(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Violenza e Difesa personale femminile

data di redazione: 21 Aprile 2014 - data modifica: 09 Aprile 2019
Violenza e Difesa personale femminile

come addestrarsi dai pericoli provenienti dalla strada

Cos'è per una donna la Difesa Personale?  

Una donna che conosce i concetti di base della difesa personale riconosce il pericolo e riesce ad uscire da una situazione nociva per la sua incolumità senza danni, quindi sa difendere sè stessa da una minaccia esterna esercitata da un'altra o più persone. 

Questa minaccia si chiama AGGRESSIONE. 

L'AGGRESSIONE può avere modalità diverse e svariati motivi per cominciare, ma le possiamo suddividere in due gruppi: 

1-AGGRESSIONE CON ATTACCO A SORPRESA

2-AGGRESSIONE RITUALE CON SEGNALI DI PRE-AVVISO 

La prima richiede buone capacità nelle Arti Marziali, una buona prontezza di riflessi e in buona parte fortuna,  mentre la seconda che forse è la più frequente è divisa in due fasi:

1- FASE DI PRE-COMBATTIMENTO (fase verbale dello scontro)

2- SCONTRO FISICO (COMBATTIMENTO) 

La prima è una fase molto importante, per due motivi: 

Si può VINCERE SENZA COMBATTERE e solo in questa prima fase lo puoi fare; soprattutto in questo frangente il nostro aggressore consciamente o no ci studia; dobbiamo qui comunicare SICUREZZA E PRONTEZZA AD AGIRE. 

Una prima lezione di un corso di difesa personale per donna dovrebbe trattare i seguenti argomenti, un mix di strategia, tattica e tecnica: 

1. POSIZIONE. Durante la FASE VERBALE DELLO SCONTRO dobbiamo assumere una posizione che ci permette di parlare con la persona minacciosa in sicurezza, avendo allo stesso tempo la prontezza e la consapevolezza dell'imminente attacco fisico. (Posizione tipica adottata per esprimere sicurezza, non essere minacciosi ma pronti a reagire a nostro favore)

2. DISTANZA. La distanza la dobbiamo gestire noi.

3. VISTA. Avere una visione periferica. Guardare l'aggressore nel punto giusto (....) e allo stesso tempo avere una visione periferica dell'insieme (altri potrebbero intervenire in aiuto del nostro aggressore).

4. GESTUALITA'. La posizione che vi mostreremo dobbiamo FARLA NOSTRA. Non ci dobbiamo bloccare in una posizione statica ed innaturale ma mentre ci muoviamo e parliamo, la nostra adrenalina deve giocare a nostro favore, non ci deve impedire di agire ma al contrario ci deve dare energia e velocità di esecuzione. 

UN BUON LAVORO SU QUESTA FASE PUO' RIDURRE IL RISCHIO DI UN ATTACCO VICINO AL 50%. 

Se il vostro aggressore avrà il suo obiettivo di farvi una violenza di certo questo non lo persuaderà ma perlomeno siete pronte a difendervi con le vostre mani.  

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook
Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Le donne e il Wing Chun
02 Ottobre 2014

Le donne e il Wing Chun

L'universo femminile può offrire al wing chun una piega più artistica ed armonica

Nelle donne il perfezionamento tecnico costituisce di solito l'obiettivo principale, e lo stimolo ad emergere in un contesto prevalentemente maschile fa sì che i movimenti raggiungano una realizzazione più precisa di quella degli uomini.

Autodifesa Femminile - Tecnica Illustrata di Soffocamento
08 Marzo 2019

Autodifesa Femminile - Tecnica Illustrata di Soffocamento

Anche il submission-grappling o meglio ancora il Brazilian Jiu Jitsu, che sono puri sport da combattimento, possono rendersi utili nella difesa reale. Il Brazilian Jiu Jitsu in particolare, che utilizzando il kimono, consente le prese al vestiario, diciamo che si avvicina di più a quello che potrebbe succedere realmente per strada, e anche se quello generalmente studiato per le competizioni non prevede colpi, studia comunque le leve articolari, le proiezioni, le posizioni e le varie uscite, tutte tecniche utili una volta malcapitatamente finiti al suolo.

Ultimi post pubblicati

Allenamento PHA
18 Giugno 2019

Allenamento PHA

Le schede di allenamento in PHA prevedono diversi esercizi eseguiti consecutivamente stimolando distretti corporei il più possibile distanti tra loro (ad esempio cosce/deltoidi o bicipiti femorali/pettorali), in generale alternando l’attività della parte superiore con quella inferiore del corpo o viceversa. Tale sequenza andrà a reclutare tutti i gruppi muscolari del corpo in un’unica seduta (allenamento total body).

I 20 Migliori Alimenti Per La Salute
16 Giugno 2019

I 20 Migliori Alimenti Per La Salute

Non esiste una definizione specifica di superfood, un termine che, alla resa dei conti, è stato creato unicamente per soddisfare delle esigenze di mercato: in modo molto vago possiamo dire che un superfood è un alimento ricco di nutrienti, in grado di apportare importanti benefici per la salute.