltoidi
20 Ottobre 2018

Speciale Allenamento Deltoidi

4 Esempi di Allenamento per Sviluppare i Deltoidi

I deltoidi sono muscoli collocati all’interno dell'articolazione della spalla, i muscoli deltoidi si suddividono in anteriori, mediali e posteriori, infraspinato, sovraspinato, piccolo rotondo e grande rotondo, sottoscapolare.

Gran Dentato
19 Ottobre 2018

Gran Dentato

Origine, Inserzione ed Azione

Il muscolo Gran Dentato è incluso tra i muscoli del cingolo scapolo-omerale. Con la sua azione porta in rotazione esterna la scapola, un movimento importante per l’elevazione dell’omero sopra i 90°, permette inoltre di far aderire la scapola al torace e può come azione secondaria coadiuvare i movimenti delle coste utili all’inspirazione.