(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Long Cycle Clean & Press

data di redazione: 14 Marzo 2015
Long Cycle Clean & Press

Il Long Cycle Clean & Press con le kettlebell è uno degli esercizi funzionali migliori per la parte superiore del corpo, ma in realtà è un vero e proprio minicircuito total body, in quanto coinvolge la catena estensoria di:

 

  • anca
  • trapezi
  • deltoidi
  • tricipiti
  • parascapolari
  • paravertebrali
  • core


La lunghezza della catena cinematica coinvolta viene confermata anche dagli effetti sui sistemi cardio-vascolare e cardio-respiratorio, messi a dura prova da questo esercizio, così come dall'incremento del metabolismo basale del post esercizio.

 

Questo significa che è un movimento alquanto indicato per una fase di dimagrimento.

 

La modalità di attivazione dal basso (arti inferiori) verso l'alto (arti superiori), e nuovamente ritorno verso il basso, ne fanno un fantastico esercizio per le donne con problematiche circolatorie (cellulite in primis).

 

Per questo motivo, consigliamo di inserirlo anche nelle schede per il dimagrimento per entrambi i sessi, visto che nella stessa esecuzione abbiamo un lavoro che segue il metodo del PHA Peripharial Hearth Action Training.

 

Il long cycle è uno dei migliori esercizi per allenare fiato e resistenza negli sport da combattimento basati su round o comunque che si svolgono in tempi medio lunghi. E' un esercizio da prendere assolutamente in considerazione.

 

ESECUZIONE ESERCIZIO

 

20 punti per eseguire il long cycle clean and press

 

  1. afferrate un kettlebell per mano 
  2. posizionatevi in stazione eretta con le braccia davanti al bacino
  3. la partenza è uguale allo SWING immaginando un salto senza la fase aerea
  4. Flettete il bacino all'indietro
  5. caricate le anche
  6. i 2 kettlebell sono appena sotto il bacino
  7. arti inferiori leggermente piegati
  8. le ginocchia quasi ferme
  9. schiena in posizione neutrale
  10. estendete in maniera esplosiva le anche
  11. sfruttando questa spinta
  12. lanciate i kettlebell verso l'alto, davanti a voi, senza allontanare le braccia dal corpo
  13. raccogliete i kettlebell in posizione RACK POSITION 
  14. ora piegate leggermente le gambe con un movimento breve, veloce e molto potente
  15. estendete le gambe, sfruttandone la spinta
  16. sollevate quindi le braccia sopra la testa
  17. siete il lock out position 
  18. abbassate nuovamente le braccia sino alla rack position 
  19. Ricominciate di nuovo dallo swing
  20. Completate le ripetizioni previste dal vostro protocollo

Buon ABC Allenamento

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

6 Modi di Fare le Trazioni
02 Ottobre 2014

6 Modi di Fare le Trazioni

Come migliorare nelle Trazioni

Le trazioni interessano le articolazioni della spalla, del gomito e del polso ed i muscoli bicipiti, dorsali, lombari e delle spalle ed i benefici che si acquisiscono con le trazioni alla sbarra sono un V SHAPE più pronunciato in termini estetici di aumento massa muscolare dorsale, stabilità delle spalle, forza, resistenza e miglior postura della parte superiore del corpo in termini funzionali.  

Overhead Walking Lunge
08 Aprile 2015

Overhead Walking Lunge

Un duro esercizio che richiede una buona mobilità articolare

Riguardo l'overhead walking lunge, si vede spesso persone assumere quell'antipatica posizione con il carico sopra la testa e poi eseguire l'affondo camminando qua e là. Di certo questo non dà loro un buon risultato”. “La prima cosa che si vuole è che la gente si muova bene”

Ultimi post pubblicati

Speciale Allenamento Deltoidi
20 Ottobre 2018

Speciale Allenamento Deltoidi

4 Esempi di Allenamento per Sviluppare i Deltoidi

I deltoidi sono muscoli collocati all’interno dell'articolazione della spalla, i muscoli deltoidi si suddividono in anteriori, mediali e posteriori, infraspinato, sovraspinato, piccolo rotondo e grande rotondo, sottoscapolare.

Gran Dentato
19 Ottobre 2018

Gran Dentato

Origine, Inserzione ed Azione

Il muscolo Gran Dentato è incluso tra i muscoli del cingolo scapolo-omerale. Con la sua azione porta in rotazione esterna la scapola, un movimento importante per l’elevazione dell’omero sopra i 90°, permette inoltre di far aderire la scapola al torace e può come azione secondaria coadiuvare i movimenti delle coste utili all’inspirazione.