(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Stacco Sumo con Kettlebell

data di redazione: 19 Maggio 2014 - data modifica: 23 Febbraio 2017
Stacco Sumo con Kettlebell

Kettlebell deadlift Sumo High Pull

KETTLEBELL DEADLIFT SUMO HIGH PULL

In questo esercizio la Kettlebell viene portata da terra sino al mento, rendendo il movimento estremamente più completo sia a livello muscolare che a livello di condizionamento atletico, rispetto allo STACCO SUMO Tradizionale.

Questa versione di esercizio si può eseguire anche con il bilanciere (sempre da terra sino al mento), ma la versione con kettlebell è decisamente migliore in quanto si riescono ad eseguire movimenti più armonici, esplosivi, veloci rispetto al bilanciere. Ora cercheremo di spiegare l'esercizio e capirete il perchè delle differenze .

ESECUZIONE DELL'ESERCIZIO - KB SUMO DEADLIFT -

  1. Allargate le gambe in posizione Sumo con le punte dei piedi rivolte verso l'esterno
  2. posizionate la Kettlebell dietro la linea immaginaria dei vostri piedi
  3. impugnate con entrambi le mani la kettlebell con presa forte e decisa

AZIONE DELL'ESERCIZIO

Una volta che avete impugnato la kettlebell dovete staccarla da terra con la sinergia dei muscoli adduttori, quadricipiti, lombari e con movimento Semi-circolare dovete portala al mento. Per portare la kettlebell al mento dovrete allargare i gomiti, tenendoli alti. Dopo che avete portato la kettlebell al mento con movimento inverso dovete riposizionarla a terra e ricominciare l'esercizio per il numero di volte imposto dal vostro tipo di allenamento.

PERCHE' POSIZIONARE LA KETTLEBELL A TERRA DIETRO E NON DAVANTI AL CORPO?

La versione che prevede la kettlebell posizionata leggermente dietro l'asse dei piedi permette un arco di movimento semi circolare più armonico per il corpo, nel senso che in questa particolare posizione si ha una maggiore sinergia dei muscoli della catena cinetica posteriore del corpo . Questo permette di affaticare meno i muscoli e di eseguire più ripetizioni .

Se provate a mettere la kettlebell davanti a voi tirandola al mento vi accorgerete che farete più fatica rispetto alla versione posizionata dietro l'asse dei piedi. E' ovvio che il peso della kettlebell è determinante per la buona riuscita dell'allenamento, consigliamo di effettuare l'esercizio con una molto pesante.

Il bilanciere permette di modulare a piacimento il carico però dovrete posizionarlo sempre davanti a voi con meno sinergia dei distretti muscolari . Se avete una kettlebell pesante usatela e avrete enormi soddisfazioni da questo esercizio.

Buon Allenamento con ABC

KETTLEBELL DEADLIFT SUMO HIGH PULL

Scritto da: ABC Team

Potrebbe interessarti anche

Kettlebell Thruster
26 Aprile 2018

Kettlebell Thruster

I 6 Benefici Apportati Da Questo Esercizio Funzionale

Non sempre gli atleti riescono ad avere una buona sinergia delle cosce utilizzando un bilanciere, soprattutto se c'è poca flessibilità in tali zone del corpo. Il thruster con i kettlebell permette a tutti di effettuare un'accosciata profonda migliorando in tal senso la propulsione nella fase concentrica del movimento.

Sandbag Clean
02 Ottobre 2014

Sandbag Clean

Girata al petto con la sacca funzionale

Sandbag Clean è la classica girata al petto ma invece di essere eseguita con il bilanciere olimpionico o kettlebell viene effettuata con la sacca denominata Sandbag o K- Bag.

Ultimi post pubblicati

Più Massa Muscolare Con Lo Squat
13 Ottobre 2018

Più Massa Muscolare Con Lo Squat

Raffaele Sorrentino - BodyBuilder e Personal Trainer, Ci Spiega L'Importanza Dello Squat Per L'Incremento Della Massa Muscolare

Lo squat con bilanciere è un esercizio globale che stimola tutti i muscoli di cosce e gambe: quadricipiti, ischio crurali, glutei e persino i polpacci. Inoltre rafforza i fianchi, la parte inferiore della schiena e anche i trapezi dove viene collocato il bilanciere durante l'esecuzione dell'esercizio.

SIDE BEND ALTERNATO CON 2 MANUBRI
12 Ottobre 2018

SIDE BEND ALTERNATO CON 2 MANUBRI

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.