Easydive
(0)
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Totale: 0 €
procedi con l'acquisto
100% pagamento sicuro

Violenza e Difesa personale femminile

data di redazione: 21 Aprile 2014 - data modifica: 09 Aprile 2019
Violenza e Difesa personale femminile

come addestrarsi dai pericoli provenienti dalla strada

Cos'è per una donna la Difesa Personale?  

Una donna che conosce i concetti di base della difesa personale riconosce il pericolo e riesce ad uscire da una situazione nociva per la sua incolumità senza danni, quindi sa difendere sè stessa da una minaccia esterna esercitata da un'altra o più persone. 

Questa minaccia si chiama AGGRESSIONE. 

L'AGGRESSIONE può avere modalità diverse e svariati motivi per cominciare, ma le possiamo suddividere in due gruppi: 

1-AGGRESSIONE CON ATTACCO A SORPRESA

2-AGGRESSIONE RITUALE CON SEGNALI DI PRE-AVVISO 

La prima richiede buone capacità nelle Arti Marziali, una buona prontezza di riflessi e in buona parte fortuna,  mentre la seconda che forse è la più frequente è divisa in due fasi:

1- FASE DI PRE-COMBATTIMENTO (fase verbale dello scontro)

2- SCONTRO FISICO (COMBATTIMENTO) 

La prima è una fase molto importante, per due motivi: 

Si può VINCERE SENZA COMBATTERE e solo in questa prima fase lo puoi fare; soprattutto in questo frangente il nostro aggressore consciamente o no ci studia; dobbiamo qui comunicare SICUREZZA E PRONTEZZA AD AGIRE. 

Una prima lezione di un corso di difesa personale per donna dovrebbe trattare i seguenti argomenti, un mix di strategia, tattica e tecnica: 

1. POSIZIONE. Durante la FASE VERBALE DELLO SCONTRO dobbiamo assumere una posizione che ci permette di parlare con la persona minacciosa in sicurezza, avendo allo stesso tempo la prontezza e la consapevolezza dell'imminente attacco fisico. (Posizione tipica adottata per esprimere sicurezza, non essere minacciosi ma pronti a reagire a nostro favore)

2. DISTANZA. La distanza la dobbiamo gestire noi.

3. VISTA. Avere una visione periferica. Guardare l'aggressore nel punto giusto (....) e allo stesso tempo avere una visione periferica dell'insieme (altri potrebbero intervenire in aiuto del nostro aggressore).

4. GESTUALITA'. La posizione che vi mostreremo dobbiamo FARLA NOSTRA. Non ci dobbiamo bloccare in una posizione statica ed innaturale ma mentre ci muoviamo e parliamo, la nostra adrenalina deve giocare a nostro favore, non ci deve impedire di agire ma al contrario ci deve dare energia e velocità di esecuzione. 

UN BUON LAVORO SU QUESTA FASE PUO' RIDURRE IL RISCHIO DI UN ATTACCO VICINO AL 50%. 

Se il vostro aggressore avrà il suo obiettivo di farvi una violenza di certo questo non lo persuaderà ma perlomeno siete pronte a difendervi con le vostre mani.  

Scritto da: ABC Team
Scarica eBook

Scarica eBook

Potrebbe interessarti anche

Autodifesa Femminile: come esercitarsi al combattimento da strada
01 Ottobre 2014

Autodifesa Femminile: come esercitarsi al combattimento da strada

A volte ci si illude che quello che si prova in palestra funzioni fuori nella strada, ma non è così.

Bisogna allenarsi a combattere con sè stesse, ognuna con le proprie paure, inibizioni ma senza perdere di vista il fatto che il combattimento reale è tutt’altro che un esercizio guidato in palestra.

Violenza sulle Donne: il Ghepardo e la Gazzella
02 Gennaio 2019

Violenza sulle Donne: il Ghepardo e la Gazzella

i corsi di autodifesa femminile funzionano? si può insegnare ad una donna ad essere più forte di un uomo sul piano fisico? Cosa può fare una donna per rinforzarsi sia psicologicamente che fisicamente?

Puoi insegnare alla gazzella ad essere più forte del ghepardo? Certamente no ma anche una bestia feroce cerca vittime facili, quindi fai di tutto per diventare una gazzella preparata, pronta ad affrontare il pericolo in modo efficace... una donna può dare del filo da torcere al suo persecutore affinando le sue doti ed esaltando i suoi punti di forza senza perdere la femminilità.

Ultimi post pubblicati

Shawn Rhoden Squalificato a Vita
23 Luglio 2019

Shawn Rhoden Squalificato a Vita

Il 2019 non ha portato fortuna a Shawn Rhoden, infatti il campione in carica,  non potrà più gareggiare sul palco del mr Olympia per il resto della sua vita. Dopo l’accusa di stupro, l'azienda che organizza l'evento del mr Olympia ha deciso di squalificare a vita il vincitore del mr Olympia 2018.

PRONATORE ROTONDO
18 Luglio 2019

PRONATORE ROTONDO

Origine - Inserzione - Azione

Il muscolo pronatore rotondo fa parte dei muscoli del primo strato della regione anteriore dell'avambraccio ove è anche il più laterale.