Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Push Press

data di redazione: 21 Aprile 2018
Push Press

Esercizio Che Serve Per Aumentare La Forza Negli Esercizi Di Distensione

PUSH PRESS

Per gli atleti che sono alla ricerca di spalle più grosse e forti, il push press può essere un esercizio che potrà permettervi di migliorare in tale distretto muscolare.

Il lite motive del push press è il leggero slancio corporeo che permette di gestire più peso rispetto al tradizionale military press.

Il push press sviluppa la forza della parte superiore del corpo, condiziona la cuffia dei rotatori e lavora gli addominali nella fase apicale dell'esercizio, ovvero con il bilanciere sopra la testa.

Questo esercizio un tempo era alquanto popolare e sollevare carichi enormi, con un bilanciere sopra la testa, da una posizione eretta, era l'esercizio clou di tutti i pesisti del mondo.

Le distensioni su panca piana sono un esercizio che è diventato popolare negli anni 70, prima c'era il push press.

COME SI ESEGUE?

  • Mettete i piedi ad un'ampiezza simile alla larghezza delle spalle
  • Impugnate il bilanciere olimpionico con la punta delle dita
  • I gomiti rivolti in avanti
  • Appoggiate il bilanciere sulla parte anteriore delle vostre spalle
  • Scendete in uno squat poco profondo
  • Premete sopra i talloni
  • Guidate il bilanciere direttamente sopra la testa fino a quando le braccia sono dritte
  • Il bilanciere deve avere una traiettoria dietro alle orecchie
  • Abbassate il bilanciere fino al petto
  • Mantenete un arco neutro nella colonna vertebrale per tutta la durata del movimento

Diversamente dal military press, dove la presa è alquanto salda, con le mani che avvolgono completamente il bilanciere, nel push press invece, le mani non devono chiudersi completamente per permettere di mantenere i gomiti in avanti. 

Non è semplice, pertanto è consigliabile cominciare con carichi bassi, curando le varie fasi del movimento.

L'errore più grande nell'esecuzione del push press è quello di abbassarsi troppo. Bisogna piegarsi leggermente sulle ginocchia e trasferire immediatamente l'energia nella parte superiore del movimento.

POSIZIONE GIUSTA DELLE MANI

POSIZIONE GIUSTA DEI GOMITI

Push Press non è un esercizio esclusivo per allenare solo le spalle, è un movimento che costruisce forza e potenza in tutto il corpo, rafforzando il core. 

Se volete spalle forti e sane, dovreste inserire questo esercizio almeno una volta alla settimana, come piatto forte della seduta del giorno.

Come abbiamo accennato a differenza di molti altri esercizi per la parte superiore del corpo, il Push Press utilizza anche le gambe. 

Pertanto, possiamo utilizzare carichi più pesanti rispetto ad altri esercizi per le spalle. Il push press vi garantirà:

  • Di migliore ed incrementare la forza di distensione 
  • Di Rafforzare il core, spalle, braccia, schiena e gambe

PUSH PRESS - VIDEO

Potrebbe interessarvi anche:

PUSH PRESS UNILATERALE

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

One Leg Deadlift
01 Ottobre 2014

One Leg Deadlift

Esercizio per l'estensione di tutto il corpo, glutei e femorali

Un Esercizio incredibile, uno dei poch che allena l'estensione di tutto il corpo e il migliore in assoluto per glutei e femorali.

Swing con Kettlebell
03 Aprile 2017

Swing con Kettlebell

L'Esercizio Base dell'allenamento Funzionale

Gli esercizi eseguiti con i kettlebell sono un ottimo modo per dare un ulteriore shock alla crescita muscolare.

Ultimi post pubblicati

Shawn Rhoden Squalificato a Vita
23 Luglio 2019

Shawn Rhoden Squalificato a Vita

Il 2019 non ha portato fortuna a Shawn Rhoden, infatti il campione in carica,  non potrà più gareggiare sul palco del mr Olympia per il resto della sua vita. Dopo l’accusa di stupro, l'azienda che organizza l'evento del mr Olympia ha deciso di squalificare a vita il vincitore del mr Olympia 2018.

PRONATORE ROTONDO
18 Luglio 2019

PRONATORE ROTONDO

Origine - Inserzione - Azione

Il muscolo pronatore rotondo fa parte dei muscoli del primo strato della regione anteriore dell'avambraccio ove è anche il più laterale.