Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Come Migliorare nel Pistol Squat

data di redazione: 27 Gennaio 2017 - data modifica: 25 Dicembre 2017
Come Migliorare nel Pistol Squat

In molti evitano il Pistol Squat perchè è un esercizio funzionale tecnicamente complicato e fisicamente alquanto duro, il difficile di questo movimento, sta nel punto di ritorno, ovvero nella risalita, e nel punto più basso, ma il fatto che non è uno degli esercizi più semplici non deve essere una motivazione per non effettuarlo.

Ci sono atleti che riescono ad effettuare più ripetizioni già al primo approccio e altri che dopo mesi di tentativi non superano le due ripetizioni; il fatto è che ci sono persone che sono strutturate fisicamente di natura in maniera favorevole per l'esecuzione del Pistol Squat. Il soggetto con gambe lunghe ed esili incontrerà sicuramente maggiori difficoltà di quello con arti inferiori corti e potenti, che sarà più forte in tutto l'arco del movimento. Un altro fattore da non trascurare è l'inesperienza, la non abitudinarietà a lavorare in situazioni di precario equilibrio e con angolazioni di lavoro più critiche.

I BENEFICI DEL PISTOL SQUAT

  • Il Pistol Squat, non è un esercizio da circo o solo per ginnasti e lottatori, sappiate che è un modo per migliorare la postura nello squat tradizionale. Se riuscirete ad effettuare qualche ripetizione di questo esercizio, sicuramente avrete dei grossi benefici nello squat tradizionale sia come carichi di utilizzo, profondità del movimento ed incremento della massa muscolare
  • Secondo beneficio di questo esercizio è il carico naturale che vi servirà anche per la crescita muscolare. Sollevare il proprio peso corporeo con 1 gamba non è uno scherzo e questo darà stimolo alla crescita muscolare. In questo modo avrete un'arma in più per allenare le gambe a corpo libero in sedute di allenamento outdoor.

COME POSSIAMO MIGLIORARCI NEL PISTOL SQUAT?

La parola d'ordine è insistere; è necessario mettersi sotto e cercare di lavorare nelle angolazioni e quindi nell'arco di movimento dove si incontrano maggiori difficoltà. Particolari esercizi mirati con i giusti accessori vi permetteranno di rinforzare in modo graduale gli arti inferiori facendovi fare progressi importanti.

  • Il primo consiglio quindi è quello di munirvi di elastici o utilizzare il trx che potete legare alla sbarra per le trazioni e che vi aiuterà durante il pistol squat nel punto più critico dell'esercizio.
  • Dove non arriveranno le gambe vi aiuterete con le braccia per mezzo degli elastici, di mano in mano sempre meno, fino ad eseguirlo senza l'aiuto degli accessori. Questo metodo vi permetterà di migliorare solo nel punto di maggiore difficoltà, senza sovraccaricare le ginocchia, abituandole a lavorare in maniera graduale in angoli di movimento così ridotti.
  • Un altro metodo efficace è quello di sedervi durante l'esercizio su una palla medica, sfruttando il rimbalzo e superando così la difficoltà del punto più critico, che è la posizione bassa dell'esercizio.
  • Un altro metodo è quello di mettere due box ai lati del vostro corpo che fungeranno da appoggio per risalire durante la fase di ascesa del pistol squat.


Se vi state impegnando per migliorare nel pistol squat, il consiglio è quello di eseguirlo più volte a settimana, in modo da prenderci confidenza, con schemi di ripetizioni bassi a volume crescente di settimana in settimana.

Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

6 Modi di Fare le Trazioni
14 Febbraio 2019

6 Modi di Fare le Trazioni

Come migliorare nelle Trazioni

Le trazioni interessano le articolazioni della spalla, del gomito e del polso ed i muscoli bicipiti, dorsali, lombari e delle spalle ed i benefici che si acquisiscono con le trazioni alla sbarra sono un V SHAPE più pronunciato in termini estetici di aumento massa muscolare dorsale, stabilità delle spalle, forza, resistenza e miglior postura della parte superiore del corpo in termini funzionali.  

Halo con le clubbells, Kettlebell o SandBag
16 Novembre 2017

Halo con le clubbells, Kettlebell o SandBag

Esercizio Funzionale con svariate funzioni

A corpo libero o con carichi leggeri ( manubri, piastre, kettlebell, clubbell o sandbag) viene utilizzato come esercizio di riscaldamento e mobilizzazione per l'intero cingolo scapolo -omerale e tutte le complesse catene articolari che vi fanno capo, a partire ovviamente dal CORE.    

Ultimi post pubblicati

YMCA Bench Press Test
15 Luglio 2019

YMCA Bench Press Test

L'obiettivo dell'YMCA bench press test è di valutare la forza e la resistenza dei muscoli estensori del gomito e dei muscoli flessori ed adduttori della spalla.

Tricipite Brachiale
15 Luglio 2019

Tricipite Brachiale

Origine - Inserzione - Azione

Il muscolo tricipite brachiale è il principale mu­scolo estensore dell’avambraccio e, per mezzo del capo lungo, promuove una adduzione dell’omero. È formato da tre parti denominate capo lungo, capo laterale e capo mediale.