(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Come Insegnare alle Donne la Difesa Personale

data di redazione: 14 Ottobre 2014 - data modifica: 01 Ottobre 2014
Come Insegnare alle Donne la Difesa Personale

Consigli tecnici su come insegnare alle donne a difendersi per strada

Insegno wing chun perché voglio infondere sicurezza:

 

 

Non parlo di un corso di 10 lezioni dove si imparano 10 "mosse" , un po' improbabili e che dopo 10 giorni non si ricordano, magari facendoti acquistare una utopica sicurezza, insegno un'arte con tanti movimenti concatenati e mai fini a loro stessi che, allenati con costanza, diventano patrimonio del " nostro muoversi" e infallibili in circostanze di pericolo .

 

  • Insegno a non affrontare situazioni scabrose a mani basse e sguardo impaurito ,
  • insegno a riconoscere segnali allarmanti ,
  • insegno a NON pensare di essere Bruce Lee in procinto di eseguire un combattimento , ma di sorprendere l'aggressore per avere il tempo di scappare ,
  • insegno ad essere donne forti , in perfetta forma fisica e pronte ad agire .

 

 

E' un nobile obiettivo che mi sono prefissata di ottenere pensando a tutto ciò che succede attorno a noi ; naturalmente senza pensare di avere la bacchetta magica , perché i risultati arriveranno solo con:

 

  • la costanza
  • duro allenamento
  • passione
  • autostima
  • sacrificio

 

Considerazioni sul cammino marziale femminile.

 

La donna non è come un uomo a cui gli piace la competizione marziale e combattere, infatti i maschi sin da piccoli lottano e si azzuffavano tra di loro e questo è un fattore normalissimo e naturale.

 

In Natura il maschio Alpha è il capobranco, e nel mondo animale si lotta per diventarlo. Se notate in ogni gruppo di ragazzi c’è sempre il leader, questo accade a scuola, nel lavoro, in famiglia, anche in palestra, in quanto è la natura dell’uomo.

 

La donna non ha queste caratteristiche, motivo per il quale è difficile vedere le donne interessate alle arti marziali e sport di combattimento come avviene per i maschietti, o almeno in larga scala.

 

La donna è per natura timorosa, diffidente e quindi per introdurla in un corso di difesa personale ci vuole un coinvolgimento diverso ed un cammino alternativo rispetto a quello riservato agli uomini.

 

Nella mia scuola abbiamo istituito un corso continuativo di arti marziali di difesa personale esclusivamente riservato alle donne, dove viene insegnato :

  1. wing chun
  2. submission grapplinge anti grappling
  3. escrima
  4. functional training (per la forma fisica)

 

Dove l’insegnate e le assistenti sono Donne.

 

In questo modo le ragazze riescono:

  1. a fare gruppo,
  2. ad appassionarsi alla disciplina in modo graduale
  3. a non aver paura del contatto fisico

 

Dopo questo apprendistato, che può durare anche un anno, ho notato che nella mia scuola le mie allieve hanno:

  1. acquistato sicurezza,
  2. passione
  3. abnegazione verso gli allenamenti 

 

Sono convinta che in questo modo si perdono meno pecorelle dal gregge e questo non per un fattore puramente commerciale (a me non interessa proprio) ma perché sono convinta che le tecniche diventano tue nel corso del tempo e per fare ciò è necessario che per l’allievo le arti marziali diventino uno stile di vita e nella malaugurata ipotesi di una ipotetica difesa da strada l’allieva saprà così difendersi!

 

Buon Cammino Marziale

Sije Elena

Potrebbe interessarti anche

Wing Women Revolution, il Programma di Autodifesa Per le Donne
16 Aprile 2017

Wing Women Revolution, il Programma di Autodifesa Per le Donne

L’unico tuo scoglio è la pigrizia. Scendi dal divano, metti da parte patatine e pop corn e smetti di lamentarti. Comincia a lavorare per essere una donna migliore, più in forma, più bella (gli allenamenti ti porteranno ad avere un fisico migliore) cercando prima di tutto un buon insegnante.

Autodifesa Femminile al Suolo
20 Marzo 2015

Autodifesa Femminile al Suolo

3 tecniche illustrate facili da imparare

Spesso nei corsi di autodifesa femminile si trattano solo tecniche in piedi, che si, sono necessarie, ma se il lavoro si limita solamente su questa distanza possiamo considerare il lavoro superficiale e pressoché incompleto. Certo, le aggressioni partono per la quasi totalità da in piedi, ma è altrettanto vero che spesso finiscono al suolo, e in ogni caso, una violenza di tipo sessuale deve essere consumata in quest'ultima distanza.

Ultimi post pubblicati

CRUNCH PER OBLIQUI ALTERNATI CON PIEDI SU PANCA
16 Novembre 2018

CRUNCH PER OBLIQUI ALTERNATI CON PIEDI SU PANCA

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.

CRUNCH PER OBLIQUI CON PIEDI SU PANCA 1 LATO PER VOLTA
16 Novembre 2018

CRUNCH PER OBLIQUI CON PIEDI SU PANCA 1 LATO PER VOLTA

Descrizione esecuzione esercizio con i vari step per eseguire in maniera perfetta il movimento. Elenco dei muscoli coinvolti, biomeccanica dell'esercizio e tipo di esercizio.